top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Lunedì, 09 Gennaio 2017 14:24

Le nostre pagelle su Avellino

RAGLAND 6: Decisamente non è la migliore delle sue partite, ma dopo una serie infinita di giornate positive una di ferie può permettersela. Soprattutto perché comunque dimostra di poter fare bene a mezzo regime. Dimostra però anche che senza di lui Avellino fatica tantissimo.

GREEN 7: Quando serve urla presente, anche se con qualche forzatura di troppo la cui riuscita dipende solo da caso. In sostanza quella che gioca è una partita fuori dalle righe ma che comunque porta dei risultati concreti. Fortuna o talento? Propendiamo per la seconda ma chi può saperlo.

ZERINI 6 : Gioca bene ma viene usato poco. Quando calca il parquet però non lascia un centimetro agli avversari continuando a lottare dall’inizio alla fine. Si limita da solo in attacco però, forse per paura di fare danni.

CUSIN 8: Entra, prende uno ad uno i compagni, se li carica in spalla e li porta alla vittoria. La vince in difesa e giocando per i compagni. Anche quando il gruppo rallenta il ritmo ci pensa lui a ridare la carica a tutti.

RANDOLPH 5: La combo di infortuni ginocchio più piede non aiuta certamente. Si vede che gioca con il freno a mano tirato per non forzare troppo. Sarà una scelta dello staff o una paura sua? In ogni caso, meglio una gara fiacca che un infortunio più serio.

OBASOHAN 7,5: Finalmente una gara in cui sostituisce la fretta ad una ragionata lucidità in campo. Non che non abbia dei momenti di black out ma rimane comunque uno dei migliori in campo. Anche dalla panchina si fa sentire.

FESENKO 7,5: Una vera e propria roccia, inamovibile quando si tratta di spostarlo in post basso. Dal canto suo tiene un ritmo altissimo per tutto il match, prendendo tante botte ma ridandone altrettante. In attacco bene a far collassare su di se la difesa avversaria per poi servire il perimetro.

LEUNEN 6,5: Gioca sereno e senza strafare. Nonostante questo molti tiri non vanno dentro. Fortunatamente ha l’intelligenza cestista di cominciare a servire i compagni e piegate le gambe in difesa per correggersi.

THOMAS 6,5: In attacco macina punti su punti. Peccato che i palloni persi vengano convertiti in altrettanti canestri dagli avversari. Sul finale domina in aria agganciando dodici rimbalzi.

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

Cerca

SB29 Copertina Social

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next
Our website is protected by DMC Firewall!