La Reyer Venezia vuole il secondo posto

 

Nona vittoria nelle ultime undici partite per la Reyer Venezia, che nell’ultima giornata di campionato si è presa la rivincita sulla Germani Brescia Leonessa, che l’aveva estromessa dai quarti di finale della Final Eight.
“Sapevamo che ci aspettava una partita molto difficile,” – sottolinea coach Walter De Raffaele – “perché Brescia si giocava una delle ultime chance per entrare nei playoff. Abbiamo disputato una partita dai due volti con una partenza in salita dove i nostri avversari sono stati molto bravi ad approfittarne. Durante l’intervallo siamo intervenuti a modificare alcune situazioni e i risultati si sono visti al ritorno sul parquet. Abbiamo giocato un grandissimo terzo quarto, durante il quale è emerso sicuramente il nostro rendimento offensivo, ma che è merito dell’ottima difesa che siamo riusciti a opporre a Brescia. Landry, per la Leonessa, è un giocatore di un’altra categoria. La Germani è rientrata e il finale punto a punto poteva premiare una squadra o l’altra, come sempre succede. Noi siamo stati più freddi e cinici a concretizzare le nostre azioni, ritornando a difendere alla grande e mettendo un’ipoteca sul match con quella tripla di Ejim.”

L’ala canadese con passaporto nigeriano è stata fondamentale nei minuti finali della gara del Pala George: Ejim ha realizzato il canestro che ha riportato avanti la Reyer dopo il sorpasso di Luca Vitali (78-77), ma soprattutto la tripla (81-87), che ha messo in ginocchio Brescia con la palla persa da Moss e il recupero di Filloy.

“Una vittoria importante per il nostro cammino quando mancano solo tre partite al termine della regular season; siamo ancora al secondo posto e a questo punto vogliamo continuare a mantenere vivo questo sogno. Un piazzamento di prestigio per una squadra che sta giocando da protagonista su due fronti, non è semplice. Ma anche sabato scorso a Montichiari i giocatori sono tutti stati straordinari, chi ha giocato di più e chi ha giocato di meno. Da sempre questa è la nostra forza.” (La Nuova)
Prima di rituffarsi nell’avventura Champions League (venerdì 28 a Tenerife) c’è ancora il campionato, domenica arriva al Taliercio una Varese da domare, una delle squadre più in forma della Serie A con sette vittorie nelle ultime otto gare giocate.