top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Giovedì, 18 Maggio 2017 22:02

Finisce la favola dell'Orlandina: Milano in semifinale

 

Troppo forte e troppo “lunga” l’EA7 Emporio Armani per la Betaland Capo d’Orlando. In Gara-4 dei quarti di finale, infatti, la squadra di Repesa domina per più di tre quarti e conquista meritatamente il pass per le semifinali “regalandosi” la Dolomiti Energia Trentino.
Cinciarini e Pascolo aprono la gara portando Milano sullo 0-4 e i primi punti dei padroni di casa arrivano dalle mani di Tepic, servito alla perfezione sotto canestro da Ivanovic. Pascolo continua a trascinare i suoi con 4 punti di fila, Hickman recupera palla e serve Raduljica che dalla media mette il +8 EA7 (2-10). La Betaland costruisce bene fino a trovare sotto canestro Tepic, che appoggia il 4° punto dei paladini. La difesa biancoazzurra non riesce a fermare le scarpette rosse, che ancora con Pascolo e la tripla di Macvan allungano il vantaggio ospite fino al +13 (4-17 dopo 6’). Il gioco spalle a canestro di Archie e la penetrazione di Ivanovic valgono il -9 Betaland (8-17 dopo 8’). Tepic dalla lunetta fa solo 1/2, Macvan realizza dalla media e la tripla di Kikowski accorcia fino al -7 (12-19), ma il mini-break di 0-5 firmato da Kalnietis e Abass, che mette la tripla sulla sirena, chiude il primo quarto sul +12 Milano (12-24).
La Betaland spara a salve in avvio secondo quarto e McLean la punisce mettendo il +14. Botta e risposta tra Delas, Pascolo, Diener e Hickman, che al 14° infila la tripla del +15 (16-31). La Betaland accorcia con il parziale di 4-0 firmato Laquintana e Kikowski, ma Simon e l’inchiodata di Raduljica valgono il nuovo +15. Diener e Delas tengono in vita i paladini, al contropiede di Kalnietis risponde Tepic, ma quattro di fila di McLean valgono il +17 (26-43 dopo 18’). La Betaland ci crede e il break di 5-0 in chiusura di secondo quarto con i due punti di presunzione messi a segno da Iannuzzi e la bomba di Archie in transizione vale il -12 (31-43). Il floater di Simon manda le squadre negli spogliatoi sul 31-45.
Raduljica apre il terzo parziale con il 2/2 dalla lunetta, la bomba di Archie riporta il -13 (34-47 dopo 21’), ma Milano costruisce un break di 0-9 firmato Pascolo, Raduljica, Hickman e Simon, che porta l’Olimpia sul massimo vantaggio, +22 (34-56 dopo 23’). Il fallo tecnico fischiato a Raduljica per proteste manda Kikowski in lunetta e Archie a inchiodare a due mani il -19 (37-56). Hickman 2/2, 360° di Ivanovic dalla media e la tripla di Berzins in transizione vale il -16 (42-58 dopo 26’). McLean realizza in fade-away, e Berzins e Ivanovic mettono il -14 (46-60 dopo 27’30’’). Delas lunetta ½, Berzins dalla media 49-60 dopo 28’ (parziale di 15-4). Macvan da sotto e l’1/2 di Hickman dalla linea della carità chiudono il terzo quarto sul 49-65. I siciliani non ne vogliono sapere di abbandonare i playoff senza aver lottato fino alla sirena finale. Così, 5 punti di Archie ed il canestro più fallo subito da Iannuzzi riportano i ragazzi di coach Di Carlo a Betaland sul -8 (57-65) al 33’. Come in Gara-3, però, è Macvan a chiudere le ostilità: prima un piazzato, poi due bombe e in mezzo un assist per Cinciarini. L’Olimpia va in semifinale a sfidare Trento non senza faticare. Onore a Capo d’Orlando, vera sorpresa di questo campionato e protagonista di una meravigliosa stagione.

Gabriele Ferruccio

right

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

superbasket

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!