top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Una sfida importantissima quella che domani attende Venezia.  Vincere significherebbe mettere due lunghezze di distanza rispetto alla terza posizione attualmente occupata da Avellino che ha all’attivo una vittoria in meno rispetto ai lagunari.

Pubblicato in Lega A

La Rayer alla fine c’è riuscita. L’unica delle italiane ad essere arrivata fino alle Final Four di Champions League affiancata poi da Monaco, Banvit e Tenerife.

Pubblicato in Lega A

Per la partita di ritorno dello storico quarto di finale di Champions League tra Umana Reyer e Pinar Karsiyaka in programma al Taliercio mercoledì 29 marzo (20.30) la società orogranata ha deciso di riservare un ulteriore trattamento privilegiato a tutti i propri abbonati ed estendere la validità delle tessere Eurogold Numerato, Eurogold, e Under 24 che permetteranno di assistere gratuitamente alla gara. Per tutti i titolari di tali tessere sarà sufficiente esibire l’abbonamento all’ingresso del Palasport. L’Umana Reyer chiama a raccolta i propri tifosi e invita tutti a vestirsi di granata per colorare il Taliercio e dare la carica ai ragazzi di coach Walter De Raffaele in questa partita storica: gli orogranata devono rimontare il -3 maturato in Turchia per accedere alle Final Four della Basketball Champions League! L’Umana Reyer comunica che, in seguito al raggiungimento del Sold Out, da stasera non sono quindi più disponibili biglietti per il match di mercoledì.

Pubblicato in Lega A
Martedì, 28 Marzo 2017 13:37

Venezia: rientra Tonut

Venezia è tornata in striscia positiva in campionato ma ora c’è anche da pensare alla Champions dove la situazione è delicata.

Pubblicato in Lega A

E’ il momento di accantonare la Champions per qualche giorno e concentrarsi sul campionato interno.

Pubblicato in Lega A

L’ala dell’Umana Reyer Melvin Ejim dopo la gara d’andata dei quarti di finale di Champions League disputata ad Izmir e vinta 74-71 dal Pinar Karsiyaka. Mercoledì 29 marzo (20.30) il ritorno al Taliercio: “Abbiamo giocato un’ottima partita in un’atmosfera incredibile e contro una grande squadra – le parole di Ejim – Il tifo ha sicuramente inciso nella prima parte di gara e speriamo, anzi sono sicuro, che al ritorno i nostri tifosi ci daranno la stessa energia. Siamo stati bravi a rientrare dopo un inizio difficile e nei momenti finali abbiamo messo in campo intensità e concentrazione sui dettagli e rispettato al meglio il piano partita. Tornare a Venezia con un -3 da ribaltare è un buon risultato. Il basket a volte premia chi fa meno errori e noi siamo bravi a lavorare sui nostri e limarli grazie alla grande disponibilità di tutti. Stiamo inoltre migliorando sulla capacità di trovare soluzioni alternative durante la stessa gara. Unire talento, spirito di squadra e solidità mentale significa diventare una grande squadra, noi lavoriamo in quella direzione. Domenica sarà difficile, a Caserta: l’atmosfera lì sarà rilevante e loro faranno di tutto per vincere. Noi dobbiamo recuperare energie fisiche, mentali e rimanere concentrati per 40′, perché vogliamo continuare la striscia positiva in campionato.”

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121727/ejim___al_ritorno_ci_aiuter___la_energia_dei_nostri_tifosi

Pubblicato in Lega A

Poteva andare molto peggio: la Reyer Venezia esce dalla difficile trasferta turca con un -3 da ribaltare, maturato contro il Pinar Karsiyaka, uscito vincitore con il punteggio di 74-71. Uno scarto pressochè minimo, che dà ottimismo alla truppa orogranata, costretta ad inseguire e a rimontare i padroni di casa, sfiorando l’impresa nell’ultimo minuto. Positive le prove di Haynes ed Ejim, che mettono in difficoltà il Pinar nell’ultimo quarto, mentre tra le fila biancoverdi si segnala l’ottima prova di Ponitka, autore di 25 punti. 

Nel primo quarto, McGee illude i suoi con la bomba iniziale, ma sale in cattedra Ponitka, che sigla nove punti consecutivi e stacca i veneti con un parziale di 12-0, portando il Pinar sul 20-6. Solo Peric e Filloy nell’ultimo minuto riescono ad evitare un passivo ben più irrecuperabile, chiudendo il primo quarto sul 25-15. Nei dieci minuti successivi, i turchi provano la fuga, toccando il +15 a più riprese, mentre tra le fila della Reyer c’è il solo Peric a referto, mantenendo invariato il gap all’intervallo lungo (40-30). 

Di ritorno sul parquet, il solito Peric accorcia e la Reyer è in partita (40-34), tuttavia Summers è caldo e sigla sette punti in pochi istanti, aumentando il divario oltre la doppia cifra di scarto. Si accende Haynes nella seconda metà del quarto, con diverse giocate fuori dalla norma e sigla il -5. Brown chiude con cinque punti consecutivi, prima della schiacciata di Ress, Karsiyaka conduce di otto al 30’. Nell’ultimo quarto, Venezia non molla la presa, Haynes trova due triple pesantissime, mentre Bramos infila due long-two, Venezia è sotto di soli due punti a metà quarto. Green ritrova confidenza con il canestro e piazza la tripla del +6 a due minuti dalla fine. Nell’ultimo minuto, Ejim dà spettacolo, rubando palla, guadagna due liberi, sbaglia il secondo e riesce a conquistare il rimbalzo, schiacciando per il -2 a quaranta secondi dalla fine. Green ridà linfa e ossigeno ai suoi dalla lunetta, mentre Ponitka ipoteca la vittoria con due liberi. Tuttavia, Haynes riesce a ridurre ancora di più il gap, segnando due liberi su tre, mentre il tiro della disperazione di Filloy si infrange sul tabellone, sul punteggio di 74-71 per il Pinar sulla sirena. 

Tutto rimandato a mercoledì al Taliercio. 

 

 

Giorgio Giovannini

Pubblicato in Coppe
Mercoledì, 22 Marzo 2017 12:01

Venezia sfida il Pinar

Prima chiamata per la Reyer che ora è a solo ad  80 minuti dalle Final Four di Champions.

Pubblicato in Lega A

Dubbi sulla possibilità che Esteban Batista possa scendere in campo contro Torino nella partita di domenica.

Pubblicato in Lega A

Una prestazione magistrale del grande ex di serata, Ariel FIlloy, permette alla Reyer Venezia di espugnare il PalaCarrara di Pistoia, con il punteggio di 71-78. Il playmaker italoargentino, in forza ai lagunari, sale sulla cattedra nell’ultimo quarto e si carica sulle spalle la squadra nel momento di maggiore difficoltà e la vince da solo, con due triple e tre penetrazioni dall’alto coefficiente di difficoltà. Con questa vittoria, i veneti volano al secondo posto in classifica, mentre Pistoia resta nel gruppone fuori dai playoff. 

Avvio di gara equilibratissimo, Venezia sblocca per prima, portandosi sul 3-5, con i punti di Peric, ma Petteway è on fire e mantiene a contatto i suoi, sorpassando a più riprese gli ospiti. Gli attacchi non decollano, a metà quarto è 10-9 per la The Flexx Pistoia, mentre l’ingresso di Filloy ridà fluidità nella manovra veneta, tuttavia, non riesce la fuga per Venezia, che chiude il primo quarto sul 17-19. Nel secondo periodo, i toscani approcciano nel migliore dei modi, con un break di 12-2, che vale il 29-21 con le triple di un preciso Roberts. Peric sblocca da tre punti e riporta i suoi sul -3, ma Lombardi e Okeareafor ripristinano il +8 a pochi minuti dall’intervallo. Il croato in maglia orogranata trova un’altra bomba e chiude il primo tempo sul 41-36 a favore di Pistoia. 

Venezia rientra sul parquet con il piglio giusto: Ress dall’arco e Peric in area permettono ai compagni di agganciare gli avversari a quota 41, mentre il sorpasso arriva a metà quarto, con la quarta tripla di Ress. L’inerzia si gira a favore dei veneti, che ritrovano una buona percentuale al tiro e sono sul punto di premere sull’acceleratore, ma Antonutti tiene in vita i suoi con una tripla e tiri liberi, annullando il +8 ospite. Nell’ultimo minuto, una serie di errori madornali non cambia il risultato e Venezia conduce di sei punti (58-64). Negli ultimi dieci minuti, Pistoia ci crede e si porta sul -1, ma sale in cattedra Ariel Filloy, che sigla due triple in sequenza e in area si dimostra immarcabile, trovando diversi canestri di pregevole fattura, che ipotecano la partita. Venezia nell’ultimo minuto amministra sapientemente il gap e Bramos chiude i conti con la tripla del 71-78 finale. 

 

Giorgio Giovannini

Pubblicato in Lega A
InizioIndietro12345678910AvantiFine
Pagina 1 di 23

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB COP FB 30

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

28-04-2017

Mercato Seria A

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!