top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

basketcoach basketball store sito allenatori basket

Luca Vitali della Germani ritocca ancora il record di assist della Serie A in una partita. Dopo i 18 assist distribuiti nella partita contro Cremona dell’undicesima giornata, con Pesaro ne ha realizzati 19 superando il suo precedente record. E’ il terzo miglior passatore in attività dietro a Marques Green (1343) e Andrea Cinciarini (949) con 933 assist. Per quanto riguarda questa stagione Vitali è saldamente in testa nella graduatoria di specialità con 131 assist nelle 16 partite giocate, una media di 8.2 a partita.

 

 

 

 

Fonte:http://web.legabasket.it/news/121443/luca_vitali_ritocca_ancora_il_record_di_assist__19_contro_pesaro

Pubblicato in Lega A
Lunedì, 23 Gennaio 2017 13:51

Le nostre pagelle su Pistoia

MOORE 5,5: Fatica tantissimo a gestire la squadra come è solito fare. Anche le percentuali decisamente non sono delle migliori, come ad esempio le tre triple segnate contro le otto tirate a cui si aggiungo quattro palle perse. Sa e può fare di meglio.

PETTEWAY 6: Una partita in cui succede di tutto e di più.  Prima parte di gara assolutamente  inguardabile  a cui si aggiunge quello che succede in panchina con Esposito ( fortunatamente il coach si fa sentire e soprattutto lo sa gestire). Arriva alla sufficienza per quello che fa dal terzo quarto in poi, schiacciando sull’acceleratore e dando tutto quello che può fino a che la benzina non finisce. Utile ma non può andare sempre bene.

ROBERTS 5,5:  Le percentuali sono pessime, l’ atteggiamento è invece quello giusto soprattutto nei momenti in cui c’è da recuperare. Rimane comunque troppo altalenante per garantire alla squadra il supporto che gli serve.

BOOTHE 7,5: Mano dolce come al solito per il terminale offensivo principale della The Flexx. In difesa abbandona la sua solita aggressività in favore di una difesa più ragionata ma comunque efficacissima.

CROSARIOL 6,5:  Quando la squadra chiama lui risponde sempre e comunque presente. Una prestazione non brillante ma assolutamente accademica e senza sbavaure. Da dove li ha tirati fuori cinque assist? Pecca però di atletici in difesa.

OKEREAFOR 6: Una partita anonima in cui limita come può Holloway e piazza qualche azione coraggiosa in attacco. Nulla di più, ma senza erroriANTONUTTI 6: Viene da chiedersi quale sarà il suo prossimo problema fisico. In ogni caso pur decisamente provato dal virus intestinale in quattro minuti fa quattro punti e tira giù qualche rimbalzo utile alla causa.

LOMBARDI 4,5: Una serata da dimenticare la sua, visto che non riesce ad essere utile alla squadra ne davanti ne dietro. Soprattutto quello che si nota è la poca lucidità mentale che dimostra. Una partita no può in ogni caso accadere a tutti.

MAGRO 7:  Efficace, ecco la prima parola che viene in mente pensando alla sua partita. Soprattutto dal punto di vista offensivo. Sà come fare spazio in area quando questa si intasa e raramente salta a vuoto quando è a rimbalzo.

Pubblicato in Lega A
Lunedì, 23 Gennaio 2017 13:04

Le nostre pagelle su Varese

JOHNSON 5,5: Gioca intorno alla sufficienza per tutto il match per poi però scaricarsi sul finale non riuscendo più a dare alcun contributo nel momento di maggior bisogno.

MAYNOR 6: Momenti di stop alternati a momenti di fuoco in continuo altalenarsi per tutto il match. Non riesce però a prendere mai a capire l’andamento della partita e riuscire a dirigerla. Anche se in sostanza non gioca male non è questo che serve a Varese in un momento del genere.

AVRAMOVIC 6: Una partita giocata in punta di piedi, anche se pare un po’ più convinto di quello che fa rispetto all’ultima uscita sul parquet. In certi momenti di tensione prende addirittura l’iniziativa verso il canestro anche se a volte termina con un tiro non proprio pulito.

ANOSIKE 5,5: Sta nel suo senza forzare in una partita in cui invece bisognava avere un intensità maggiore. Moscio a rimbalzo ma aggressivo in post. Ci si chiede quando però arriverà il salto di qualità definitivo.

PELLE 5,5: In difesa assolutamente irreprensibile in attacco il grande ricercato della giornata. Tutto quello che di solito fa sembra esserselo dimenticato faticando dall’inizio alla fine su una difesa che ad un certo punto molla tutta la pressione su di lui.

CAVALIERO 5: La grinta ce la mette tutta, ma solo quella, visto che il suo supporto ai compagni è veramente poco. Dovrebbe inoltre metterci più leadership in campo senza di sdegnare di altre la voce con i compagni.

FERRERO 7: Forse il migliore della prima parte di gara, con tanta grinta difensiva e lucidità offensiva. Cala tragicamente nella ripresa anche per lo scarsissimo minutaggio che gli viene concesso. Inspiegabilmente tra l’altro.

EYENGA 5: Come al solito l’istintività di certe situazioni lo porta a commettere degli errori veramente veramente ingenui, cosa che cancella le diverse cose buone fatte per tutta la partita. Soprattutto nei momenti delicati dimostra di perdere tutta la sua freddezza.

KANGUR 7,5: Sembra tornato in forma come ad inizio stagione. Incassa punti con azioni da manuale e si erge a salvatore della squadra, nonostante alla fine si riveli compito troppo difficile per lui da solo. E’ comunque la strada giusta, speriamo che non sterzi di colpo.

Pubblicato in In evidenza
Lunedì, 23 Gennaio 2017 10:42

Le nostre pagelle su Avellino

ZERINI 5: Non trova la sua dimensione, cosa che continua per tutto il tempo che resta in campo. Almeno in attacco. In difesa invece è decisamente più reattivo, ma qualche fiammata quando richiesto non basta per la sufficienza.

GREEN 6: Buon atteggiamento offensivo che porta diversi benefici alla squadra. Difesa invece da rivedere dato che troppe volte alze le gambe e Wright passa. Porta comunque tanto ordine in campo ed è solo da lodare anche se questo giro non basta..

RAGLAND 5,5: Ci prova, ma parte troppo a rilento e poi pur cercando di risolvere la questione nella ripresa non riesce a dare la svolta definitiva alla partita. Va detto che la squadra non lo aiuta molto.

LEUNEN 4,5: Un match assolutamente sotto tono per lui che invece il suo apporto lucido ed intelligente lo da sempre. I rimbalzi li agguanta ma ogni volta se li fa strappare una volta a terra. Affaticato.

CUSIN 7: Deve mettere una toppa a tutto quello che lo circonda e questo lo elegge a leader in campo. Non riesce però ad esprimersi individualmente dato che non ne ha il tempo dovendo coprire i compagni. Una partita tutta d’esperienza anche nel gestire le proprie energie.

OBASOHAN 5,5: Diciamo che gli tocca tutto il lavoro sporco, giocando una partita molto fisica. Anche la mentalità è quella giusta ma ha delle carenze sul piano tecnico che sono state fatali in certi frangenti.

RANDOLPH 4: Male molto male. Il comportamento che sta tenendo in campo è sempre più in caduta libera e adesso decisamente non ci si può nascondere dietro ad un infortunio. Dov’è il problema allora?

FESENKO 6,5:  Gli errori che ci s ricorda sono tutti sul finale anche se fino all’ultimo quarto ha condotto una partita decisamente buona. Domina infatti dentro l’area imponendosi con schiacciate e rimbalzi.

THOMAS 6,5: Il baluardo offensivo della squadra durante il primo tempo della Sidigas. Gioca però una partita in calando nonostante rimanga importante per tutta la partita. Forse gestire male le energie.

 
Pubblicato in In evidenza

Oggi è la giornata di Davide Bruttini. Salvo clamorosi colpi di scena, infatti, l'ala forte senese nelle prossime ore dovrebbe mettere nero su bianco l'accordo con la Virtus Bologna. 

Bruttini, prossimo ai trent'anni, proviene dalla Leonessa Brescia, dove ha giocato nell'ultimo anno e mezzo, e va a rinforzare il settore lunghi bianconero vista la lungodegenza di Klaudio Ndoja. 

 

Luigi Ercolani 

Pubblicato in Lega A
Lunedì, 23 Gennaio 2017 09:22

Le nostre pagelle su Pesaro

FIELDS 4: Stava giocando? Da referto sembrerebbe di si, anche se segna 8 punti quando la partita è ormai totalmente compromessa. Praticamente inutile.

THORNTON 5: Morbido in difesa, timoroso in attacco. Troppi errori convertiti in canestri dagli avversari. Rispetto a molti altri è almeno da lodare perché non smette di provarci ( anche se a volte è meglio fermarsi e ragionare)

GAZZOTTI 4: Vaga per il campo senza dare segno di voler giocare veramente. Morbido in difesa privo di iniziative in attacco.

JASAITIS 5: Due triple le butta dentro ma non fa molto altro. In difesa si fa saltare come un birillo anche se a volte è il più reattivo sugli aiuti.

