top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Nella tre giorni bolognese diversi i giovani scesi in campo tra Coppa Italia di Serie A2 e Serie B, alcuni anche protagonisti e decisivi.

Giovedì, 09 Febbraio 2017 10:07

Bolpin-Totè: sfida tra amici domenica

Durante una stagione ci sono storie, incroci di squadre, episodi e personaggi.

Nuova seduta oggi alle 14 per i ragazzi di Dalmasson, in vista della sfida di cartello di domenica alle 14.15 con la Kontatto Fortitudo Bologna degli ex Boniciolli, Comuzzo, Ruzzier e Gandini. Preparazione che procede a ranghi completi con l’unica eccezione di ‘Bobo’ Prandin, sempre e comunque a bordo campo tra percorso di recupero e costante sostegno ai compagni. Domani altro allenamento in programma, sempre alle 14 sul parquet di via Flavia, per curare gli ultimi dettagli alla vigilia della partitissima.

Mercoledì, 25 Gennaio 2017 22:54

Comunicato Ufficiale LNP

Il Consiglio Direttivo di Lega Nazionale Pallacanestro, riunitosi oggi, ha discusso in merito alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal presidente della Lega Basket Serie A, Egidio Bianchi, e ha condiviso la presa di posizione del presidente di LNP, Pietro Basciano.

Alma Pallacanestro Trieste annuncia di aver acquisito in doppio tesseramento con la società Azzurra Basket il giovanissimo playmaker triestino Matteo Schina. Matteo sarà inserito nel roster della prima squadra. Nato nel 2001 a Trieste, Schina ha militato come playmaker nell’Under 16 e Under 18 Eccellenza dell’Azzurra Basket, ed è il playmaker della Nazionale Under 16.

In riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente di Legabasket, Egidio Bianchi, alla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, il Presidente di Lega Nazionale Pallacanestro, Pietro Basciano puntualizza quanto segue:

Venerdì, 06 Gennaio 2017 23:26

Il derby di Bologna va alla Virtus 87-86

L’edizione numero 104 del derby di Bologna è controllata dalla Fortitudo ma vinta dalla Virtus, tanto che il coach biancoblù Matteo Boniciolli in conferenza stampa cita Ettore Messina che in una situazione simile (ma in altri tempi) disse che il match era finito pari. 

Si gioca alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, e il basso punteggio del primo quarto (10-11 per gli ospiti) è dovuto per la maggior parte alla tensione per una partita come questa, già di per sé prestigiosa, figurarsi a otto anni dall’ultima volta che si è disputata. Nel secondo periodo Spissu si prende sulle spalle le V nere e le porta avanti più volte, ma Montano e Ruzzier fanno sì che la gara resti sempre sul filo. È ancora il play sardo, coadiuvato da Rosselli, a chiudere le ostilità nel primo tempo con un possesso pieno di vantaggio per i bianconeri (33-30).

Dopo l’intervallo la Virtus torna a spingere sull’acceleratore, va avanti anche di 6 con Umeh, ma pian piano esaurisce la benzina e torna a salire di colpi la F, sospinta da Italiano, Montano e Ruzzier. Prima dell’ultima frazione gli ospiti sono avanti di quattro lunghezze e grossomodo il divario nel quarto non si discosta. Nell’ultimo minuto di partita, però, Spizzichini accorcia e Lawson impatta (76-76)

Supplementari, dunque: Umeh si prende la scena, Ruzzier prova a ribattere, ma a supporto della guardia americana di passaporto nigeriano arrivano Lawson e Rosselli. Gli ultimi istanti di partita sono concitati, la Virtus mantiene il controllo e la spunta 87-86. Visti i 9000 spettatorisugli spalti, invece, fuori si può dire che vincono tutti. 

Luigi Ercolani

L'Ambalt U.S. Basket Recanati comunica di aver affidato la guida tecnica della squadra a coach Giancarlo Sacco che ha già condotto l’allenamento del martedì pomeriggio al PalaCingolani di Recanati. Per il tecnico pesarese si tratta di un ritorno sulla panchina leopardiana dopo le più che positive esperienze vissute nelle stagioni precedenti, ultima delle quali in quella scorsa dove ha conquistato la salvezza ai playout ottenuta nella serie contro la Virtus Roma.

Domenica, 20 Novembre 2016 17:34

Virtus Bologna: terza vittoria in una settimana

Sono tre vittorie in sette giorni, e la Virtus riprende a marciare spedita. In trasferta a Jesi i bianconeri partono inizialmente sotto: i padroni di casa trascinati da Bowers, Maganza e Davis mettono distanza tra loro e la Segafredo, che nelle prime battute è imprecisa al tiro. La tripla di Oxilia su assist di Spizzichini ad inizio secondo periodo è il segnale del ritorno della V nera. Un parziale di 5-0 tutto firmato Rosselli riporta gli ospiti a contatto, l’Aurora prova nuovamente la fuga ma non riesce mai completamente. Spissu con due canestri fa -1, ma ancora Maganza a due secondi dall’intervallo regala il possesso pieno di distanza: 37-34. 

Il terzo quarto sorride a Bologna, che va avanti con quattro punti in fila tutti di marca Michelori, schiacciata prima e 2/2 ai liberi poiA quel punto i bianconeri prendono margine grazie a due triple consecutive di Spissu e Lawson, il quale poco più tardi inchioda anche la bimane del +9, a cui fa seguito il canestro da oltre l’arco di Rosselli. Jesi ha un sussulto d’orgoglio e rientra, guidata da Davis. Il piazzato di Umeh e la sua bomba successiva ampliano nuovamente il gap, e ad ogni riavvicinamento jesino è sempre lo stesso Umeh a realizzare da fuori. Si arriva così agli ultimi due minuti, quando il l’appoggio di Rosselli e i quattro liberi di Spissu sigillano la vittoria della Virtus: finisce 88 – 79, e il trend positivo pare riavviato. 

 

Luigi Ercolani

Aria di grandi classiche, nel mercoledì da leoni della A2: alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno scende Treviso, a rievocare le sfide storiche tra la Benetton e la Virtus degli ultimi vent’anni. Un dato curioso: Ramagli e Pillastrini, i due coach, nella stagioni 2007/2008 sono stati l’uno sulla panchina dell’altro, con esiti negativi per entrambi. 

La gara parte sul filo, ai punti si fa preferire inizialmente Treviso ma i vantaggi sono veramente minimi, poi i bianconeri padroni di casa ingranano e arrivano fino al +8 con il piazzato di Umeh, mentre quello di Penna vale la doppia cifra di margine. Poco prima dell’intervallo la squadra veneta è imprecisa e Bologna ne approfitta: a un secondo dall’intervallo, Oxilia in schiacciata scrive +13 (34-21). 

Dopo la pausa lunga, la contesa prosegue sugli stessi binari. Umeh, Lawson e Rosselli in sequenza aumentano il gap a metà terzo periodo, Treviso prova a non affondare grazie ai rimbalzi offensivi ma non riesce a concretizzare, e quando si riavvicina la Virtus rimette immediatamente le distanze. Poi i padroni di casa calano, e Ancellotti ne approfitta per riportare i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio. L’ultimo sforzo degli uomini di Pillastrini si spegne però su tiro di Lawson e i liberi di Spissu. C’è spazio ancora per qualche azione, ma di fatto la V nera mantiene il pallino fino alla fine e chiude sul 63-55. La seconda vittoria consecutiva frutta il secondo posto in coabitazione dietro alla sorpresa Roseto.  

Luigi Ercolani

Domenica, 13 Novembre 2016 22:11

La Virtus galoppa a Udine: 94-76

V come Virtus, ma soprattutto come vittoria, quella che in casa bianconera mancava da fine ottobre. È tornata, e su un campo ostico come quello udinese, con gli ex Allan Ray, Gino Cuccarolo e Lino Lardo pronti a tender tranelli. 

