top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Per la partita di ritorno dello storico quarto di finale di Champions League tra Umana Reyer e Pinar Karsiyaka in programma al Taliercio mercoledì 29 marzo (20.30) la società orogranata ha deciso di riservare un ulteriore trattamento privilegiato a tutti i propri abbonati ed estendere la validità delle tessere Eurogold Numerato, Eurogold, e Under 24 che permetteranno di assistere gratuitamente alla gara. Per tutti i titolari di tali tessere sarà sufficiente esibire l’abbonamento all’ingresso del Palasport. L’Umana Reyer chiama a raccolta i propri tifosi e invita tutti a vestirsi di granata per colorare il Taliercio e dare la carica ai ragazzi di coach Walter De Raffaele in questa partita storica: gli orogranata devono rimontare il -3 maturato in Turchia per accedere alle Final Four della Basketball Champions League! L’Umana Reyer comunica che, in seguito al raggiungimento del Sold Out, da stasera non sono quindi più disponibili biglietti per il match di mercoledì.

Pubblicato in Lega A
Mercoledì, 29 Marzo 2017 13:12

Milano: Kalnietis out per due settimane

Anche la prossima giornata per Milano sarà una giornata con il roster agli sgoccioli. 

Pubblicato in In evidenza
Mercoledì, 29 Marzo 2017 12:39

Avellino: contro Venezia rientra Ragland

Ottime notizie per Coach Sacripanti. Joe Ragland rientra infatti tra i ranghi di Avellino.

Pubblicato in In evidenza

Coach Federico Pasquini ha incontrato i giornalisti in vista della prossima sfida dei suoi ragazzi. Domani, mercoledì 29 marzo, alle 20:30 al PalaSerradimigni sarà alzata la palla a due del match di ritorno dei quarti di Basketball Champions League con l’As Monaco. Una sfida epica che vale il biglietto per la Final Four di Basketball Champions League. “Domani giochiamo una partita che ci riempie di orgoglio, poter giocare queste sfide è ciò che dà valore al nostro lavoro. Si lavora tanto per arrivare a match come questi e noi abbiamo lavorato duramente sette mesi per poterci giocare la qualificazione alla Final Four di Basketball Champions League. Mi immagino una situazione di estrema energia, estrema elettricità, dove sono convinto che, con il grande pubblico del PalaSerradimigni, si creerà un’atmosfera particolare. Sarà importante non pretendere tutto subito, perché se ti fai prendere dalla fretta vai in ansia e non giochi la tua pallacanestro. Bisognerà cogliere l’attimo, esattamente come fanno i pugili che continuano a picchiare e attendono il momento in cui l’avversario cede per buttarlo giù. L’esperienza di Nymburk ci ha insegnato che può bastare un break di pochi minuti: quella di domani è una gara 2, sono convinto che abbiamo sufficiente maturità e personalità per sapere che l’ansia e la fretta ce le dobbiamo lasciare alle spalle. Dovremo fare la nostra partita e ragionare su quello che sarà il momento favorevole, consapevoli che giochiamo contro una squadra dal grande atletismo, fisicità e presenza; una squadra che arriverà qui forte dell’annata positiva che sta disputando. Sono convinto che noi siamo pronti per questa sfida”. Quale può essere la chiave per limitare la loro fisicità? “L’unico modo per arginare la loro presenza fisica è restare più svegli ed essere più intelligenti nei piccoli particolari, nei dettagli. Dovremo metterci in condizione di non fare gli errori dei primi tre quarti a Monaco, come consentirgli tagli backdoor o di andare a rimbalzo offensivo in maniera dinamica, quelle cose dove il loro atletismo ti stritola. Domani sarà un’altra partita, dove entrambe le squadre avranno lavorato sui dettagli. Sono convinto che domani l’approccio alla partita sarà leggermente diverso rispetto a gara 1”. Ha già deciso chi schiererà? “Abbiamo allenamento adesso, mi interessa vedere le facce dei giocatori e le situazioni fisiche. Questa è una squadra che dal punto di vista dell’impegno e degli attributi non puoi non amarla, esegue qualsiasi cosa che gli chiedi e ci tiene a vincere. È un gruppo che ci crede sempre, che è convinto di poter vincere con chiunque; anche le facce a Cremona nel finale erano quelle giuste. Per impegno e volontà di sbattersi questi ragazzi sono encomiabili”.

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121754/bcl__banco_di_sardegna_cerca_la_rimonta_contro_il_monaco__pasquini___siamo_pronti_per_questa_sfida_storica

Pubblicato in In evidenza
Martedì, 28 Marzo 2017 14:10

Provvedimenti Disciplinari serie A

Serie A - 24a Giornata - Gare del 26 MARZO 2017

 

ENEL BRINDISI. Ammenda di Euro 3.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per modalità di applicazione della recidiva reiterata e per lancio di oggetti non contundenti collettivo sporadico, senza colpire e per lancio di sputi collettivo e frequente, colpendo e per lancio di oggetti contundenti collettivo sporadico, senza colpire.

SIDIGAS AVELLINO. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive sporadiche del pubblico verso un tesserato della società avversaria.

PASTA REGGIA CASERTA. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

ANTIMO LUBRANO (dir. accompagnatore PASTA REGGIA CASERTA). Ammonizione per aver protestato, a fine gara, avverso le decisioni arbitrali 

OPENJOBMETIS VARESE. Ammenda di Euro 2.000,00 per offese collettive e sporadiche verso gli arbitri ed offese collettive e frequenti verso un tesserato della società avversaria.

DANIELE CAVALIERO (atleta OPENJOBMETIS VARESE). Squalifica per 1 gara: veniva espulso per aver offeso e spinto l'avversario Stojanovic, fatto che ne comportava l'espulsione. La squalifica è sostituita con ammenda di Euro 3.000,00.

VOJSLAV STOJANOVIC (atleta BETALAND CAPO D'ORLANDO). Squalifica per 1 gara: veniva espulso per aver offeso e spinto l'avversario Cavaliero, fatto che ne comportava l'espulsione. La squalifica è sostituita con ammenda di Euro 3.000,00.

THE FLEXX PISTOIA. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri.

 

 

Fonte:http://www.fip.it/News.asp?IDNews=9949

Pubblicato in Lega A
Martedì, 28 Marzo 2017 14:02

Varese: allarme rientrato per Cavaliero

Un problema in meno da affrontare per Varese che nell’ultimo match si è ritrovata con capitan Cavaliero espulso.

Pubblicato in Lega A
Martedì, 28 Marzo 2017 13:37

Venezia: rientra Tonut

Venezia è tornata in striscia positiva in campionato ma ora c’è anche da pensare alla Champions dove la situazione è delicata.

Pubblicato in Lega A
Martedì, 28 Marzo 2017 12:36

Le nostre pagelle su Brescia

BERGGREN 6: Come tutti  è costretto a fare gli straordinari. Fa quello che può ma non può di certo diventare il salvatore della patria. Macina quello che può per la squadra sia in attacco che in difesa ma non gli si può chiedere di più.

VITALI  L 6,5: Parte un pò fiacco, ma è colpa anche della squadra che non lo segue. Poi però comincia ad ingranare e alzare la voce con i suoi per farli riprendere. In attacco trova delle buone soluzioni ma le rotazioni corte incidono tantissimo sul suo rendimento

LANDRY 6,5: Rimane il maggior terminale offensivo della squadra, ma forse ad un certo punto viene sfruttato troppo. Esce dai giochi per due falli antisportivi che ne decretano l’espulsione. A quel punto Brescia privata del suo migliore in campo comincia a sprofondare del tutto.

BOLIS 6: In momenti di ristrettezza serve l’aiuto di tutti. Buona prova di grinta ed energia in cui riesce a collezionare due punti che servono a poco, ma che vogliono dire tanto.

NYONSE: Non valutabile per il pochissimo tempo in campo ma da prova di non aver paura della massima serie.

VERTOVA: Esordio in campo. Non valutabile per il pochissimo tempo che gli viene concesso che comunque gli basta per trovare un punto. 

LAGANA’  6: Le prova tutte e si vede che ha voglia di vincere ma non è lui che può far vincere la partita. Può comunque essere un gregario importante da sfruttare, ma non in situazioni di ristrettezza come questa.

BURNS 6,5: Si sbatte e combatte ma in campo ci sta tanto e dopo un pò è fisiologico abbassare la guardia e Reggio non perdona. Bravo comunque a non perdersi troppo nel caos generale ma continuare a lottare fino all’ultimo minuto. Forse l’unico che lo fa davvero.

BUSHATI 6: Poco da dire. Una partita tra alti e bassi, ma è vero che vista la situazione generale anche facendo la miglior partita della stagione sarebbe cambiato poco.  Continua a correre nonostante fatichi parecchio fisicamente e solo per questo bisognerebbe fargli un applauso. Tecnico comprensibilissimo, ma assolutamente non necessario.

 
Pubblicato in Lega A
Lunedì, 27 Marzo 2017 13:38

Le nostre pagelle su Caserta

WATT 7: Ottimo sia in attacco che in difesa, anzi prezioso. Dentro all’area rende difficile la vita agli avversari. Lotta a rimbalzo catturandone parecchi.

GIURI 6,5: Ha guadagnato più spazio dalla partenza di Sosa. Produce un buon gioco, ma soprattutto alza la voce quando serve. Fa quello che deve fare un capitano.

BOSTIC 5,5: Un insufficienza che sarebbe potuto essere un voto invece molto alto. La prima parte di gara la gioca con la convinzione di volere a tutti i costi due punti, rubando palloni e difendendo come se non ci fosse un domani. Quando però ha veramente tra le mani la gara perde palla e fa anti sportivo.

GADDEFORS 6,5: Riesce a trovare diversi spunti interessanti durante la gara soprattutto con azioni di supporto ai compagni. Di punti ne fa pochi ma a rimbalzo e in difesa è sempre esplosivo ed efficace.

DIAWARA 5 : Una partita di cui non riesce a capire il senso. Si ritrova così ad essere trasparente sia davanti che dietro.

CINCIARINI 4: Non solo nullo ma dannoso, soprattutto quando perde fiducia nei suoi mezzi. Sul finale non rientra in campo nonostante ci fosse bisogno di lui. Va verso gli spogliatoi fischiato dai tifosi.

PUTNEY 5: In difesa dà veramente tutto. In attacco non fa praticamente niente. Un match con due facce in sostanza dove però sono più i danni delle cose buone. 

BERISHA 4,5: Palle perse, tiri senza senso e tanta confusione. Ecco il riassunto del suo match.

JOHNSON : Troppi pochi minuti in campo per essere valutabile. Ma la grinta che ci mette dovrebbe essere un esempio per la squadra.

Pubblicato in Lega A
Lunedì, 27 Marzo 2017 13:07

Le nostre pagelle su Avellino

GREEN 4: Difficile ripetere una prestazione come quella della scorsa giornata, ma il folletto è passato da un estremo all’altro. Una partita in cui il suo contributo è nullo.

LEUNEN 5: Continua il periodo buio in cui è entrato. Tira male da libero e soffre tanto in difesa contro avversari più atletici di lui.

RANDOLPH 5: Sotto canestro sbaglia tutto quello che può sbagliare ma di tanto in tanto un canestro lo trova. Troppo fermo sulle gambe per tenere il suo uomo in difesa.

LOGAN 6,5: Se si fosse svegliato prima forse sarebbe potuto essere diverso il risultato finale. Primo tempo da villaggio vacanze secondo da salvatore della patria anche se con il solo aiuto di Fesenko può fare poco.

OBASOHAN 5: In campo ci va ma la sua presenza  incide veramente poco sugli equilibri della partita. In difesa spesso si dimentica gli aiuti.

THOMAS 5: Chiude la partita con 7 punti e tanti errori, soprattutto difensivi.. L’ennesima prova negativa.

FESENKO 7,5: L’unico oltre a Logan con l’intento di portare a casa la partita. Di fatto immancarcabile, colleziona 28 punti in 29 minuti conditi ovviamente da tanta lotta dentro all’area. Va però fatto assolutamente un gran lavoro sui liberi.

CUSIN 5: Riesce a fare veramente poco ma è d’obbligo dargli più minuti possibili per farlo tornare in ritmo gara.

ZERINI 4: Piatto. Non riesce a trovare il filo della partita autoescludendosi dal match.

Pubblicato in Lega A
InizioIndietro12345678910AvantiFine
Pagina 1 di 85

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB COP FB 30

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

Our website is protected by DMC Firewall!