top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Venerdì, 19 Maggio 2017 12:25

Luca Vitali: "Sono rimasto colpito da Brescia, si può costruire qualcosa di bello"

Luca Vitali ripensa a una stagione che ha cancellato, a livello personale, certe voci maligne e critiche sull'annata dalla quale era reduce a Cremona e che per Brescia ha voluto significare essere l'exploit del campionato. Normale che poi il pensiero vada anche alla prossima stagione, dato che il playmaker bolognese ha il contratto in scadenza, ma la sua volontà di rimanere alla Germani traspare chiaramente da questa intervista...:

Luca, che campionato è stato?: "Bellissimo. Per la città, i tifosi, la società e ovviamente anche per noi come squadra. Abbiamo ricreato un entusiasmo sopito quasi trent'anni fa, siamo stati protagonisti di una splendida cavalcata. Dobbiamo essere fieri di quanto fatto, con le Final 8 di Coppa Italia, la salvezza conquistata in netto anticipo e il decimo posto che ho scoperto essere il secondo miglior risultato di sempre per Brescia."

Non si potevano acciuffare i play off in extremis?: "No, credetemi. Quanto fatto è già stato un miracolo considerato che abbiamo giocato tante in partite in 7 giocatori, situazione anomalissima per il campionato di serie A."

Quando è stato il momento più difficile? Quello delle cinque sconfitte nelle prime sei partite?: "Era normale che una neopromossa all'inizio soffrisse. In squadra però c'erano giocatori prima di tutto dotati di grande caratura morale e con quella ne siamo usciti."

Diana ha ricordato più volte che lei, Moss e Landry gli avete dato un grosso aiuto come leader in spogliatoio...: "Tutti abbiamo messo qualcosa di nostro, io ho pescato nell'esperienza di anni in cui ne ho viste di tutti i colori. Con Andrea ho impostato un rapporto meraviglioso, c'è feeling, sento vibrazioni importanti. Lui è umile eppure ambizioso, ogni giorno fa un gran lavoro, cerca sempre di migliorarsi e quest'ultima è una grande qualità."

Diana è già stato confermato, Landry ha detto di voler rimanere, sarebbe un peccato se non ci fosse più Luca Vitali...: "Ma guardate che Brescia è la mia priorità ! Anche se mi arriveranno altre proposte, e intendo concrete, non le classiche voci di questo periodo, prima di tutto parlerò con la Germani. So che hanno altro da fare in questo momento, ma aspetto che mi chiamino per sentire i loro programmi. A Brescia sto benissimo, sono rimasto molto colpito dall'ambiente che ho trovato e sono convinto che si possa costruire qualcosa di ancora più bello, di ambizioso."

Ancora con suo fratello in squadra?: "Certo, mi piacerebbe molto continuare a giocare a Brescia con Michele. Lui quest'anno è cresciuto tantissimo, purtroppo nel girone di ritorno abbiamo avvertito la sua assenza. Tante volte è entrato dalla panchina, girandoci l'inerzia."

Prima però per Luca Vitali, e chissà magari anche per Michele, dovrebbe esserci la convocazione in Nazionale..: "Io sono sempre stato convocato negli ultimi dieci anni, poi quando c'è stato da fare le scelte dei 12 non sempre ci sono stato, ma qui fa parte delle scelte dell'allenatore. È giusto che le faccia in tutta autonomia. Io dico che sono pronto anche a portare le borracce, a sventolare l'asciugamano. Lo spirito di chi va in azzurro è quello di mettersi prima di tutto a disposizione."

Allarghiamo allora la domanda: pensa stavolta di meritare di essere nei 12 per gli Europei di fine agosto?: "Ci credo, questo sì. Ma senza ansia o rimpianti se non dovesse accadere. Dopo il campionato giocato sono molto sereno."

right

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

superbasket

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

Our website is protected by DMC Firewall!