La Sidigas Avellino vince contro Cremona e mantiene il terzo posto

La Sidigas Scandone Avellino vince la seconda partita casalinga di fila battendo il fanalino di coda Cremona. I biancoverdi s’impongono con il punteggio di 85-78 dopo una gara condotta dall’inizio alla fine. La squadra di Sacripanti, priva ancora del centro Fesenko, offre l’ennesima buona prova di squadra. Stasera sugli scudi Logan, autore di 25 punti, e Thomas che mette a referto 19 punti. Pino Sacripanti cambia la strategia di gestione dei rookies ed i risultati, almeno nel breve periodo, sono buoni. Nello specifico il coach di origini canturine ridistribuisce minuti e compiti specifici, lasciando che l’alternanza e la suddivisione dei compiti coprano le mancanze dei singoli e nascondano le rispettive lacune. Nonostante la netta differenza tecnica tra le due squadre, Cremona non ha mollato un singolo centimetro, combattendo fino all’ultimo minuto. Primo quarto molto equilibrato, con Thomas e Logan in grande spolvero per Avellino, e Johnson-Odom e Gaspardo molto caldi dalla lunga distanza per Cremona. Ma è nel secondo periodo che la Sidigas prende quel vantaggio che a fine partita risulterà decisivo: sul punteggio di 31-31, Avellino piazza un parziale di 8-0, grazie alle penetrazioni di Regland e agli appoggi sotto canestro di Cusin; le squadre vanno all’intervallo e il tabellone dice 43-35 per la squadra campana. Nel terzo quarto Cremona prova una rimonta con i canestri di Harris e Johnson-Odom, ed arriva fino al -2. Coach Sacripanti decide allora di abbassare il quintetto, spostando Thomas da 4 e la Sidigas si riporta immediatamente a +7. L’ultimo quarto si apre con Obasohan che s’iscrive a referto segnando in penetrazione e con Logan che fa ammattire la difesa lombarda, portando i suoi sul +11. Mini parziale di Cremona di 5-0 con Johnson-Odom da tre e Thomas da dentro l’area che costringono coach Sacripanti a chiamare un timeout sul punteggio di 79-73. Rientrati in campo, Avellino riprende immediatamente le redini del gioco e grazie ai tiri liberi realizzati da Logan e Parlato, chiude la contesa con il risultato di 85-79.

AVELLINO: Zerini, Ragland 8, Green 5, Logan 25, Esposito, Leunen 5, Cusin 8, Severini, Randolph 8, Obasohan 6, A. Thomas 19, Parlato 1.

CREMONA: Johnson-Odom 21, Mian 4, Gaspardo 7, Harris 14, Carlino 8, Wojciechowski 4, Biligha 9, Turner 7, T. Thomas 4, Ibarra n.e. Coach: Lepore.