top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 21:56

TOP100 2017: N. 36 Dino Meneghin

(Membro del board di Fiba Europe)

L’uomo più conosciuto del basket italiano grazie ad un carisma e una personalità riconosciuta in Italia e nel mondo. Rappresenta la Federazione Italiana nel Board di Fiba Europe, un organismo che ha acquisito sempre maggior peso in questi mesi nella battaglia che si è scatenata con Eurolega per il controllo delle competizioni europee e che coinvolge anche le Federazioni nazionali.

La Pallacanestro Cantù comunica di aver risolto consensualmente il contratto con l’atleta Marco Laganà.

La Pallacanestro Cantù ringrazia Marco per l’impegno dimostrato in questi due anni e mezzo purtroppo non fortunati e gli augura di raccogliere in futuro le soddisfazioni che certamente si merita.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Cantù

Il giocatore ha già trovato un accordo con la Viola Reggio Calabria e presto andrà lì a giocare.

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 13:07

Venezia in Russia, ma senza Coach De Raffaele

L’umana Reyer è in Russia per la sfida di FIBA Champions League. Il roster è al completo, se escludiamo ovviamente Tonut che ne ha per altri due mesi.

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 12:46

Brescia: l'affare Bruttini si complica

Sembra che il mercato di Brescia si stia complicando. Non tanto perché non si è capito che strada percorrere, quando perché questa sembra essere particolarmente tortuosa.

presidente Roberto Maltinti, al termine di alcuni giorni di riflessioni e considerazioni, dopo la riunione del CdA che gli ha rinnovato la propria, incondizionata e totale fiducia, ha accettato la richiesta da parte dello stesso di proseguire nello svolgimento del proprio incarico, almeno fino al termine della corrente stagione. Tale, sofferta, decisione da parte del presidente, giunge anche in considerazione dei numerosissimi attestati di stima ricevuti (non unicamente da parte di tifosi e appassionati) e vista la delicatezza del momento, non solo sportivo, che richiede una forte assunzione di responsabilità. L'A.S.Pistoia Basket 2000 fa presente che ha dato incarico ai propri legali di dar vita alle necessarie iniziative in sede civile, al fine di ottenere da parte del Comune di Pistoia il mantenimento degli impegni presi per la realizzazione degli interventi sostenuti al palazzetto in estate, cioè il pagamento di quanto dovuto, indispensabile per rispettare l'accordo con la ditta che ha effettuato i lavori. Nello specifico la società ha provveduto per la messa in mora nei confronti dell'amministrazione comunale,certa di aver correttamente operato seguendo con precisione le indicazioni ricevute dall'amministrazione stessa. Alla luce inoltre di quanto sopra ed a causa dei rapporti inevitabilmente deteriorati con questa amministrazione, pare ormai difficile proseguire con la gestione del palazzetto. Sì ricorda per altro che il PalaCarrara negli anni ha assistito allo svolgimento di attività non solamente professionistiche, ma anche e soprattutto rivolte al mondo giovanile e dilettantistico e che nel corso di tutti questi anni sono state spese enormi quantità di denaro necessarie per mettere a norma e mantenere in uno stato di totale funzionalità una struttura di proprietà del Comune stesso, cosa che ha comportato progressivi costi a carico del club non supportati da eguali introiti. È pertanto intenzione di questa società operare una profonda riflessione sull'opportunità di recedere dalla convenzione a partire dal 1/7/17 ,essendo da tempo venute meno le condizioni economiche sufficienti per la gestione della struttura, situazione che oggi si è ulteriormente aggravata a causa del comportamento sleale avuto dall'amministrazione nella gestione di tutta questa triste vicenda

 

 

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121416/pistoia_basket_2000__il_presidente_maltinti_rimane_alla_guida_della_societ

Martedì, 17 Gennaio 2017 13:04

Brindisi: Donzelli e Joseph in via di recupero

Nonostante diversi alti e bassi è certo che Brindisi fino a questo punto abbia fatto un buon campionato.

