top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 192
Venerdì, 04 Settembre 2015 05:27

Nostra Signora del basket: Paola Ellisse

Paola Ellisse (Foto Ciamillo-Castoria) Paola Ellisse (Foto Ciamillo-Castoria)

La sua voce è inconfondibile per tutti quelli che seguono il basket.
Eh sì, perché se almeno una volta (e se siete 'baskettofili' è sicuro) avete ascoltato una telecronaca in cui la 'voce narrante' è di una donna, allora saprete che stiamo parlando della giornalista, ora vice caporedattore della redazione sportiva di Sky, Paola Ellisse.


Brava, preparata e davvero unica nel suo genere visto che è riuscita a 'imporsi' in un mestiere nel quale il gentil sesso è una rarità. Davvero una mosca bianca, che ha cambiato la storia del basket nel piccolo schermo.
Fu la prima giornalista in gonnella infatti, ormai quasi 20 anni fa, nel novembre 1995, a debuttare ai microfoni di Tele+ per condurre la telecronaca di una partita di pallacanestro universitaria a stelle e strisce: la gara tra U-Conn e U-Mass e qualche settimana dopo, fece il suo esordio per la diretta di Coppa Korac tra Scavolini Pesaro e Aek Atene.
E' stata anche la prima donna a commentare le gare di Eurolega e sarà probabilmente, anche lì, l'unica ad averlo fatto. Poi anche l'Nba.
Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, ma le uniche cose che non sono mai cambiate sono l'entusiasmo per il proprio lavoro e l'amore sconfinato per la palla a spicchi.

-Sky sarà un po' la casa del basket visto che oltre a Nba, Eurolega, Serie A2 maschile, Serie A femminile e agli Europei, aggiungerete i pacchetti Silver e Bronze della serie A Beko. Che novità attendono tutti gli appassionati ?
“Il prodotto Sky sulla serie A -dice la Ellisse - è collaudato, per cui ricalcheremo sostanzialmente quanto fatto in passato, anche se introdurremo un nuovo personaggio nella nostra squadra, che sarà sicuramente un addetto ai lavori. Il suo nome lo renderemo noto non appena possibile”.
-Seguirete in diretta e in esclusiva anche tutti gli Europei, cui parteciperà anche la Nazionale di Pianigiani.
“Saranno 15 giorni di trincea perché l'impegno profuso e le energie spese da tutto il nostro team saranno tantissimi. Stiamo parlando di qualcosa come 360 ore di programmazione, con un canale interamente dedicato 24 ore su 24. Insomma una bellissima maratona che speriamo veda come protagonisti sino in fondo i nostri azzurri”.
-Si è parlato molto di questa Italia, che sulla carta pare davvero molto forte: può essere da podio?
“Sulla carta direi sicuramente sì. Questa squadra ha un talento debordante, è chiaro che in una manifestazione come quella che ci apprestiamo a vivere dal 5 settembre, si gioca ogni giorno in maniera feroce e tutto può succedere. E' anche questo il bello di queste competizioni, il fatto che arrivi l'outsider, la formazione che non ti aspetti, che invece a sorpresa, arriva fino in fondo. Ripeto, però questa Italia ha tecnica, talento e qualità e penso che i ragazzi azzurri abbiano tutte le carte in regola per fare uno splendido Europeo”.
-Quali saranno le avversarie più insidiose?
“La Francia, detentrice del titolo – continua la giornalista - è sicuramente una cliente da cui ben guardarsi, poi direi la solita Spagna che, nonostante qualche defezione, sarà una squadra altamente competitiva e poi io direi la Grecia, che parte in silenzio, da outsider, ma che penso sia una formazione da seguire con molta attenzione”.
-Lei ha recentemente intervistato un'icona del basket mondiale come Michael Jordan. Come è stato incontrarlo?
“E' stata un'esperienza incredibile, basti dire che nel momento in cui parlavo con lui mi sembrava di vivere quel momento come se lo stesse in realtà vivendo qualcun altro. E' stata una cosa talmente enorme, talmente impossibile che raccontarla è difficilissimo. MJ è stato letteralmente delizioso, mi ha messo a mio agio, è una persona disponibilissima, semplice. Da un personaggio del genere non me lo sarei mai aspettata, proprio per quello che rappresenta, invece è stato come fare una bella chiacchierata con una persona che conosci da anni. Di sicuro l'esperienza professionale migliore della mia vita: come ho detto prima, inspiegabile”.
-Nella attuale Nba si parla spesso se ci sia qualcuno in grado di raccogliere il testimone di un campionissimo come Jordan...
“Lo stesso Jordan ha ammesso che quello è un dibattito su cui ci si potrebbe interrogare invano perché sarebbe impossibile arrivare a una risposta. Attualmente nel basket pro americano ci sono molte figure importanti, dei campioni di sicuro interesse, tra cui Steph Curry, Lebron James, Kobe Bryant e così via. Però una risposta a un quesito così difficile credo in effetti non si possa dare”.
-Quella che lei e il suo team di Sky vi apprestate a vivere sarà una stagione...
“Lunga e immagino arriveremo a giugno sui gomiti perché avremo dato tutto, con la consapevolezza di aver offerto il meglio, perché alla fine siamo un team piccolo ma pieno di passione. Ci piace vivere quotidianamente la pallacanestro e non solo perché dobbiamo mandarla in onda”.

L'anno degli esordi di Paola Ellisse pare davvero lontanissimo e quello che è successo poi del resto, è storia.
Una storia che senza dubbio verrà ancora arricchita di nuovi capitoli.
Sempre con la palla a spicchi in testa.

Laura Maiorano

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

mental2

copertina

Cerca

SB Copertina 31 FB

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!