Umeh e Lawson guidano il primo allungo virtussino, immediatamente rintuzzato da Udine, che ha in Ray un leader carismatico e in Okoye e Castelli due costanti pericoli. I friulani mettono poi la testa avanti, ma Bologna reagisce trascinata da Penna, Rosselli e ancora Lawson. Il piazzato di Umeh dalla media manda le squadre negli spogliatoi con gli ospiti avanti di 5 (40-35). 

Il ritorno in campo dopo l’intervallo sorride però alla GSA, che con due tiri dall’arco consecutivi prima pareggia e poi sorpassa la Segafredo. Umeh e Lawson riprendono in mano il discorso interrotto con la pausa, ma comunque nel terzo periodo l’inerzia tende dalla parte dei padroni di casa. Capitan Michelori a questo punto suona la carica: un jumper, un recupero, un rimbalzo offensivo, a la V nera riparte. Da lì non si volterà più indietro: Rosselli e Umeh colpiscono da fuori, Penna dalla media distanza come lo stesso Michelori, e il vantaggio Virtus nel giro di pochi minuti cresce fino a toccare i 20 punti di gap con la schiacciata di Lawson. Risponde Ferrari, ma è troppo tardi: finisce 94 – 76 per Bologna, che ritrova il sorriso.  

Luigi Ercolani

Lo sapevate che tra Serie A2 e Serie B abbiamo in Italia ben 7 lunghi Under 21 di oltre 208 cm di altezza, na? Ecco la lista:

Riportiamo l'articolo pubblicato sul sito http://trevisobasket.it/ riguardante il trasferimento di Andrea La Torre dall'Olimpia Milano al Treviso Basket (qui il profilo di Andrea La Torre).

Prima giornata trevigiana per Andrea La Torre, arrivato ieri sera a Treviso in prestito da Milano, per iniziare la sua avventura alla De’ Longhi Treviso Basket. Ecco le prime parole in biancoceleste per il prospetto 19enne, esterno di 204 cm scuola Stella Azzurra Roma, che ha iniziato la stagione nel roster dell’EA7 Milano ed ora viene a rimpolpare le fila del roster a disposizione di coach Stefano Pillastrini.

Players of the week, Serie A2

Sono 28 i giovani Under 21 di Serie A2 ad avere avuto una valutazione positiva e maggiore di 1 (vedi tabella riepilogativa in fondo all’articolo). Torna in vetta alla classifica per valutazione Davide Moretti, autore di 20 punti in 33 minuti di gioco, 16 di valutazione (9/9 ai tiri liberi), nella vittoria casalinga con la Fortitudo Kontatto Bologna dei giovani Candi (10a posizione) e Campogrande (29a posizione) . Una partita carica di storia, Bologna vinse il primo scudetto nel 2000 proprio contro la Benetton, Treviso conquistò il suo ultimo nel 2005 contro la Fortitudo.

Domenica, 23 Ottobre 2016 20:23

Virtus Bologna ko in casa con Ravenna

La prima battuta d’arresto è una che fa male. Perché interna, in una Unipol Arena il cui calore è fattore mai secondario nelle dinamiche della partita. Perché giocata fino a metà gara, quando un blackout improvviso e inspiegabile ha permesso a Ravenna di prendere in mano le redini della partita e non mollarle fino alla sirena conclusiva. Perché arrivata anche attraverso le mani di uno, Masciadri, cresciuto nelle giovanili bianconere. Una parabola del figliol prodigo senza lieto fine, in pratica.

La partita si sviluppa bene nel primo tempo. Ravenna parte benissimo ma la Virtus è attenta, guardinga, e alla prima occasione buona piazza il controparziale per il vantaggio con Umeh, incrementato subito dopo da LawsonLa gara è sul filoi romagnoli sono sostenuti da Raschi e Marks, e all’intervallo è pareggio. Il peggio arriva dopo la pausa: Sgorbati, Masciadri, Sabatini, Marks, cominciano a martellare da fuori e da dentro, e la Virtus è inaspettatamente in apnea. Chiumenti si aggiunge alla corrida, e per i bianconeri il solo Lawson prova a tamponare l’allungo Orasì, imitato poco dopo da un Umeh meno preciso del solito. Il tentativo di recupero nel finale risulta solo virtuale, perché le iniziative bianconere vengono prontamente rintuzzate dagli ospiti. Finisce 90-75 per Ravenna, con più di un rammarico. A Ferrara urgerà immediato riscatto. 

