top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

L’Italia cede per la prima volta in questo Europeo U18, sconfitta in semifinale da una Francia che ha dimostrato di essere superiore. Non solo Frank Ntilikina, probabile lottery pick al Draft 17, ma anche Tchouaffe, Mokoka e Doumbouya hanno messo in mostra giocate che si potrebbero ammirare in una manifestazione continantale senior. Gli azzurri di Capobianco non hanno nulla da recriminare, l’impegno e la grinta non sono mancate, anzi alcuni ragazzi si sono espressi al meglio, vedi in particolare la grande prestazione del centro reggiano Alessandro Lever.


CRONACA


L’Italia, come ormai ci ha abituati in questi giorni, parte subito forte con il suo starting five. Pronti, via e gli azzurri si trovano sul 5-0 grazie al palleggio, arresto e tiro di Oxilia e alla tripla in transizione di Moretti. Tchouaffe risponde presente con un controparziale che ristabilisce la parità dopo due minuti di gioco. Gli azzurri colpiscono ripetutamente con il pick&roll Moretti-Lever, mentre nella Francia inizia a farsi vedere il talentuoso play Ntilikina, con buona probabilità una delle primissime scelte al draft NBA. L’Italia scappa sul 13-9 con il suo asse play-pivot, ma lo stesso Ntilikina con una bomba garantisce il primo vantaggio ai bleu sul 13-14. Gli esterni italiani indovinano qualche penetrazione eludendo le lunghe leve francesi (nello specifico Oxilia prima e Baldasso poi), ma i transalpini non perdono terreno: 19-18 per gli azzurri al termine della prima frazione.

Senza Moretti, a riposo qualche minuto in panchina, l’Italia non trova più il bandolo della matassa in attacco. Ne approfitta la Francia, che prima sorpassa e poi stacca gli azzurri. Anche l’ingresso del talento di Treviso non ferma l’emorragia e dopo 5’ l’Italia è ancora ferma a quota 19, mentre gli avversari sono già a 30. Oxilia e soprattutto Lever provano a scuotere i ragazzi di Capobianco con alcune soluzioni da due punti, ma la Francia trova il canestro con grande facilità nel pitturato e scappa ulteriormente. Il massimo vantaggio arriva sul 28-46, quando Ntilikina (15 nel solo primo tempo) piazza una poderosa bimane in contropiede che fa capire perché molti scout NBA pensano che possa reggere il livello atletico dei “pro”. La tripla di Moretti permette di chiudere il primo tempo sotto di 15 lunghezze, ma preoccupa la facilità con cui la Francia ha segnato 28 punti in un quarto.

Lever è l’unica minaccia offensiva al rientro dagli spogliatoi, mentre nell’altra metà campo gli azzurri concedono troppe seconde opportunità ai francesi, che convertono dopo i rimbalzi offensivi. L’Italia capisce che deve partire dalla difesa se vuole mettere in piedi una rimonta: Penna è l’anima della reazione azzurra, che arriva prima a -11 a metà periodo e poi raggiunge anche la singola cifra di svantaggio sul 45-54 al 28’. La bomba di pura classe di Moretti, raddoppiato e allo scadere del periodo, riavvicina ulteriormente i nostri (48-56).

E’ ancora grande difesa azzurra ad inizio di quarto periodo ed è ancora il play bolognese a suonare la carica, prima con un paio di recuperi difensivi, poi con un bel contropiede ed una tripla da quasi 8 metri. A questo punto però salgono in cattedra Mokoka ed il solito Ntilikina. I due esterni francesi iniziano a segnare in tutti i modi e da ogni posizione, ristabilendo 9 punti di vantaggio per i transalpini. Lever e Moretti rispondono ancora e con grande cuore riportano l’Italia a -4 (60-64 al 35’). E’ l’ultimo momento in cui l’Italia ci crede davvero, in quanto i francesi non si fermano offensivamente, trascinati dalle due guardie sopracitate. Capobianco ci prova con la zona, ma non ottiene gli effetti sperati. L’Italia non si arrende, ma non scende sotto la doppia cifra se non per pochi secondi, soprattutto per merito di un’ottima gestione del vantaggio dei francesi. Il risultato finale è 72-82, gli azzurri si arrendono senza rimpianti ad una Francia che si è dimostrata più forte.

Grande prestazione individuale del reggiano Lever, 25 punti contro uno dei reparti lunghi più attrezzati della manifestazione. Bene anche Moretti, 16 punti e 9 assist, Oxilia con 12 a referto e Penna, che si è acceso nel momento della rimonta italiana tra terzo e quarto periodo.
Ma l’Europeo non finisce qua: domani sfida per il ¾ posto contro la Germania alle 16:30 italiane, per guadagnarsi un bronzo che i nostri ragazzi meritano per quello che hanno messo in mostra in questo torneo. Forza azzurri!

Italia-Francia 72-82 (19-18, 31-46, 48-56)

ITALIA:
Penna 9, Caruso ne, Barbon, Visconti, Pajola, Oxilia 12, Moretti 16, Bucarelli 8, Baldasso 2, Lever 25, Simioni, Mezzanotte. All. Capobianco

FRANCIA:
Ntilikina 23, Mokoka 14, Vergiat, Woghiren, N’Doye, Rambaut, Fevrier 3, Tchouaffe 16, Vautier 11, Diawara 2, Doumbouya 13, Desseigne ne. All. Assed

Riccardo Deri

Pubblicato in Giovanili

Storica vittoria per l'Italia U18 che, col punteggio di 61-56 contro la Finlandia, si guadagna un posto in semifinale ed il pass per i prossimi Mondiali U19.

Pubblicato in Nazionali

La nazionale italiana U18 si impone anche sulla Spagna per 62-68 (terzo successo in altrettante partite) e si prepara al meglio alla fase "calda" dell'Europeo, quella a eliminazione diretta.

Pubblicato in Nazionali

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

Cerca

SB COP FB 30

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd