top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

Lunedì, 10 Luglio 2017 09:19

Gallinari parla della sua nuova avventura ai Los Angeles Clippers

Danilo Gallinari si presenta ufficialmente ai Clippers: il "Gallo", a Las Vegas, si è seduto accanto a coach Doc Rivers e al vice Lawrence Frank, ad assitere al match della squadra (alla Summer League possono partecipare solamente i Rookie e i Sophmore). "Gallinari è sempre stata la nostra prima opzione; - ha spiegato Frank - era il nome in cima a tutte le liste". Rivers ha poi svelato che "seguivamo Danilo da almeno due anni". L'occasione giusta finalmente è capitata con la free agency: l'azzurro giocherà al fianco di Blake Griffìn e DeAndre Jordan e ha commentato così il suo passaggio nella città losangelina: "I Clippers mi hanno fatto sentire importante e fra le possibilità che avevo era la squadra con maggiore qualità. Giocherò principalmente da ala piccola, ma ci saranno tante situazioni dove la mia versatilità tornerà utile come ala forte".

Danilo, perché i Clippers?: "Perché sono stati la squadra che ha dimostrato più interesse per me. Ho valutato tutte le proposte: i Clippers sono la squadra in cui più di tutte penso di poter essere importante e lottare per vincere."

Quando ha deciso?: "Mi hanno colpito da subito, in un quel primo faccia a faccia decisamente positivo. E mi sono rimasti in testa. Guardando il roster e come si stavano muovendo sul mercato (dalla trade per Paul sono arrivati Lou Williams, Pat Beverley e Sam Dekker, mentre la free agency ha portato in dote anche Milos Teodosic), mi sono convinto che sono la squadra in cui posso inserirmi meglio."

Con quanti team ha parlato?: "Una decina. E almeno 4 mi hanno fatto un'offerta economica anche migliore di quella dei Clippers,. Ma ho scelto L.A. per il ruolo e le prospettive."

Che ruolo hanno avuto JerryWest e Doc Rivers nel convincerla?: "Sono stati fondamentali. Mi anno fatto capire che volevano me, che ero la loro prima opzione. Li ho sentiti tutti i giorni, e questo ha aiutato molto la mia scelta. Hanno entrambi fatto la storia del basket, prima in campo e poi in panchina o dietro la scrivania: sanno bene cosa vogliono e te lo dicono senza nascondere nulla."

E da lei cosa si aspettano?: "Mi conoscono bene: gli piace la mia versatilità, il modo in cui posso inserirmi in squadra, le opzioni che posso portare giocando con due lunghi come Griffin e Jordan."

Ha incontrato anche loro durante la free agency?: "Sì, ho visto sia Blake che DeAndre prima di decidere. Ci siamo confrontati e anche loro hanno mostrato tantissimo interesse per me. Hanno contributo a far rimanere L.A. nella mia testa. Li ho rivisti anche dopo aver deciso, assieme a Milos."

A proposito, Teodosic: come lo vede in Nba?: "Mi aspetto che sia anche qui il Milos che conosco: soprattutto a livello offensivo può essere dominante come lo è stato in Europa."

Il contratto la rende uno degli sportivi italiani più pagati: "Ai soldi non ho proprio pensato. Ho basato la mia scelta sul valore della squadra e sul mio ruolo, non sulla proposta economica."

Le è costato lasciare Denver?: "E' stato difficile, normale che lo sia visto che ci ho giocato per 6 anni. I Nuggets sono sempre stati la mia prima scelta: ascoltavo le varie squadre, le loro proposte e i loro obiettivi, e ogni volta le confrontavo con le prospettive di Denver. Hanno provato fino all'ultimo a tenermi, ma ho capito che la situazione migliore era ai Clippers."

L.A. è una città molto diversa da Denver...: "In tutto: a livello di vita, di clima... Sono stato benissimo a Denver, ma mi trovo bene ovunque, sarà così anche qui."

Cosa si aspetta dai Clippers?: "Vincere. Giocatori, allenatori, GM e proprietario sono molto determinati. L'obiettivo sarà arrivare fino in fondo."

right

la storia degli europei di pallacanestro

mental2

playersprofile

copertina

Cerca

superbasket

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd