top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Martedì, 18 Aprile 2017 13:10

Cantù salva, la priorità adesso è il futuro

 

E ora è tempo di guardare al domani. Certo, ci sono da rispettare gli ultimi impegni della stagione, ma per la Pallacanestro Mia Cantù, la vittoria di sabato sera contro la Flexx Pistoia ha di fatto dato inizio alla stagione 2017-2018. Vittoria sofferta, ma voluta, grazie al tiro allo scadere di JaJuan Johnson, uno dei migliori giocatori di questo campionato, destinato però a lasciare Cantù: sono infatti già suonate sirene turche e russe (campionato che ha già disputato con Red October Volgograd), anche se la destinazione al momento più probabile pare quella di un Barcellona in evidente bisogno di riscatto e risalita. Per "tripla J" non va trascurata la sempre calda pista Milano, che si era già fatta avanti nei mesi scorsi e che guarda sempre con interessi ai campioni di Cantù. Della salvezza ha parlato coach Recalcati, entusiasta per la bellissima vittoria su Pistoia e per il traguardo raggiunto dalla sua squadra: " Il nostro è un risultato molto importante e vorrei che tutti lo riconoscessero. Perché non è così scontato. Potrebbe sembrare riduttivo per Cantù parlare di salvezza, però credo che se ognuno ripensasse a quello che è successo in questo campionato converrebbe con me che è un grande traguardo. È merito soprattutto non mio, che sono arrivato da un mese e mezzo, ma di chi ha iniziato la stagione come Marco Sodini, i giocatori, i dirigenti o lo staff medico. Giusto dunque che siano loro a prendersi questo applauso". Le parole del vice di Recalcati, Marco Sodini: "Siamo molto contenti - dice Sodini - e mi pare il minimo. Ringrazio Carlo per le belle parole, ma dico anche che uno come lui non ha bisogno di arrogarsi i meriti di questa salvezza, perché sono evidenti. Il suo arrivo ha portato un cambiamento e anche un orizzonte differente per il futuro. Tutti noi, qui dal primo giorno, ce ne siamo accorti. E, allora, mi sento di dirvi che la Cantù di domani parte dall'oggi perché se avessimo perso con Pistoia saremmo trovati ancora più impelagati nella lotta per non retrocedere. Io sono il portavoce di un gruppo di persone che non ha mai mollato. Che ha avuto sicuramente dei limiti sul campo, ma non ha mai fatto mancare l'impegno." Certo, l'obiettivo di inizio campionato era la conquista dei playoff, ma per come sono andate le cose è stata fatta di necessità virtù. Un inizio pessimo con un tecnico come Rimas Kurtinaitis, allenatore di caratura europea ma che si è rivelato inadatto a gestire la situazione di una squadra senza stelle di primo livello, a parte JaJuan Johnson, non a caso autore del canestro decisivo con Pistoia, che ha regalato vittoria e salvezza al team canturino. Una Pallacanestro Cantù che il prossimo anno, ancora con Carlo Recalcati alla guida, sarà rivoluzionata. Difficile che venga confermato JaJuan Johnson, come detto prima. Poche le conferme in un gruppo che, lo ha specificato in queste settimane a più riprese coach Recalcati, vorrebbe più giovane e con meno gente che porti con sè gli acciacchi di una lunga carriera.

right

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

superbasket

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!