top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Martedì, 10 Gennaio 2017 13:12

Ritorna la FORST Cantù per il derby più atteso della stagione

Aria di grande derby al PalaBancoDesio. Alle ore 20.45 (diretta su Sky Sport 1 HD) la Pallacanestro Cantù, che per l’occasione si chiamerà nuovamente FORST, riprendendo un glorioso abbinamento degli anni ’70, e indosserà la storica divisa bianco- verde, affronterà infatti i Campioni d’Italia dell’EA7 Emporio Armani Milano. La sfida più sentita dai tifosi canturini è stata rinviata di un giorno rispetto al previsto lunedì a causa della tempesta di neve che ha bloccato l’aeroporto di Istanbul e che ha permesso ai bianco- rossi di fare rientro in Italia solamente domenica dopo la trasferta di Eurolega in casa del Fenerbahce. 
GLI AVVERSARI L’Olimpia del confermato coach croato Jasmin Repesa, che ha conquistato ad inizio stagione la Supercoppa Italiana dopo aver vinto lo scorso anno Scudetto e Coppa Italia, comanda la classifica della Serie A con 24 punti. I bianco- rossi, che si erano aggiudicati le prime dieci gare di campionato, sono stati però battuti nelle ultime due trasferte a Venezia e a Reggio Emilia. Lunedì scorso invece i meneghini hanno superato in casa la Consultinvest Pesaro per 88 a 84, al termine di un match molto combattuto, grazie ai 19 punti di Milan Macvan e ai 15 di Davide Pascolo. Decisamente più complicato invece il cammino di Milano in Eurolega. L’EA7 si trova infatti in fondo alla classifica, insieme al Galatasaray, con 4 successi e 12 sconfitte, è reduce da una striscia di 9 battute d’arresto consecutive e venerdì si è arresa sul difficile campo del Fenerbahce Istanbul per 86 a 79 nonostante una coriacea prestazione di squadra impreziosita dai 20 punti dell’esterno lituano Mantas Kalnietis. Il quintetto Nonostante la partenza nel mese di dicembre dell’azzurro Alessandro Gentile, che ha lasciato l’Olimpia accasandosi al Panathinaikos, e gli infortuni che impediranno a Rakim Sanders e a Bruno Cerella di scendere in campo, coach Repesa può contare su un roster di assoluto valore e anche per questo ama variare molto i quintetti di partenza. Play titolare dei bianco- rossi è lo statunitense Ricky Hickman, già visto in Italia a Casale Monferrato e Pesaro, che arriva da due stagioni in cui rispettivamente ha vinto l’Eurolega con il Maccabi Tel Aviv e ha raggiunto nuovamente la finale con il Fenerbahce Istanbul e che non a caso sta facendo molto bene in Europa pure con Milano realizzando 10,8 punti di media a match nella massima competizione continentale. Al suo fianco dovrebbero giocare il tiratore sloveno, che ha militato in NBA con i Phoenix Suns e i Miami Heat, Zoran Dragic, autore di 8,1 punti di media a gara in campionato, e il confermato croato Krunoslav Simon, tornato in campo venerdì a Istanbul dopo uno stop di 15 giorni per problemi alla schiena, che è il miglior marcatore dei meneghini in Serie A con 13,9 punti di media a partita. Sotto le plance l’EA7 schiera la coppia serba composta dall’ala Milan Macvan, in doppia cifra con 12,5 punti di media ad “allacciata di scarpe” a cui aggiunge 5,5 rimbalzi di media a match, e dal roccioso centro Miroslav Raduljica, l’anno scorso al Panathinaikos Atene, che sfrutta la sua stazza (213 cm per 113 kg) nell’area pitturata per segnare 9,3 punti di media a gara. La panchina Nonostante le assenze di Rakim Sanders e Bruno Cerella, coach Repesa ha a disposizione una panchina profonda e di notevole livello per la Serie A. I playmaker di riserva sono il lituano Mantas Kalnietis, prezioso con i suoi 6,2 punti e 3,9 assist di media a partita, e il capitano Andrea Cinciarini, che non fa mai mancare il suo contributo in difesa e in regia. Cambiano gli esterni l’ex bianco- blu Abass Awudu Abass, che sta ben figurando in campionato con 6,7 punti di media a sfida con l’ottima percentuale del 46,7% da tre, e il prospetto, prelevato in estate dalla Virtus Bologna, Simone Fontecchio. Le rotazioni dei lunghi sono garantite dall’ala, ex Dolomiti Energia Trento, Davide Pascolo, autore di una prestazione molto positiva contro la Consultinvest Pesaro chiusa con 15 punti e 8 rimbalzi, e dal confermato statunitense Jamal McLean, davvero utile alla causa dell’Olimpia con i suoi 9,9 punti e 5,1 rimbalzi di media a match. 
LA SITUAZIONE DELLA FORST E’ stato regolarmente tesserato e farà il suo debutto nel derby con Milano il neo- acquisto della Pallacanestro Cantù Pat Calathes. Sarà della partita, anche se non al meglio, pure il capitano della FORST Craig Callahan. Prima dell’inizio del match verrà celebrato il secondo scudetto vinto dalla Pallacanestro Cantù nel 1975, proprio con il nome FORST. Saranno presenti al PalaBancoDesio diversi protagonisti di quello storico trionfo.
I PRECEDENTI Infinita la lista dei precedenti tra Pallacanestro Cantù e Olimpia Milano. Quello di domani sarà infatti il 158esimo derby tra le due formazioni, con un bilancio di 91 successi per l’EA7 Emporio Armani e 66 affermazioni per la FORST. Il trend è però differente se consideriamo solamente le gare giocate in casa dai bianco- blu che, tra le mura amiche, si sono imposti in 45 occasioni su 74. Curiosamente due sfide ufficiali si sono disputate anche al PalaBancoDesio. Nell’aprile del 2013 la Lenovo si è arresa sul parquet di Desio ai bianco- rossi per 78 a 69. Due anni dopo però l’Acqua Vitasnella, allenata da Stefano Sacripanti e con Metta World Peace tra le sue file, si è prontamente riscattata imponendosi nettamente su Milano per 83 a 64 in un PalaDesio pieno di spettatori. Il divario maggiore a favore della FORST è piuttosto recente. Nel 2011/2012 la Bennet di Andrea Trinchieri ha sconfitto alla Mapooro Arena l’EA7 per 79 a 54 al termine di un match completamente dominato con 17 punti di Manu Markoishvili e 14 di Maarty Leunen. Decisamente più antico invece il massimo vantaggio dei milanesi che risale alla stagione 69/70. L’allora Simmenthal batté la Pallacanestro Cantù per 110 a 81. Il maggior punteggio complessivo è stato raggiunto nell’annata 87/88. La partita di playoff tra Tracer e Arexons terminò 113 a 102 per i meneghini. 
GLI EX Sono numerosi gli ex in campo domani nel derby tra FORST Cantù ed EA7 Emporio Armani Milano L’esterno dell’Olimpia, Abass Awudu, è cresciuto nel vivaio della Pallacanestro Cantù, facendo tutta la trafila nelle formazioni giovanili prima di debuttare in prima squadra nel 2010/2011. Abass ha quindi guadagnato sempre più spazio nelle rotazioni della compagine bianco- blu rivestendo anche il ruolo di capitano nelle ultime due stagioni. Lo scorso anno è stato quello della definitiva esplosione del ragazzo di Camerlata che ha chiuso il campionato con 13,1 punti e 5,8 rimbalzi di media a partita. Il play dei bianco- rossi, Andrea Cinciarini, ha invece giocato a Cantù nella stagione 2011- 2012, quella del ritorno della Bennet in Eurolega con la storica qualificazione alle Top 16. L’azzurro ha chiuso la sua esperienza in Brianza con 4,9 punti e 1,9 assist di media a partita. Un ex vestirà anche la maglia della FORST. Alex Acker ha infatti debuttato nel campionato italiano proprio con l’Olimpia Milano nel 2009/2010 facendo registrare, nelle 14 partite disputate, 9,3 punti e 3,2 rimbalzi di media a match in campionato e 8,8 punti di media a sfida in Eurolega. Ci sono diversi ex nelle due formazioni anche fuori dal campo. Il vice allenatore della Pallacanestro Cantù, Marco Sodini, ha lavorato nello staff tecnico dell’EA7 Emporio Armani a inizio della stagione 2013/2014. Il Team Manager bianco- rosso, Alberto Rossini, ha vestito la maglia bianco- blu dal 1987- 88 al 1998- 99 vincendo con la Clear la Coppa Korac del 1991. Inoltre uno dei medici dell’Olimpia è il dottor Ezio Giani, che per molti anni è stato il Responsabile Medico della Pallacanestro Cantù, così come il medico della FORST, Stefano Rossi, ha lavorato all’Olimpia dal 2006 al 2010. 

 

 

Fote:http://web.legabasket.it/news/121391/ritorna_la_forst_cant___per_il_derby_pi___atteso_della_stagione

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB29 Copertina Social

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

Our website is protected by DMC Firewall!