top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Lunedì, 20 Marzo 2017 07:19

Le nostre pagelle su Cantù

MIA CANTU'

Alex Acker: 7. L'arrivo in panchina di Charlie Recalcati ha contribuito a riportare Alex Acker ad essere un giocatore di alto livello, cosa che non aveva dimostrato, con costanza, nel periodo Kurtinaitis-Bolshakov. Nelle ultime tre partite, fondamentale il suo apporto dalla panchina. Peccato per il 2/9 da due punti ma sistema tutto con un 3/4 da tre, tutte triple piovute in momenti cruciali.

David Reginald Cournooh: 7.5. La vera domanda è perché un grandissimo conoscitore di pallacanestro come Vincenzino Esposito l'abbia lasciato andar via così a cuor leggero. Grandissima aggiunta del direttore sportivo Gianluca Berti, che non si è lasciato scappare l'opportunità una volta odorata.

Salvatore Parrillo: 6+. Idolo delle folle. Non segna, sbaglia due liberi e due tiri dal campo, ma quella difesa sulla rimessa finale vale più di mille punti.

Fran Pilepic: 7. Un Pilepic ritrovato. Recalcati ha lavorato tanto in palestra e sulla sua testa per riportarlo al centro del progetto, cosa che era venuta meno con Bolshakov in panchina; ora ci sono molti giochi per lui e in più ha anche imparato a mettersi in proprio, creandosi buoni tiri persino in penetrazione.

Pat Calathes: 6.5. Di solito è ottimo in attacco e discreto in difesa ma questa volta ha pareggiato le cose, migliorando dietro ma sbagliando parecchio davanti: fondamentale la sua difesa su M'Baye nel primo tempo (primi venti minuti giocati comunque più che bene), poi ha perso la fluidità offensiva ed è calato mentalmente, anche se comunque non è stata una partita da buttare, nettamente migliore rispetto a molte altre da lui giocate da quando è in Brianza, tolta quella con Milano.

Craig Callahan: 5.5. Condizionato dai falli non riesce ad essere un fattore in questa partita. Gioca solo nove minuti e realizza un misero punto ma la sua leadership è fondamentale per questa squadra, da vero capitano qual è.

Zabian Dowdell: 8. Il migliore in campo insieme a JJJ. Marco Sodini disse di lui una volta: "lui sa elevare la sua intensità di gioco quando è la partita stessa ad elevarsi"; beh, ieri l'ha dimostrato. Decisivo il suo canestro in virata nei secondi finali, anche se deve ringraziare Cournooh per aver recuperato una sua persa, con l'aiuto dell'instant replay, ad una manciata di secondi dal termine.

Francesco Quaglia: s.v. Solo tre minuti sul parquet e un appoggio a tabella che vale due punti.

JaJuan Johnson: 8. C'è poco da dire: ci troviamo di fronte all'MVP del campionato e, anche quando gioca in ciabatte, non va sotto la sua media di 20 punti a partita, conditi da 7 rimbalzi.

ALESSANDRO SARACENO

bbnet

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

SB Copertina 31 FB

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!