JONES 6: Ancora una volta in doppia doppia. Ma giocare una partita uno contro cinque è difficile anche per uno come lui, soprattutto perché come si è visto non era decisamente nella forma migliore.

NNOKO 5: Tolti i soliti errori di pura ingenuità, qualcosa di buono lo combina  arrivando quasi in doppia doppia. Magari per dargli fiducia bisognerebbe provare a fargli arrivare qualche pallone in più.

ZAVACKAS 4,5: Spaesato dentro all’area e lento nella conversione tra attacco e difesa. Nello sfacelo generale lui è una mano in più per Brescia.

HARROW 4: Mai come oggi, a confronto con Vitali si è vista la differenza tra lui è un play di Ruolo, che poi è quello che serve alla Vuelle in questo momento. Non dà ordine, non gestisce il gioco e si lancia in troppe scelte individuali.

CERON 4,5: Scelte al tiro sbagliatissime frutto di una bassa lucidità offensiva. Troppe palle perse. Difesa no commenti, come tutti del resto.

 
Pubblicato in Lega A
Lunedì, 23 Gennaio 2017 08:32

Le nostre pagelle su Milano

ABASS 6: Parte bene, ma non prende mai l’iniziativa per costruire qualcosa. Comunque la difesa avversaria lo tiene sotto controllo anche se non risulta particolarmente pericoloso. Bravo in difesa a limitare Diener.

SIMON 6: Arriva da una serie di prestazioni che pensavamo fossero il preludio ad un ritorno ad inizio campionato. In realtà ancora una volta gioca una partita sufficiente ma certamente non brillante. Vero è che questa settimana sarà tutta in salita e quindi risparmiarsi un po’ nn può che far bene. In questo caso.

MACVAN 7: Fa il suo lavoro in silenzio e lo fa bene. Non da spettacolo ma porta risultati concretissimi. Chiude la partita con una doppia doppia.

CINCIARINI 7: Parte in quintetto e pare che questo serva ad ispirare il suo gioco. La concentrazione e l’atteggiamento sono quelli giusti. E’ sembrato inoltre tirare fuori molto carisma in certe situazioni riportando la squadra sui binari.

KALNIETIS 8: Finalmente una prestazione da vero regista. Piazza 10 assist nelle mani dei compagni più ovviamente palle rubate contro le zero perse. In difesa un mastino come al solito. Mette nel sacco una stoppata che farà venire gli incubi a Capo D’Orlando per un pò.

DRAGIC 7: Dopo una serie di match decisamente da dimenticare anche per lui arriva una prova davvero buona. Tredici punti ma diverse palle rubate, rimabalzi  e falli incassati.

SANDERS 6: Non è al cento per cento e si vede in particolare modo dietro. In ogni caso al tiro è sempre un piacere vederlo.

MCLEAN 5,5: In difesa è fin troppo molle , più che altro perchè è difficile farlo stando sempre dritti sulle gambe. In attacco fa di meglio ma non è la sua serata e rimane un po’ in ombra.

FONTECCHIO 8: Una prestazione da vero protagonista in campo. Tiri scelti alla perfezione e una difesa dove non arretra mai di un centimetro impedendo al suo avversario di vedere il canestro. L’unica sbavatura del march sono le 4 palle perse, ma che in sostanza non rovinano la serata.

PASCOLO 6: Non brilla e ancora una volta fa quello che deve fare dandole e ricevendole da Iannuzzi. Segna una tripla dall’angolo che fa saltare tutti in piedi. Ancora però attendiamo una partita in cui si elegge  a protagonista della scena.

RADULJICA: Entra in campo pochi minuti dando più spazio agli altri. Cosa che tutto sommato non è un male. Non è valutabile.

 
Pubblicato in In evidenza
Terzo k.o. consecutivo per l'Enel Brindisi che perde malamente al PalaTrento contro la Dolomiti Energia Trentino per 84-48.
Pubblicato in Lega A
Domenica, 22 Gennaio 2017 09:14

Reggio: Della Valle rientra ma Aradori è out

Reggio in qualche modo sembra essersi ripresa dopo il post Nalale nero che aveva visto letteralmente decimato il suo roster.

Pubblicato in Lega A

Due punti importanti quelli che deve cercare di mettere in cassa  la Dinamo che pur essendo riuscita a rientrare all’interno delle 8 che a Febbraio andranno in trasferta a Rimini per le Final 8, si ritrova staccata dalle inseguitrici di una sola distanza.

Pubblicato in Lega A
InizioIndietro12345678910AvantiFine
Pagina 1 di 47

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

Cerca

SB COP FB 27

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd