top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 192
Venerdì, 06 Gennaio 2017 21:59

Recap Euroleague - Round 16

Si chiude la prima giornata del girone di ritorno di Euroleague e non cambiano le gerarchie in vetta alla classifica. Dietro alla capolista Cska, sconfitta nel big match di serata sul campo del Real Madrid per 95-85, vincono tutte le immediate inseguitrici. Sembra non fermarsi più il Baskonia di Bargnani che rifila 30 punti al malcapitato Unics Kazan, nonostante la solita ottima prova individuale dell’MVP stagionale Keith Langford. I baschi, ad una sola vittoria di distanza dalla capolista, dominano fin dalla palla a due grazie al dominio sotto canestro di Voigtmann (14 punti con 70% dal campo) e Beaubois con 29 punti; per il francese ex Dallas Mavericks si tratta della stagione del rilancio dopo le difficoltà incontrate in Francia e in Belgio a Charleroi.

Nell’altra grande sfida di giornata, l’Olympiakos vince il derby di Atene contro il Panathinaikos del neo arrivato Gentile (77-69). Grazie ad un’ottima prova di squadra, i biancorossi conducono fin dall’inizio una sfida nervosa sia in campo che sugli spalti. Poco convincente la prova di Gentile che nonostante l’avvio in quintetto, gioca solo 8 minuti, con nessun punto a referto; ha bisogno di tempo il talento azzurro per entrare nei complessi meccanismi di gioco di coach Pascual.

Nelle altre sfide di giornata, esce vittoriosa la Stella Rossa in casa dello Zalgiris (61-77) e vince sulla sirena il Maccabi in casa con il Darussafaka di Coach Blatt. Nel derby di Istanbul vince l’Efes contro il Galatasaray per 84-73. 

Lampi di buon basket per l’Olimpia Milano che nonostante un’ottima prova, perde con il Fenerbahce 86-79 la nona partita consecutiva in Europa. Contro la squadra di Obradovic e Datome, l’EA7 arriva a due minuti dalla fine con un possesso di distanza, ma ai ragazzi di Repesa non riesce l’impresa di vincere sul difficile campo turco. Qualcosa sembra essere cambiato, con Hickman e Kalnietis a trascinare un gruppo che per una sera sembra tornato compatto e deciso, soprattutto nella metà campo avversaria; le prossime gare saranno decisive per capire se l’Olimpia riuscirà a chiudere con orgoglio un girone di ritorno con ben pochi obiettivi da raggiungere.

Ed infine, ancora una volta, merita una menzione particolare il nostro Niccolo Melli che dimostra di non essere solamente l’MVP di Dicembre in Europa, ma di portare energia e soprattutto punti al vittorioso Bamberg (85-65) in casa contro un Barcellona alla 6a sconfitta consecutiva esterna. Qualche numero dell’azzurro? Miglior rimbalzista difensivo dell’Eurolega (102 in 16 giornate), 16 punti di media nell’ultimo mese, 56% da due e 57% da tre per il talentino di Reggio. È il leader di un gruppo in ripresa con la volontà di giocarsi i Playoff in primavera.

Nella prossima giornata, altra sfida proibitiva per l’Olimpia che farà visita ad un Cska in cerca di riscatto dopo la sconfitta di questa sera, il Barcellona cercherà di rientrare in corsa per i playoff ospitando il sempre temibile Olympiakos mentre il Bamberg andrà in Russia a casa Langford per cercare ulteriori punti per entrare nelle prime 8.

#devotion

Mattia Palesa

Pubblicato in Estero

Milano e l’Eurolega si guardano negli occhi, un rapporto che per andare avanti ha bisogno di risposte forti, a partire dalla sfida all’ Efes Istanbul. Jasmin Repesa ha lanciato il segnale, quaranta minuti per capire se l’Olimpia scatenerà l’inferno o alzerà bandiera bianca, con Alessandro Gentile fuori causa.

Pubblicato in Estero

Da QS le dichiarazioni della vigilia di coach Repesa:

Pubblicato in Estero

Quintetto EA7: Cinciarini, Mclean, Gentile, Cerella, Macvan
Quintetto Anadolu Efes: Dunston, Diebler, Granger, Batuk, Saric

 

 

 

 

Primo quarto
L'esordio della gara è caratterizzato da qualche difesa “zemaniana” per entrambi i quintetti, ma Milano riesce a uscire elegantemente dai raddoppi sui lunghi e a metà quarto è avanti di 1 (12-11). Terzo fallo di Cerella, Saric che continua a punire dall'arco (2/2), ma l'EA7 sembra in controllo e riesce a trovare continuità nell'attaccare il canestro. Repesa effettua i primi cambi e l'Efes comincia a girare a mille grazie ad un inafferrabile Heurtel: arriva il pareggio a 1 minuto dalla fine e poco dopo la squadra di Ivkovic chiude il quarto in vantaggio sul risultato di 21-20.

Secondo quarto
Tripla di Hummer e alley-oop per Lawal: buon ritmo offensivo per i “crociati” biancorossi, ma i tiratori dell'Efes hanno dei bazooka al posto delle mani. Break velenoso dei padroni di casa, che cercano di scappare a +7 (32-25), grazie a qualche errore veniale in fase di regia – specie di un Gentile piuttosto confuso. Jenkins sblocca l'attacco lombardo portando i suoi a -4 (35-31) e poco dopo punisce nuovamente la pigra difesa dei turchi con un'altra bomba: 35-34 e Milano torna a -1. I tiratori dell'Efes offrono al pubblico di casa un impressionante 8/10 dalla lunga distanza, ma la capacità di reazione di Gentile e compagni tiene l'EA7 ancora in partita: il tabellone recita 43-42 per gli uomini di Ivkovic.

Terzo quarto
Parte bene l'Efes (se Saric gioca bene, Heurtel gioca divinamente), ma Milano risponde ancora meglio, trovando contropiedi ed un nuovo vantaggio (51-47). Nonostante qualche difficoltà nei falli e nella difesa dentro l'area, l'EA7 gioca di squadra e anche col secondo quintetto non molla ed insegue a -3 (62-59). Il terzo quarto arride decisamente ai turchi, che tornano in panchina a rifiatare sul +6 (69-63).

Quarto quarto
Un discreto vantaggio separa le due formazioni (74-68): quando Milano è priva di Gentile e di Macvan fa una fatica sisifica per mantenere alto il livello della competitività. Heurtel umilia il suo pari ruolo Simon, infilando la bomba del +11 (massimo vantaggio in questo quarto) e l'inerzia è dipinta di bianco e di blu. La sfiducia s'impadronisce della mente dei milanesi, che affondano a -14 quando mancano meno di tre minuti alla sirena conclusiva. Efes prevedibilmente vincente per 89-73.

Pubblicato in Estero

L’Olimpia Milano ha raggiunto Istanbul e in serata sosterrà l’ultimo allenamento prima della gara di giovedì 22 ottobre alle 19 italiane contro l’Anadolu Efes.

Pubblicato in Estero

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

Cerca

SB28 Copertina Social

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next
Our website is protected by DMC Firewall!