top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Lunedì, 17 Luglio 2017 09:51

L'Orlandina punta su T.J. Cline, sfumato Hunter

Entra nel vivo il mercato della Betaland Capo D'Orlando che si sta attrezzando per la settima stagione di serie A e per il debutto europeo tra Champions League o, mal che vada il preliminare, Fiba Europe Cup. Il club paladino ha riaperto la pista TJ Cline, ala forte (2.05 m, 103 kg, Richmond '17), figlio della grande Nancy Liebermann, che resta l'obiettivo primario per la società siciliana che vorrebbe chiudere con lo statunitense e poi finalizzare il rinnovo di Mario Delas, le cui percentuali di permanenza sfiorano il 50%, mentre quelle che Milenko Tepic resti sono meno della metà.

Il sogno della Betaland è quello di riattivare Manuchar Markoishvili, trentunenne ala georgiana, inattivo per infortunio per tutta la stagione 2016-17, che in comune con i paladini ha il rapporto con Biagio Di Giorgio, fisioterapista del club siciliano che sta lavorando per la sua Georgia in vista di Eurobasket 2017. La società avrebbe proposto al giocatore un accordo bimestrale con escape entro fine novembre quando Vojislav Stojakovic tornerà disponibile; se ne riparlerà solo nel caso che Maroishvili, che nella stagione passata viaggiava oltre i 600 mila euro di ingaggio al Darussafaka, non dovesse trovare un club con cui iniziare la stagione. Intanto si cerca il quarto lungo italiano con valutazioni in corso su Gino Cuccarolo, l'uomo più lungo d'Italia liberato da Torino, e Giacomo Zilli, 22enne centro fresco di laurea a UNC-Asheville, che però si è operato all'anca e sarà disponibile da ottobre. Sul fronte lunghi, secondo rumors non confermati, sfumata la pista che avrebbe potuto rappresentare un colpaccio per i biancoazzurri, ovvero quello di riportare in Italia Othello Hunter, ex Sassari e Siena, passato dal Real Madrid al Cska Mosca. Invece dopo una lunghissima estate, Arnoldas Kulboka è pronto a concedersi una vacanza per ricaricare le pile in vista della prossima stagione con l'Orlandina Basket...: "Dopo lunghe discussioni con il Bamberg e il mio agente - spiega il 19enne talento, esterno tra i papabili ad andare nella Nba tra non molti anni -, abbiamo deciso di fare questo passo perché l'Orlandina sembra un grande club, ha avuto una grande stagione lo scorso anno e sembra un ottimo posto per fare esperienza e migliorare. Ho avuto un'estate molto impegnativa tra Adidas Eurocamp e la Campionato del Mondo Fiba U19. In entrambi gli eventi ho avuto la grande opportunità di competere contro i migliori giocatori giovani non solo d'Europa, ma anche in tutto il mondo. È stato un piacere e grande onore partecipare. Sto semplicemente facendo il meglio che posso, cercando di migliorare ogni giorno. Qualunque cosa il coach abbia previsto per me, sono pronto a farla e sono veramente felice di poter lavorare anche con Kim Hughes, è una grande opportunità per migliorare molto e fare esperienza."

right

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

superbasket

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd