top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 192
Mercoledì, 25 Gennaio 2017 22:35

Il sesto uomo ... di Silvia Gottardi

Il sesto uomo è un figo, è il più figo dei fighi.

Il sesto uomo se ne sbatte di non essere in quintetto perché ha un Q.I. elevato, non solo cestistico, e sa aspettare serafico il suo momento. È il jolly della squadra, quello che pur entrando dalla panca riesce a lasciare il segno, a spezzare la partita. In NBA c’è addirittura un riconoscimento speciale per questo ruolo atipico ma molto importante, in Italia invece non se lo fila nessuno.

Articolo scritto da Matteo Valeri dell'Ufficio Stampa FeBa Civitanova Marche

Sotto con il ritorno! Dopo aver chiuso in bellezza il girone d'andata, con l'accesso storico alle Final Eight di Coppa Italia di A2, l'Infa Feba Civitanova Marche vuol continuare a stupire e a stupirsi. Le ragazze di coach Alberto Matassini sono pronte per affrontare la seconda fase della regular season che sarà aperta in trasferta, in quel di Pordenone. Già Pordenone...sembra ieri quando le momò aprirono le danze nella loro quarta stagione consecutiva in A2 contro la compagine di coach Renato Nani, invece sono già passati tre mesi. Da allora una lunga serie di successi per le biancoblu e dopo 13 sfide le friulane si trovano nelle parti basse di classifica con 4 punti all'attivo. (per continuare a leggere clicca qui

Martedì, 06 Dicembre 2016 18:31

Provvedimenti disciplinari serie A femminile

Campionato Serie A1/F. – 9^Giornata andata- Gare del 4/12/16

TECHEDGE BRONI ammenda di Euro 133.00 per lancio di oggetti non contundenti in campo a fine gara senza colpire. 

CESTISTICA SPEZZINA LA SPEZIA ammenda di Euro 250.00 per non aver il dirigente addetto agli arbitri compiutamente assolto ai prescritti compiti. 

FIXI TORINO ammonizione per irregolarità delle attrezzature del cronometro di fine gara. 

Martedì, 29 Novembre 2016 08:22

Provvedimenti disciplinari serie A femminile

Campionato Serie A1/F. – 8^Giornata andata- Gare del 27/11/16


FAMILA SCHIO ammenda di Euro 167,00 per offese collettive sporadiche del pubblico verso l'allenatore della squadra avversaria.

 

 

 

Fonte:http://www.fip.it/News.asp?IDNews=9684

Martedì, 22 Novembre 2016 17:17

Eurobasket Women Qualifiers: Italia-Montenegro

 
Italia: 
 
Martedì, 01 Novembre 2016 12:53

A1F: Valeria De Pretto, una eccellenza italiana

Classe 1991, ala di 1,86 di altezza, Valeria De Pretto è oggi la seconda marcatrice del Campionato di A1 femminile. Di ritorno a La Spezia dopo tre stagioni, sta realizzando 18,2 punti a partita. In classifica marcatori è dietro solo alla lunga USA di Napoli Rashanda Gray. Unica italiana tra le prime 20 realizzatrici del Campionato di A1.

Nata a Schio, sia anagraficamente che cestisticamente. Nel 2008 esordisce in A1 ed in Eurolega (trasferta a Mosca), dopodichè scende in A2, dove gioca 5 stagioni tra Vigarano, La Spezia, Bologna e Broni, passando per un Europeo U20 nel 2011 (A Novi Sad, Serbia) ed un infortunio al ginocchio, prima di tornare in A1 con Parma nella scorsa stagione dove gioca 30 partite segnando 7.6 punti a gara.

Nell'estate 2016 viene convocata da Coach Andrea Capobianco nella Nazionale "Sperimentale" per il Torneo di Pomezia, Nazionale che comprendeva diverse Azzurre stabilmente nel giro della Nazionale Senior.

Una bella storia con ancora molte pagine da scrivere.

 

Martedì, 18 Ottobre 2016 06:09

Provvedimenti disciplinari Serie A1 femminile

Campionato Serie A1/F. – 3^Giornata andata- Gare del 16/10/16

Si è conclusa con la larga vittoria della Selezione di Lega Femminile l’ultimo test della Nazionale Femminile prima degli impegni degli EuroBasket Women 2017 Qualifiers. 

L’Italia è stata sconfitta 45-80 dalle migliori straniere del campionato di Serie A1, soverchiata già dal primo tempo dall’enorme talento delle avversarie (8 punti per Consolini, Dotto e Ress, 12 di Harmon). Coach Capobianco ha mandato in campo 15 giocatrici, approfittando della sfida amichevole per testare le diverse situazioni in vista della partita che veramente conta, quella che sempre a Lucca ci vedrà in campo il 19 novembre contro la Gran Bretagna.

In caso di successo, le Azzurre sarebbero qualificate per l’Europeo e l’ultimo impegno in casa del Montenegro sarebbe inutile ai fini del piazzamento nel girone.

“Contro una squadra con tutto questo talento, non si può scendere in campo senza la giusta determinazione e aggressività. Abbiamo buttato via 20 palloni regalando contropiedi a giocatrici che non ne hanno bisogno perché capaci di trovare il canestro in ogni circostanza. Abbiamo avuto buoni spazzi in avvio e nel terzo quarto ma non basta, raccogliamo le indicazioni utili in vista delle partite ufficiali di novembre. Siamo sereni perché sappiamo che possiamo fare molto meglio ma servirà una diversa concentrazione”.

L’Italia ha tenuto nel primo quarto, chiuso sul 16-22, ma quando ha attenuato la propria pressione difensiva ha visto scappare via le straniere di A1, ispirate dal playmaker di Ragusa Vanloo ed estremamente precise in attacco.

Le Azzurre sono andate all’intervallo lungo sul -25 e nel secondo tempo hanno provato in un paio di occasioni a limitare il passivo. Mahoney e Harmon sono state le protagoniste della nuova accelerazione della formazione allenata da Mirco Diamanti e il passivo è tornato molto pesante.

Il 19 novembre al PalaTagliate servirà tutta un’altra Italia. L’Europeo è vicino ma occorre fare un ultimo passo, tutt’altro che semplice, battendo la Gran Bretagna.

 


Italia-LBF All Stars 45-80 (23-48)
Italia: Cinili 2 (1/5, 0/2), Sottana 6 (0/1, 2/4), Masciadri (0/1, 0/3), Ress 8 (2/4), Dotto 8 (4/8, 0/1), Bestagno 5 (1/2), Consolini 8 (1/4, 2/4), Correal (0/1), Crippa (0/4 da tre), Filippi 2 (1/1, 0/1), Gatti 1 (0/3, 0/2), Spreafico 2 (0/1, 0/1), Gorini (0/2, 0/1), Sandri, Zandalasini 3 (1/2 da tre). All. Capobianco.
LBF All Stars: Mahoney 10 (5/5, 0/1), Vanloo 11 (1/1, 3/7), Anderson 4 (2/3, 0/2), Harmon 12 (6/8), Ruzickova 10 (5/9, 0/1), Stokes 3 (1/3), Tikvic 9 (3/3), Hrynko 9 (3/4, 1/5), Orrange 4 (0/3 da tre), Mallard 8 (4/5). All. Diamanti.
T2: 10/33, 30/41; T3: 5/25, 4/19; TL: 10/11, 8/10; RD: 20, 39; RA: 5, 6; PP: 20, 17; PR: 8, 14; ASS: 12, 23; STD: 1, 4; STS: 4, 1; FF: 13, 18.
Arbitri: Costa, Fabiani, Bandinelli

EuroBasket Qualifiers, la situazione
La classifica
Italia 4-0; Gran Bretagna, Montenegro 2-2; Albania 0-4.

Il calendario
Prima giornata (21 novembre 2015)
Italia-Albania 121-38; Montenegro-Gran Bretagna 78-64

Seconda giornata (25 novembre 2015)
Gran Bretagna-Italia 48-60; Albania-Montenegro 39-99

Terza giornata (20 febbraio 2016)
Italia-Montenegro 57-56; Gran Bretagna-Albania 122-36

Quarta giornata (24 febbraio 2016)
Albania-Italia 40-86; Gran Bretagna-Montenegro 71-67

Quinta giornata (19 novembre 2016)
Italia-Gran Bretagna; Montenegro-Albania

Sesta giornata (23 novembre 2016)
Montenegro-Italia; Albania-Gran Bretagna

Tutti i gironi
Gruppo C: ITALIA, Albania, Gran Bretagna, Montenegro
Gruppo A: Lettonia, Lituania, Slovenia
Gruppo B: Croazia, Francia, Estonia, Paesi Bassi
Gruppo D: Germania, Lussemburgo, Serbia, Ucraina
Gruppo E: Islanda, Portogallo, Slovacchia, Ungheria
Gruppo F: Bulgaria, Grecia, Russia, Svizzera
Gruppo G: Belgio, Bielorussia, Polonia
Gruppo H: Bosnia, Israele, Romania, Turchia
Gruppo I: Finlandia, Spagna, Svezia

 

Fonte: http://www.fip.it/News.asp?IDNews=9595

Domani alle ore 16.30 il Palatagliate di Lucca ospita l’ultimo impegno della Nazionale Femminile prima delle ultime due partite degli EuroBasket Women 2017 Qualifiers. Le Azzurre affrontano una selezione di straniere delle squadre di Serie A1 (diretta streaming su www.fip.it a partire dalle 16.25) sullo stesso parquet che le vedrà impegnate il 19 novembre contro la Gran Bretagna nella partita decisiva per la qualificazione al Campionato Europeo. 

La Nazionale Femminile torna al lavoro in vista degli ultimi due impegni degli EuroBasket Qualifiers, che vedranno impegnate le Azzurre il 19 e il 23 novembre rispettivamente con Gran Bretagna e Montenegro.

La squadra di Andrea Capobianco si raduna il 2 ottobre e il 4 affronterà a Lucca una rappresentativa delle migliori straniere della Lega Femminile, a 48 ore dalla conclusione dell’Opening Day che sempre a Lucca saluterà l’avvio del campionato Femminile di A1.

Nel weekend Bucarest ospita i Campionati Europei Senior 3x3 Maschili e Femminili.
L'Italia si presenta con entrambi le formazioni, grazie ai successi nelle qualificazioni di Poitiers (Francia).

La squadra Maschile è stata inclusa nel girone con Slovenia e Ucraina, la Femminile con Ucraina e Serbia.

Il calendario
Maschile (2 settembre)
Italia-Ucraina, ore 18.35
Italia-Slovenia ore 20.00

Femminile (2 settembre)
Italia-Serbia, ore 16.20
Italia-Ucraina, ore 19.10

Diretta streaming dell'evento qui: www.youtube.com/fiba3x3

MASCHILE
Andrea Negri (’88, 1.94)
Claudio Negri (’85, 1.97)
Damiano Verri (‘85, 2.06)
Gionata Zampolli (’85, 1.85)

Giocatori a disposizione:
Patrizio Verri (’88, 1.95)

FEMMINILE
Marcella Filippi (’85, 1.86)
Alice Quarta (’91, 1.78)
Federica Tognalini (’91, 1.82)
Alessandra Visconti (’87, 1.85)

Giocatrici a disposizione:
Giulia Ciavarella (’97, 1.81)

Capo Delegazione: Fausto Maifredi
Team Manager: Maria Cristina Curcio
Referente Tecnico: David Restelli
Allenatore Senior Femminile (Team Leader): Angela Adamoli
Allenatore Senior Maschile (Team Leader): Marco Albanesi
Fisioterapista: Salvatore De Fusco

Il programma
30 agosto
Ore 12.00 Raduno a Fiumicino
Ore 15.00 Trasferimento a Bucarest

31 agosto
Allenamenti presso Sport Arena

1 settembre
Allenamenti presso Sport Arena

2-4 settembre
Campionati Europei Senior 3x3

5 settembre
Trasferimento a Roma
Fine Raduno

Ufficio Stampa FIP

A Jesolo, in provincia di Venezia, è stata eletta la nuova miss Veneto: è Silvia Lavarini, 19 anni, di Sant’Anna di Alfaedo nel Veronese.

La Nazionale Under 16 Femminile è in semifinale all'Europeo di Udine

Venti vittorie e due sconfitte. Dopo la vittoria sulle Connecticut Suns per 98-92 le Los Angeles Sparks, avevano pareggiato il record appartenente alle Houston Comets del 1998 come miglior avvio di stagione (20-1). Le Sparks, a differenza dei colleghi dei Lakers stanno facendo una buona stagione, e nella serata di venerdì, con 25 punti di Jantel Lavender (career high per la giocatrice) conditi con 10 rimbalzi avevano agguantato il record di Houston grazie a nove vittorie consecutive.

Si chiude con un meraviglioso secondo posto il Mondiale di Saragozza della Nazionale Under 17 Femminile. In finale le Azzurre sono state superate dall’Australia (38-62), che ha così concluso il torneo senza sconfitte e dopo aver dominato tutte le proprie avversarie.

Torneo di Fougeres (Francia), Italia-Belgio 67-47 (Zandalasini 25)

Da Basketinside.com a cura di Daniele Tagliabue.

Il Famila Schio è campione d’Italia per la quarta volta consecutiva, l’ottava della sua storia. La formazione di Mendez archivia in modo netto e deciso anche gara tre, confermandosi regina del campionato italiano.

Mercoledì, 11 Maggio 2016 08:22

Finale scudetto femminile: a Schio gara 1

La serie di finale scudetto si apre con una gara intensa e ricca di emozioni in un PalaTagliate tutto esaurito.

Venerdì, 01 Aprile 2016 13:33

Finale Nazionale Under 20 femminile: i video

La scorsa settimana il BP63 Battiglia, allenato da coach Massimo Riga, si laureava Campione d'Italia U20 femminile battendo in finale la Reyer Venezia. Sotto di 16 punti a fine terzo quarto, la squadra campana cambia marcia, rimonta e sorpassa Venezia vincendo cosi' la manifestazione.

Grazie a MegaBasket.it (fornitore dello Streaming per la FIP) pubblichiamo i video di quattro giocatrici: Marzia Tagliamento (25 punti e MVP della manifestazione) e Lucrezia Costa per la BP63 Battipaglia, Carlotta Gianolla e Francesca Pan per la Reyer Venezia.

MARZIA TAGLIAMENTO: TALENTO E DETERMINAZIONE

Da sportface.it a cura di Edoardo Caianiello

Oggi Kathrin Ress, Raffaella Masciadri, Laura Macchi e Giorgia Sottana, ieri Bruno Cerella, David Moss, Giuseppe Poeta e Jaycee Carroll, ma Andrea Capobianco è lo stesso allenatore che vinse il premio di migliore dell’anno con Teramo nella stagione 2008/2009. Passione, voce calma e concetti chiari all’insegna del rispetto dell’equilibrio che esiste in un connubio tra giovani ed esperienza, come oggi è la sua nazionale femminile da cui si aspetta un “...qualcosa che vada aldilà del risultato”.

Venerdì, 12 Febbraio 2016 13:39

Ciao Giuditta!

Da laprovinciadifermo.com la tristissima notizia.

E dopo la Miss Italia cestista ecco Cecile, altra cestista, che sara' protagonista a San Remo giovani 2016 #sanremo2016. Visita la sua pagina facebook

Dal sito della FIP l'analisi di coach Andrea Capobianco sulla vittoria a Manchester:

Articolo di Terrence McCoy , via Washington Post

La storia di una delle più promettenti giocatrici di pallacanestro, oggi una senzatetto.

Parte col piede giusto la Nazionale di coach Andrea Capobianco per la qualificazione ad Eurobasket 2017.

“Non lo conoscevo personalmente, è molto caparbio! Diciamo che io ho capito le sue esigenze e lui ha capito le mie”. Ha risposto così, sorniona, Laura Macchi, ala del Famila Schio campione d’Italia, alla mia domanda:

Come ti ha convinta Petrucci a tornare in Nazionale?

“Sono state le sue dichiarazioni di uguaglianza tra la nazionale maschile e femminile a farmi riflettere, penso che questa sia la decisione più giusta. Voglio dare una mano a questo gruppo a centrare gli obiettivi prefissati. ”

Laura “Chicca” Macchi non è solo la miglior giocatrice Italiana, MVP dello scorso campionato e match winner di gara 5 di scudetto, ma detiene anche il record di punti segnati in una sola gara in azzurro (36 vs Bulgaria nel 2004) ed è la nona miglior realizzatrice azzurra di tutti i tempi, con solo 95 gare giocate.

Chicca come mai non ti abbiamo vista in azzurro per cinque anni?

“Dopo L’Europeo di Riga, a 31 anni, e dopo l’ infortunio alla fascia plantare, ho capito che avrei dovuto passare l’estate riposandomi e gestendomi, per affrontare al meglio la stagione successiva, che a Schio è sempre molto lunga e dura tra campionato ed Eurolega. In più avevo bisogno di stare un pò con la mia famiglia, che è sempre molto lontana. Se a tutto questo aggiungi che tutti parlavano di un cambio generazionale, bhe... È stata una rinuncia già preannunciata”.

Cosa pensi di poter dare a questo gruppo?

“Sicuramente posso e voglio mettere a disposizione della Nazionale la mia esperienza ed il mio entusiasmo, che è immutato negli anni. Poi ovviamente spero che il fisico regga, perché è vero che la volontà di far bene con questo gruppo c’è, ma purtroppo nella borsa porto con me in Nazionale anche i miei anni”.

La maglia azzurra ha sempre un fascino particolare e siamo felici che Macchi presto la vestirà di nuovo. È un fenomeno senza età di cui la nostra Nazionale ha bisogno per centrare un obiettivo importante con un buon gruppo giovane che sta crescendo: qualificarci per gli Europei 2017 in Repubblica Ceca.

Silvia Gottardi

Parlando di calcio se dici Maldini pensi automaticamente al Milan, se dici Del Piero alla Juve, ma le abbiamo anche noi nel basket femminile due bandiere, anche se sono ancora giovani e con un brillante futuro davanti a loro. Sono Giulia Arturi (classe ’87 play del Geas) e Costanza Coen (ala del ’90 di Torino), due delle giocatrici simbolo di questa Almo Naure Cup, due giocatrici che hanno vestito per tutta la loro carriera una sola maglia, e grazie alla loro dedizione hanno portato quest’anno le loro squadre nella massima serie.

In occasione proprio della sfida tra le neopromosse Geas e Torino di domenica sono andata a incontrarle, per sentire dalle loro parole da dove nasce questo amore.

Come mai non hai mai cambiato squadra in tanti anni?

ARTURI: Ho sempre trovato tutti gli stimoli che mi servivano al Geas, senza il bisogno di cercarli altrove. Da giovanissima ho avuto la fortuna di giocare in una A2 molto competitiva, che mi ha preparata al salto di qualità e ad una A1 da protagonista già alla nostra prima promozione (2008). Poi, quando il Geas si è auto retrocesso in A3 ho voluto restare anche per completare gli studi universitari e per inseguire un nuovo traguardo sportivo, riconquistare la A1.