 

Luigi Ercolani

Lunedì, 10 Ottobre 2016 19:51

Virtus subito bella e vincente, Imola ko

 

Pronti, via, e la Virtus ha già eguagliato il numero di vittorie in trasferta del 2015/2016. Non solo, in realtà, perché in effetti la prestazione del PalaRuggi è stata convincente, prima che vincente. Coach Ramagli parte ancora una volta con un ’99 in quintetto: Petrovic alla prima giornata, Pajola alla seconda, con al fianco l’altro play Spissu, Umeh nell’inedito ruolo di ala piccola, Rosselli da “4”e Lawson da centro. Mancano Michelori e Ndoja, e l’assetto con quattro esterni e un solo lungo, supportato da un atteggiamento aggressivo e da un gioco veloce, è il modo con cui lo staff tecnico bianconero sceglie di sopperire alle assenze.
Nonostante sia Imola quella che gioca a due passi dall’autodromo, è la Virtus a partire forte e a lasciarsi dietro gli avversari immediatamente, doppiandoli anche in una circostanza (49-24 a pochi secondi dall’intervallo). L’Andrea Costa è notevolmente in ambasce, ma malgrado ciò non molla, e quando un calo fisiologico si presente alla porta bianconera, i padroni di casa trovano una reazione appropriata. Non sufficiente, però, perché la V nera comunque amministra, dà spazio ai suoi giovani (Pajola e Oxilia in doppia cifra) e alla fine il referto è meritatamente rosa (85-67). Coach Ramagli nel post partita afferma che il primo errore sarebbe non festeggiare questa vittoria e il secondo sarebbe portarsi dietro i festeggiamenti in settimana, è che è contento soprattutto perché piano piano tutti i giovani stanno offrendo un contributo.

Luigi Ercolani

Lunedì, 17 Ottobre 2016 19:44

Virtus travolgente contro Mantova

È una Virtus indubbiamente convincente, quella di questo primo scorcio di stagione. Mantova scende alla Unipol Arena con intenzioni belligeranti, viste le due sconfitte a fronte di un roster di sicuro valore. La V nera però non fa sconti sconti: sin dall’inizio martella la difesa lombarda attaccando il ferro, e quando non trova sbocchi riapre fuori per Umeh e Rosselli, partiti accanto a Spissu, Ndoja e Lawson in quello che dovrebbe essere l’ipotetico quintetto. Il ritorno della Dinamica viene rintuzzato dal lungo toscano, che con la guardia statunitense è il leader offensivo nella prima parte di gara. Giachetti, il play degli ospiti, crea molto per i suoi, e fisicamente è superiore a Spissu e a Penna, a cui Ramagli concede spazi significativi insieme a Oxilia e Pajola. Mantova preferisce impostare il gioco da un lato per cercare il ribaltamento, ma la Virtus tiene in difesa e in attacco gioca coralmente, senza individualismi gratuiti.
Il 50 – 32 con cui si chiude il primo tempo fa presupporre una gara ad alto punteggio. Previsione corretta, e in quel vantaggio quasi non ci si accorge che il miglior marcatore con Umeh è Lawson: il lungo californiano è attento, funzionale, pericoloso quando serve, si confronta con Rosselli e si fa trovare pronto quando le guardie (Spissu e Umeh stesso) penetrano e lo pescano nel pitturato. Funziona bene anche l’intesa con Michelori quando quest’ultimo agisce da centro, e la Virtus scappa. Nel finale c’è gloria anche per Oxilia e Pajola, la cui tripla virtualmente chiude la contesa. Finisce 92 – 64, e la Virtus comincia a impressionare.

Luigi Ercolani

Lunedì, 10 Ottobre 2016 12:46

Players of the Week, A2 e Serie B

Anche questa settimana BasketNet vi presenta il Power Ranking dei migliori giovani (1996 in poi) della LNP, la Lega Nazionale Pallacanestro, in collaborazione con Basket Coach .Net e Players Profile .Net.

Dopo la seconda giornata di campionato di A2 è ancora Davide Moretti della De Longhi Treviso il miglior giovane del campionato, con una valutazione pari a 31. Giovane solo anagraficamente, le sue cifre sono da giocatore espertissimo, la sua valutazione media è di 26 dietro a due USA come Smith (Roseto) e Blackshear (Forlì) nel Girone Est.

 

Il presidente Giovanni Petrucci parteciperà alla presentazione dei campionati di Serie A2 Citroën e Serie B, venerdi 23 settembre a Bologna, e a quella del Campionato di serie A, lunedì 26 settembre al Mediolanum Forum di Assago (Milano).

 

 

Fonte : http://www.fip.it/News.asp?IDNews=9575

Martedì, 20 Settembre 2016 07:55

Virtus Bologna tra alti e bassi

Nel weekend, la Virtus Bologna ha conosciuto la prima sconfitta prestagionale, avvenuta per mano di Verona. Umeh, Lawson e Ndoja hanno brillato, non supportati però adeguatamente dai compagni. Coach Ramagli ha professato tranquillità, affermando che si aspettava un po’ di appannamento causato dai carichi di lavoro, e che dalle difficoltà si può comunque imparare. Detto fatto, la Virtus ha vinto la finalina attraverso l’asse Spissu-Lawson e con il contributi fondamentale di Penna.
Registrate le parole di Umeh, che ha fissato l’obiettivo nell’essere competitivi e nel ritorno in Serie A, nella serata di mercoledì i bianconeri torneranno in campo alle 20:30 al palasport “Roberto Ferrari” di Castel San Pietro Terme per il “Memorial Gigi e Paola Porelli”, contro la The Flexx Pistoia allenata da Vincenzo Esposito.

Luigi Ercolani

Sabato, 27 Agosto 2016 08:08

Virtus Bologna oggi in campo contro Cento

Iniziata da una decina di giorno la preparazione atletica, la Virtus Bologna inizia il suo ciclo di amichevoli precampionato. Nella giornata di oggi affronterà alla palestra “Porelli” la Benedetto XIV Cento.
La società ha inoltre richiesto al comune di Bologna la disponibilità ad utilizzare il Paladozza per le eventuali gare playoff primaverili, visto il calendario fitto di impegni in quel periodo dell’Unipol Arena.

Luigi Ercolani

Giovedì, 04 Agosto 2016 14:14

Virtus Bologna: piace Terrence Roderick

Prosegue la caccia della Virtus Bologna al secondo giocatore americano, dopo l'ingaggio di Kenny Lawson. Firmato Derrick Marks da Ravenna e in attesa di vedere gli sviluppi per quanto riguarda Jeremy Ingram, nelle ultime ore è spuntato il nome di Terrence Roderick, guardia di 1.96 che in Italia ha vestito le maglie di Rimini, Cremona, Forlì e l'anno passato Agropoli.

Nel mentre, coach Alessandro Ramagli ha parlato del neo-acquisto Lawson, definendolo un centro dalla doppia dimensione, in grado di giocare in area così come di allontanarsi da canestro. Il tecnico ha affermato che con Ndoja, più perimetrale, agirà internamente, mentre con Michelori potrà giostrare più largo.

Luigi Ercolani

Giovedì, 28 Luglio 2016 12:51

Virtus Bologna: piacciono Ingram e Lawson

Completata la parte italiana del roster, la Virtus Bologna ha iniziato a scandagliare il mercato a stelle e strisce. Ufficializzati infatti i ritorni di Spizzichini e Michelori e gli acquisti di Rosselli e Ndoja, oltre alla promozione in prima squadra dei giovani Penna, Oxilia e Petrovic, ora si cercano una guardia e un centro statunitense per chiudere la squadra.
Per l’esterno, incassato il rifiuto di Brandon Triche che vuole giocarsi le proprie chance nella lega di sviluppo americana, ora si cerca il ventiquattrenne Ingram, dal college di North Carolina Central, che ha giocato due stagioni in Turchia, tra Adanaspor e Melikşah Üniversitesi. Sotto le plance invece si fa il nome di Kenny Lawson, ex Recanati.

Luigi Ercolani

Negli ultimi due giorni è esploso il mercato della Tezenis Scaligera Verona, che nell'arco di 24 ore ha annunciato l'ingaggio di due italiani di assoluto livello per la categoria.

Martedì, 26 Luglio 2016 15:13

Todor Radonjic a Roseto

Gli Sharks Roseto annunciano di aver firmato per la prossima stagione Todor Radonjic, montenegrino ma di formazione italiana.

Coach Di Paolantonio commenta così questo colpo: "Inseriamo un giocatore molto giovane ma di grande talento e prospettiva, come era nei piani del club. Nonostante la sua giovanissima età Todor ha già maturato esperienze molto importanti in A2 con Veroli e soprattutto con la Stella Azzurra sia nel settore giovanile che con la serie B. Ci aspettiamo da lui che mostri in campo tutto il suo entusiasmo e la sua energia proseguendo il suo processo di crescita". A lui va un grande benvenuto nel Lido Delle Rose.

Todor Radonjic, come moltissimi altri giovani che militano nei nostri campionati giovanili, è tracciato sul sito di Basketcoach.net nella sezione Players Profile con video, stats e info: di seguito il link alla sua scheda
http://www.basketcoach.net/bc/players_profile.php?id_player_profile=12

Venerdì, 22 Luglio 2016 13:40

Candi firma un quinquennale con la Fortitudo

Fortitudo Pallacanestro è lieta di poter annunciare la sottoscrizione di un contratto quinquennale con il giocatore Leonardo Candi. Si desidera puntualizzare che tale accordo è stato raggiunto grazie alla decisa volontà di tutte le parti in causa, a partire da quella del giocatore di continuare a vestire la maglia della Fortitudo, proseguendo con la professionalità mostrata dai suoi procuratori (Vittorio Gallinari, Andrea Forti e Alessandro Michelon) nel corso della trattativa per finire, ovviamente, con la ferma volontà della Società di dar seguito (con le prestazioni di Leonardo) ad un percorso a lunga durata che non vuole prescindere dai ragazzi che hanno, nel proprio DNA, i colori biancoblù!

Fortitudo Pallacanestro 103

Mercoledì, 20 Luglio 2016 10:40

Gino Cuccarolo firma un annuale con Udine

Udine, promossa in A2, si assicura il centro Gino Cuccarolo, le ultime due stagioni a Bologna sponda Virtus.

Mercoledì, 20 Luglio 2016 08:30

A tu per tu con Matteo Da Ros

In attesa dell’inizio della preparazione al prossimo campionato di A2 Est, abbiamo scambiato due chiacchiere con il volto nuovo dell’Alma – Agenzia per il Lavoro Trieste, quel Matteo Da Ros a lungo cercato nelle scorse stagioni, ed ora approdato nel capoluogo giuliano.

Leonardo Totè, impegnato in questi giorni negli Europei Under20 di Helsinki, è dato molto vicino alla Scaligera Verona.

Venerdì, 15 Luglio 2016 13:51

A2: Recanati firma Sorrentino

L’US Basket Recanati comunica l’accordo valido per la stagione 2016/2017 con il giocatore Gennaro Sorrentino proveniente dalla Fortitudo Bologna con la quale ha giocato l’ultimo campionato di A2 arrivando fino alla Finale Playoff.

InizioIndietro12345678910AvantiFine
Pagina 1 di 15

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB COP FB 30

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

28-04-2017

Mercato Seria A

logo

 

 

 

 

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd