Il punto sull’ultima giornata di Seria A

Brindisi si giocava le sue chance di playoff e ha interpretato la gara come una battaglia di post-season, con grande energia e intensità, così Milano, già certa del primato, è stata coinvolta in un clima che sarà quello rituale dal 12 maggio in avanti. Non ancora al top con i suoi ex infortunati, promettente però il rientro di Fontecchio, l’Olimpia di coach Repesa ha mostrato voglia di combattere anche se non ha finito con sufficiente lucidità, perdendo al Pala Pentassuglia per 70-68 pur avendo avuto il pallone per vincerla, sotto di uno. In uno dei match più attesi della 27esima giornata di Serie A, quella pre-pasquale, a fare la voce grossa è la coppia Goss-Carter, capace di portare in dote al quintetto salentino di Sacchetti 30 punti complessivi: tra l’EA7 e solo Macvan, con 11, finisce in doppia cifra. Si conferma seconda forza del campionato l’Umana Reyer Venezia, che espugna per 84- 79 il “fortino” della Germani Brescia, che può solo consolarsi per la prova disuaman di Landry, in grado di realizzare la bellezza di 32 punti : 24 di Ejim tra i veneti. Affermazione casalinga per Cantù: la Mia piega in volata la The Flexx Pistoia per 73-71 con 52 punti complessivi del duo Johnson-Dowdell. Nel posticipo, infine, Reggio Emilia sfrutta il fattore campo e, al Pala Bigi, travolge per 91-80 la Fiat Torino con 22 punti di un super Amadori.