Domani impegno europeo per Varese, che però probabilmente dovrà fare a meno dell’esperienza di Massimo Bulleri.

E’ stato presentato ufficialmente alla stampa il nuovo acquisto della Red October Cantù, David Cournooh. A fare gli onori di casa il direttore sportivo bianco- blu, Gianluca Berti: “Siamo chiaramente felici dell’arrivo di David. Un giocatore che abbiamo cercato perché pensiamo che abbia le caratteristiche necessarie per migliorare la nostra squadra. Cournooh ha voluto fortemente venire a Cantù, è animato da una grande volontà di riscatto e sono convinto che dimostrerà che la nostra decisione è stata corretta. Sapete che il suo contratto è valido anche per la prossima stagione. E’ un bel segnale perché significa aver investito su un italiano e sono certo che sarà uno sprone per David affinché l’esperienza canturina sia importante e determinante per la sua carriera”. 
La parola è quindi passata al nuovo acquisto della Red October, David Cournooh: “Innanzitutto voglio ringraziare la società per l’’opportunità che mi è stata offerta. Sono molto contento di essere qui e non vedo l’ora di iniziare ad allenarmi con i miei compagni. La mia scelta è legata al ruolo che mi è stato proposto. Ho tanta voglia di rimettermi in gioco perché in questi mesi a Pistoia per diverse ragioni le cose non sono andate come speravo. Conosco la storia di Cantù, in Serie A ho avuto modo di giocare al Pianella e so che è una piazza importantissima. Sono una persona di poche parole che preferisce dimostrare le sue qualità sul campo. Penso però di poter dare tanto a questa squadra in termini di energia e capacità di attaccare il canestro visto che posso giocare sia da playmaker sia da guardia. Ho avuto modo di affrontare la Red October un mese fa e devo dire che è una formazione totalmente differente rispetto a inizio stagione. Gianluca mi ha detto che questo è un gruppo di bravissimi ragazzi che si trovano bene anche fuori dal parquet e quindi sono felice di essere arrivato a Cantù. Cosa puoi offrire alla Red October? Credo di poter garantire energia e penso di avere la possibilità di prendermi maggiori responsabilità. Questo è un aspetto che indubbiamente mi piace. Cosa invece speri che ti dia Cantù? Sono una persona abbastanza competitiva per cui il mio obiettivo è vincere più partite possibili. Sono qui per crescere e penso che questa sia la piazza giusta per me. Che impressione hai avuto della Red October quando l’hai affrontata a Pistoia? Ho visto una squadra molto diversa rispetto all’inizio del campionato, che ama correre in transizione e spingere velocemente la palla. Cantù ha recuperato Dowdell che si era infortunato alla prima giornata e che è un giocatore fondamentale. Johnson è uno dei migliori lunghi della Serie A e sta disputando una stagione fantastica. Ho visto giocatori davvero motivati a vincere e credo che questa formazione abbia la qualità per farlo. Il vostro obiettivo ora sono i playoff? Sono convinto che la situazione di classifica attuale non rispecchi il valore di questa squadra. L’obiettivo è vincere più partite possibili e poi, perché no, provare a conquistare i playoff."

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121412/cournooh___cant______la_piazza_gusta_per_la_mia_crescita

Dolomiti Energia Trentino annuncia di aver raggiunto un accordo per la seconda parte della stagione 2016-2017 con la guardia-ala statunitense Devyn Marble. 24 anni,

Lunedì, 16 Gennaio 2017 21:31

Il ricordo di ... Sandro Gamba

Europei di basket: Budapest ’55 e Sofia ’57

Sandro Gamba è nato a Milano, il 3 giugno del 1932. Il suo primo contatto con il basket avvenne a 13 anni, e fu un destino avverso a procurarlo: colpito involontariamente da un proiettile mentre giocava a pallone per strada (25 aprile ’45, scontri tra partigiani e fascisti), ne uscì con una mano malconcia, e un ufficiale americano gli suggerì - vedendolo poi col braccio al collo - che la maniera migliore per riacquistarne l’uso era di prendere proprio un pallone da basket (quello americano però!), sentirne la superficie ruvida al tatto, poi schiaffeggiarlo, quindi provare a palleggiare... A 19 anni conquistava lo scudetto con l’Olimpia Borletti Milano, il primo di una lunga serie di dieci quasi consecutivi (dal ’53 al ’60, l’epopea di Cesare Rubini allenatore e delle “scarpette rosse”). In Nazionale fece il suo ingresso già nel ’51 con Van Zandt (una rappresentativa giovanile); poi fu Tracuzzi a inserirlo nella rosa della prima squadra, ma la prima partecipazione a una manifestazione ufficiale avvenne con McGregor (Europei del ’55 a Budapest, seguiti il mese dopo dai Giochi del Mediterraneo di Barcellona); con Paratore, infine, disputò in maglia azzurra gli Europei del ’57 a Sofia e, da capitano, le Olimpiadi del ’60 a Roma. Chiuse la carriera di giocatore con la seconda squadra di Milano, All’Onestà; due campionati, fino al ’65, stesso anno in cui ha iniziato la sua lunga militanza da allenatore, di club e di Nazionale.

La Juvecaserta Pasta Reggia comunica di aver sottoscritto un accordo fino al termine della corrente stagione sportiva con il giocatore Yakhouba Diawara, ala di 201 cm di nazionalità francese. Nato a Parigi il 29 agosto del 1982, dopo l’attività giovanile in Francia, si è trasferito alla Pepperdine University con la cui maglia ha disputato il campionato NCAA nelle stagioni 2003/4 e 2004/5. Dopo la summer league con i Minnesota Timberwolves, è ritornato in Francia a Bourgogne e, poi, a febbraio del 2006 è approdato alla Fortitudo Bologna con cui ha preso parte al campionato italiano ed a 5 gare di Eurolega. Nel 2006 ha esordito in NBA con i Denver Nuggets dove è rimasto per due stagioni prima di essere ceduto ai Miami Heats dove è rimasto fino alla stagione 2009/10. L’anno successivo è tornato in Italia nelle fila dell’Enel Brindisi (30 partite, 13,6 punti). Nel 2011/12 ha firmato per la Cimberio Varese (36 partite, 15,2 punti in media) e l’anno successivo alla Reyer Venezia (33 partite con una media di 13,1 punti). La stagione 2013/14 l’ha iniziata in Francia con i Gravelines Dunkerque, partecipando al massino campionato francese ed alla Eurocup. A marzo è tornato alla Openjobmetis Varese con cui ha concluso la stagione disputando 24 partite con una media di 13,2 punti. Ritornato in NBA ai Memphis Grizzlies nel 2015/16, a novembre ha firmato con il Limoges con cui ha disputato 24 gare di campionato, 6 di Eurolega ed 8 di Eurocup. È stato componente delle nazionali francesi U18 (con cui ha vinto un campionato europeo) ed under 20, oltre che partecipare ai Campionati europei ed alle Olimpiadi di Londra con la maglia della nazionale transalpina. «Khouba – sottolinea coach Dell’Agnello – ci aveva favorevolmente impressionato la scorsa settimana nel corso degli allenamenti che ha sostenuto con noi. È sicuramente un giocatore esperto del campionato italiano che nel prosieguo di questa stagione potrà darci molto anche e soprattutto dal punto di vista tattico». «Dopo aver avuto certezza delle sue condizioni fisiche – evidenzia il gm Guastaferro – ci siamo attivati per stringere un accordo con un giocatore sulle cui qualità non esistono dubbi e che, oltre tutto, è un perfetto conoscitore del nostro campionato. Credo, perciò, che possa darci una valida mano in questo girone di ritorno. Mi auguro che i nostri tifosi possano apprezzare questo ulteriore sforzo sostenuto dalla società ed esserci ancor più vicini anche sottoscrivendo, eventualmente, il mini-abbonamento per il girone di ritorno».

 

 

 

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121411/pasta_reggia__ufficiale_l_accordo_con_yakhouba_diawara_sino_al_termine_della_stagione

Lunedì, 16 Gennaio 2017 09:21

Reggio: ancora incertezze su chi arriverà

La Grissin Bon continua a cercare qualcuno da aggregare in pianta stabile alla panchina, ma a quanto pare ogni volta che una pista sembra portare a qualcosa non si risolve invece nulla.

La Reyer ha già fatto i bagagli per la trasferta che la porterà in russia per affrontare l’ultimo turno della stagione regolare di Champions.

Domani la Sidigas sarà in trasferta nel difficile campo del Ibèrostar Tenerife, che ieri ha abbattuto il Barcellona in campionato.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:58

TOP100 2017: N. 37 Carlo Recalcati

(Ex Ct Nazionale Italiana)

Resta uno degli uomini immagine del nostro basket e non è un caso che sia stato scelto come uomo copertina per il ritorno in edicola della storica rivista ‘Giganti del Baskete, tornata a rivivere a 50 anni dalla sua nascita. Un numero monografico tutto dedicato al nostro Charly che ha iniziato la stagione senza una squadra dopo il brusco divorzio con la Reyer Venezia e il patron Brugnaro a metà della scorsa stagione.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:56

TOP100 2017: N. 38 Geri De Rosa

(Telecronista Sky e Fox Sport)

Assieme a Paola Ellisse è la voce del basket italiano visto che ad entrambi sono affidate le telecronache della Serie A. E’ il telecronista ideale perché si limita ad illustrare la gara che segue, senza personalismi o eccessi, con l’unico obiettivo di far capire ai telespettatori cosa sta succedendo.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:53

TOP100 2017: N. 39 Giampiero Hruby

(Proprietario J and J ed editore di Superbasket)

Triestino di nascita, dopo avere guidato con successo l’iniziativa che ha riportato in edicola, dopo averla rilevata dal fallimento, 'Superbasket' - storica rivista della pallacanestro italiana, fondata da Aldo Giordani, da sempre un simbolo del nostro basket - ora ha regalato agli appassionati di basket un’altra perla:

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:51

TOP100 2017: N. 40 Maurizio Bertea

(Segretario generale FIP)

Confermato dal nuovo Consiglio Federale nel ruolo di Segretario Generale. Assieme a Dino Meneghin ha svolto per tutto l’anno un incessante lavoro di rapporti con la Fiba per cogliere l’agognato traguardo del Preolimpico in Italia: un grande assist per gli azzurri guidati da Messina cui ha contribuito anche Bertea, segretario generale della Fip ormai di lungo corso.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:47

TOP100 2017: N. 41 Gigi Datome

(Giocatore del Fenerbahce Istanbul)

Il predicatore da Montebelluna, “Jesus” ormai dopo l’avventura oltreoceano, uno degli esempi dentro e fuori dal campo. Clamorosa la sua escalation nel campionato italiano con la Virtus Roma che gli è valsa la chiamata dai professionisti della NBA, con le maglie di Detroit e Boston; parentesi sfortunata, non per demeriti del giocatore.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:45

TOP100 2017: N. 42 Walter Fuochi

(Capo rubrica basket La Repubblica)

Sempre in sella anche nel nuovo corso della redazione sportiva del quotidiano romano dove Aligi Pontani ha lasciato per assumere la direzione del supplemento “Il Venerdì” lasciando la guida della redazione sportiva ad Angelo Carotenuto, uno che viene dal basket essendo stato addetto stampa del Napoli Basket targato Maione, Già in questi primi mesi di gestione Carotenuto, lo spazio al basket raccontato è aumentato e questi è pane per i denti di Fuochi, sempre bravo a raccontare storie dei nostri personaggi.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:42

TOP100 2017: N. 43 Sergio Scariolo

(Ct Nazionale spagnola)

Deve essere per lui una grande soddisfazione in questi mesi vedersi finamente riconosciuta, durante le interviste che rilascia ai giornali italiani, la lungimiranza con cui aveva lanciato i suoi sospetti sulla gestione della Mens Sana Siena che aveva attaccato nel 2011, al suo rientro in Italia alla guida della Olimpia Milano quando aveva avuto il coraggio di denunciare l’ “aria rancida del nostro basket”, coniando una definizione davvero fortunata e purtroppo confermata dai fatti che hanno poi coinvolto la società di Siena, grande rivale, e il suo boss Ferdinando Minucci.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:40

TOP100 2017: N. 44 Massimo Faraoni

(Segretario generale LNP)

Confermatissimo nel suo ruolo, uomo chiave nel momento in cui Pietro Basciano inizia il suo secondo mandato alla guida della seconda lega italiana. Tanto più in un momento, in cui Basciano sta spingendo con la Federazione per ottenere la seconda promozione e i buoni uffici di Faraoni, da sempre in ottimi apporti con le stanze del potere romano, possono senza’altro servire.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:37

TOP100 2017: N. 45 Niccolò Trigari

(Giornalista Fox Sports)

È tornato con merito alla ribalta grazie all’ingaggio di Fox Italia dove il direttore Marco Foroni lo ha voluto a gestire i prepartita e i post delle gare di Eurolega dell’Olimpia oltre a un importante lavoro in studio che ne ha confermato la bravura e la versatilità, tanto che potremmo anche rivederlo presto in veste di telecronista.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:34

TOP100 2017: N. 46 Flavio Portaluppi

(General Manager Olimpia Milano)

Ha visto erose alcune delle sue competenze dall’ingresso in società con compiti relativi allo scouting internazionale, di Renato Breveglieri, uomo di fiducia di Jasmin Repesa dai tempi della Fortitudo Bologna. Ha ormai messo alle spalle il pesante flop di due stagioni quando, promosso a Presidente del club dopo che Proli aveva deciso di rinunciare alla carica per impegni di lavoro, aveva fallito il mandato ricevuto, che era quello di consolidare società e squadra all’indomani della vittoria dello scudetto.

Domenica, 15 Gennaio 2017 17:30

TOP100 2017: N. 47 Massimo Feira

(Amministratore delegato Auxilium Torino)

Uno dei volti nuovi tra i dirigenti del nostro basket: ha saputo ritagliarsi uno spazio importante nella nuova Auxilium targata Forni ed è l’uomo che rappresenta il club in Lega dove è una delle voci più ascoltate e ha fatto parte della commissione che ha riaperto il dialogo con la Fip dopo la battaglia sulle competizioni europee.

In riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente di Legabasket, Egidio Bianchi, alla Gazzetta dello Sport in edicola oggi, il Presidente di Lega Nazionale Pallacanestro, Pietro Basciano puntualizza quanto segue:

Domenica, 15 Gennaio 2017 13:49

Milano è ora di alzare la testa

Dire cosa ci sia stato di sbagliato nella trasferta di Mosca sarebbe veramente facile, basterebbe una sola parola: tutto.

Domenica, 15 Gennaio 2017 13:12

TOP100 2017: N. 48 Nicolò Melli

(giocatore del Brose Bamberg)

Con la sua aria da bravo ragazzo, sta diventando uno degli idoli del nostro basket, alla ricerca di nuovi personaggi. Al suo secondo anno in Germania con il Bamberg allenato dall’italiano Andrea Trinchieri è ormai un giocatore di grande livello europeo tanto che si sono mossi gli scout Nba per seguire le sue gare in vista di un possibile passaggio nella lega più importante del mondo.

Domenica, 15 Gennaio 2017 13:03

TOP100 2017: N. 49 Maria Licia Ferrarini

(Presidente Pallacanestro Reggiana)

La scorsa estate ha attaccato pesantemente la posizione della Olimpia Milano in occasione della battaglia sulle coppe europee, accusandola di non avere appoggiato le istanze di Reggio, Trento e Sassari, costrette a rinunciare alla partecipazione all’Eurocup a seguito della rigida posizione assunta dalla Fip.

InizioIndietro12345678910AvantiFine
Pagina 1 di 121

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

Cerca

SB COP FB 27

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next