top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 192
Domenica, 10 Gennaio 2016 04:05

9 modi per convincere gli arbitri a fischiare a proprio favore

Una brillante provocazione in salsa americana, lanciata da Coach Mac, che riprendiamo sicuri di creare dibattito. E se queste sono le “astuzie” Usa, figuriamoci quelle italiane...


1.Ingraziateveli prima della partita
La prima cosa da fare è guadagnarvi la loro fiducia prima di iniziare a giocare. Lo ripeto: prima.
Nel caso in cui vi capiti più volte lo stesso arbitro in una stagione o in un torneo, è buona cosa averci un buon rapporto diretto e questo non perché verranno fatti favoritismi a vostro vantaggio, ma perché così sarà più probabile che vi ascoltino quando avrete qualcosa da dire, invece che voltarvi le spalle ed ignorarvi.
Come guadagnarsi la loro fiducia? Ecco alcune delle cose che faccio io...
1.Presentatevi ad entrambi gli arbitri prima della partita.
2.Fate loro domande: “Come va il torneo?”, “Come va la giornata?”, etc.
3.Sorridete
2.Imparate i loro nomi
Prendetevi una manciata di secondi per ricordavi i nomi degli arbitri. C’è una bella differenza tra “Arbitro! Andiamo, dove è il fallo?” e “Michael! Andiamo, dove è il fallo?”.
Saranno più predisposti a parlarvi se li chiamerete per nome.
3.Complimentatevi per i buoni interventi
Fate in modo che l’arbitro riconosca la differenza tra un buono ed un cattivo intervento, indipendentemente dalla squadra per cui si fischia.
Di solito gli allenatori novelli comunicano con l’arbitro solo quando hanno qualcosa da ridire.
Gli allenatori con più esperienza invece si complimentano anche per le giuste decisioni, sia che siano in loro favore o meno.
Non fatelo ad ogni fischio. Risparmiatevi per quelli 50/50, quando è probabile che l’arbitro riceva insulti dai giocatori o da qualche genitore. Se credete che l’arbitro abbia fatto la cosa giusta, diteglielo.
4.Chiedetegli di far particolare attenzione ad alcuni aspetti del gioco
A volte basta far notare all’arbitro quello che credete possa esser determinante.
Ho proferito innumerevoli volte la frase “Potrebbe tener d’occhio___?” e sempre questo ci ha guadagnato le due o tre chiamate successive.
Un paio di esempi: “Ehi Michael, può far attenzione a quanto il 41 si ferma nel pitturato?”, oppure “Ehi Larry, mi terrebbe d’occhio il 24? Trattiene il mio ragazzo ogni volta che taglia”.
Quando gli fate notare un possibile fallo, l’arbitro inizierà a CERCARLO.
5.Insegnate ai vostri giocatori come comportarsi
Così come ogni giocatore non centra ogni volta il canestro ed ogni allenaotore non sempre fa i giusti cambi, anche gli arbitri non hanno ragione il 100% delle volte.
L’ultima cosa che volete sarà pertanto che i vostri giocatori si lamentino di continuo e indispongano l’arbitro.
Insegnate loro a preoccuparsi del gioco, agli arbitri ci penserete voi.
Chi non rispetterà questa regola, sostituitelo immediatamente. Non lasciate che un giocatore si inimichi l’arbitro e svantaggi tutta la squadra.
6.Non siate maleducati sarcastici
Stessa regola sia per voi che per i giocatori... non siate maleducati. È un cattivo esempio per i vostri ragazzi e in più vi farà odiare dagli arbitri.
Ogni giocatore, allenatore ed arbitro sa di cosa parlo... commenti sarcastici, risatine, etc. Tutte queste cose danneggiano la squadra e sono assolutamente non necessarie.
7.Adattatevi all’arbitro
La verità è che non tutti gli arbitri sono uguali. Quello a cui prestano attenzione dipende da come sono stati istruiti, da cosa gli hanno insegnato a guardare e a considerare fallo o meno, etc.
Queste cose si notano soprattutti negli arbitri più giovani che ancora stanno imparando. Non ci saranno mai arbitri NBA che vanno ancora al college e che conoscono le regole come il palmo della loro mano.
Dovete adattarvi.
Se qualcosa che non capisco vien fischiato due volte, dando per assodato che dopo la seconda chiamata la prima non fosse una svista, la prima cosa che faccio è cercare di capire il punto di vista dell’arbitro chiedendogli: “Cosa è che sbaglia il mio ragazzo?”.
Fatevi dare dei chiarimenti e correggete il giocatore.
Questo anche dimostra all’arbitro che state cercando di giocare nel massimo rispetto delle regole.
8.Stringete sempre la mano dopo la partita
Quando è tutto finito, sia che abbiate vinto o perso stringete la mano agli arbitri. Per un paio di ragioni:
a.Sportività. Ricordate che siete anche un modello per i vostri giocatori, dategli il buon esempio;
b.Lo stesso arbitro potrebbe ricapitarvi. Fate in modo che non si presenti al match successivo avendovi già in antipatia. Lasciatevi con le buone e ritrovatevi nello stesso modo.
9.Imponetevi con un fallo tecnico
Un fallo tecnico è un modo per dichiarare il vostro malcontento per come gli arbitri stanno gestendo la partita.
Sebbene io personalmente non lo abbia mai fatto, ho sentito di molti coach che intenzionalmente ne provocano uno per farsi sentire. In alcuni casi, dopo essersi presi il fallo tecnico, la situazione si è ribaltata ed hanno iniziato a guadagnare fischi.
Alla fine, la squadra avversaria guadagna solo due tiri liberi, il che potrebbe fare la differenza in una partita particolarmente combattuta, ma che non è determinante nel contesto di un gioco normale con tutti i suoi canestri mancati e gli interventi 50/50.
Allenatori, tenete anche sempre presente l’età della gente che allenate prima di usare questa tecnica. Invenendo contro l’arbitro, automaticamente trasmettete il messaggio che è ok arrabbiarsi quando le cose non vanno come vogliamo.
Personalmente, questo metodo non lo adotterei con giocatori con 16 anni o meno. E anche se ne hanno di più, lo farei solo per una partita davvero importante.

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB29 Copertina Social

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

DMC Firewall is a Joomla Security extension!
×