COEN: Torino è la mia città, la amo profondamente. Sono nata e cresciuta qui e sono legatissima alla mia famiglia e ai miei amici. Non ho mai sentito l’esigenza di cambiare squadra perché la mia città mi ha sempre dato tutto quello di cui avevo bisogno. Oltre a giocare a basket ho studiato economia e ora lavoro in banca, tutto sempre a Torino.

DESCRIZIONE : Napoli Lega A1 Femminile 2015-16 Opening Day 2015 Geas Sesto San Giovanni Ceprini Costruzioni Orvieto GIOCATORE : Giulia Arturi SQUADRA : Geas Sesto San Giovanni EVENTO : Campionato Lega A1 Femminile 2015-2016 GARA : Geas Sesto San Giovanni Ceprini Costruzioni Orvieto DATA : 03/10/2015 CATEGORIA : SPORT : Pallacanestro AUTORE : Agenzia Ciamillo-Castoria/ElioCastoria Galleria : Lega Basket Femminile 2015-2016 Fotonotizia : Napoli Lega A1 Femminile 2015-16 Opening Day 2015 Geas Sesto San Giovanni Ceprini Costruzioni Orvieto Predefinita :
Credit: Elio Castoria
Pensi di esserti persa qualcosa non seguendo altre opportunità?

ARTURI: Non mi sento di aver perso niente, ho già ottenuto tanto dalla mia carriera fino ad ora, e sono sicura che andando avanti potrò ancora togliermi molte soddisfazioni. Per me vincere con il Geas ha un valore ancora più grande.

COEN: No, sono sicura di no. Sono una persona molto decisa e ho sempre avuto ben chiaro cosa volevo dal mio futuro. La mia città e la mia squadra mi hanno permesso sempre di ottenere quello che desideravo sia in campo che nella vita personale.

L’approdo in A1 (un ritorno per Arturi ed il Geas) è un premio per la tua costanza?

ARTURI: Naturalmente sì. Il ritorno in A1 ha il sapore di una promessa mantenuta, prima di tutto con me stessa, ma anche a tutte le mie giovani compagne fin da quando eravamo in A3. Questo percorso di risalita al massimo livello mi ha permesso di migliorare il mio bagaglio tecnico e caratteriale.

COEN: La promozione in A1 è un riconoscimento personale molto importante, ma è soprattutto un traguardo per la città, che mancava dalla massima serie da ben 32 anni. Il mio desiderio più grande era proprio quello di riuscire un giorno a portare la mia Torino di nuovo al vertice, perché è una città che ama il basket e merita grandi palcoscenici anche per le donne.

Cosa significa per te essere fedele ad una maglia?

ARTURI: Significa essere orgogliosa di portarla. Con il passare degli anni io sono diventata man mano sempre più fiera della mia fedeltà al Geas, anche perché in questo ambiente ho conosciuto davvero molte persone che mi hanno dato tanto. E poi, ovviamente, sono anche orgogliosa di vestire la stessa maglia che ha portato mia mamma (Rosi Bozzolo ndr)!

COEN: La fedeltà ad una maglia è uno dei valori fondamentali per me. Credo che poter dare davvero il massimo in campo si debba per forza essere anche coinvolti emotivamente: essere affezionati al Club, alle persone che lo compongono e alla maglia che si indossa.

Io che nella mia carriera sportiva di Società ne ho cambiate davvero tante un po’ le invidio queste due ragazze fortunate, ma anche caparbie e forti. Mi sembra che il loro sia un esempio di “matrimonio” perfettamente riuscito, in cui la fedeltà a una casacca si sposa alla determinazione per ottenere grandi risultati.

Silvia Gottardi

Il ricordo per la Gazzetta della Sport di Settimio Pagnini da parte di una delle sue allieve, la grande Mabel Bocchi:

Il basket piange la scomparsa di Settimio Pagnini, esimio allenatore di pallacanestro.

InizioIndietro12AvantiFine
Pagina 1 di 2

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB COP FB 30

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd