top trasparente                                           top trasparente

banner superbasket 25

banner1

La notizia è iniziata a circolare poche ore dopo la vittoria del titolo dei Golden State Warriors e da un paio di giorni stava prendendo sempre più forma, ma adesso è ufficiale: Jerry West è il nuovo consulente dei Los Angeles Clippers. "The Logo", 79 anni, Hall of Famer, campione NBA con i Los Angeles Lakers nel 1972 e campione Olimpico a Roma 1960, nonché logo della NBA da qui il suo soprannome, lascia il suo ruolo da consulente speciale per i Warriors freschi del titolo NBA 2017.

Pubblicato in NBA

Chris Paul è un nome che è stato spesso accostato a Gregg Popovich e ai San Antonio Spurs in questi ultimi anni, ma secondo Zach Lowe di ESPN stavolta potrebbe realmente esserci la possibilità di un approdo di CP3 alla squadra texana la prossima stagione.

Pubblicato in NBA

E' uscito in edicola il mensile Rivista Ufficiale NBA e come argomento principale ha trattato e stilato una top-20 dei migliori giocatori degli ultimi 20 per festeggiare i 70 anni della NBA. La scelta è stata compilata secondo gli stessi parametri con cui la Lega NBA scelse i migliori 50 nel 1997, e la possiamo definire una sorta di prosecuzione, quindi non troverete doppioni (tipo Shaq, Jordan, Bird, ecc.). I criteri sono stati i seguenti: vittorie e impatto sul gioco. Ecco la lista:

 

Pubblicato in NBA

Andrebbe smentita la credenza che nella pallacanestro ci sia posto solo per i giganti, che solo giocatori con una struttura fisica precisa possano entrare a far parte del mondo professionistico (specialmente nella Nba). Nella storia della Nba, abbiamo assistito ad atleti in grado di compiere delle gesta sovrannaturali, costruendosi un'ottima reputazione come giocatori nonostante non superassero i 180 cm e nonostante ogni sera dovessero fronteggiare avversari più alti di loro di 20/30 cm. Giocatori come Spud Webb (1.73cm) o Nate Robinson (1.79 cm) che, oltre ad aver dimostrato di poter competere a grandissimi livelli ed oltre essersi costruiti una buonissima carriera Nba, "hanno osato" sfidare " giocatori molto più alti di loro nello Slam Dunk Contest, riuscendo addirittura a portarsi a casa la vittoria ( Spud nel 1996 e Nate 2006,2009,2010) e facendo impazzire il pubblico per le gesta atletiche e le loro schiacciate. Ho così voluto fare una sorta di personale classifica su quelli che considero i 5 miglior "piccoletti" che hanno giocato in Nba negli ultimi due anni:

 

Pubblicato in NBA

Nella NBA esistono le rivalità storiche nate da infiniti scontri per l’anello come quella tra Boston Celtics e Los Angeles Lakers o tra gli stessi Lakers e i Detroit Pistons o quella nata negli ultimi anni tra Boston Celtics e Miami Heat per la supremazia a Est (almeno finchè c’erano Garnett e Pierce a Boston). Una delle rivalità più antiche e storiche è sicuramente quella fra i Clippers e i Lakers, non solo perchè entrambe fanno parte della Pacific Division ma anche perchè le due squadre di Los Angeles giocano allo Staples Center; i Lakers si trasferirono da Minneapolis nel 1960, mentre i Clippers da San Diego nel 1984. Storicamente gli abitanti e i fan di Los Angeles hanno sempre favorito i Lakers, soprattutto per i numerosi anelli vinti ( i Lakers hanno vinto 11 campionati da quando si sono trasferiti a Los Angeles sui 16 complessivi) ma negli ultimi 4/5 anni sembra che qualcosa sia cambiato. I Clippers non solo hanno fatto registrare moltissimi sold out dalla stagione 2011/2012, ma sono diventati la prima squadra di Los Angeles, visti anche i pessimi risultati dei Lakers. Nella stagione 2012-2013 i Los Angeles Clippers vinsero la loro prima serie contro i Lakers (per serie si intende il numero complessivo di partite giocate durante la regular season). La rivincita dei Clippers, che dopo quella stagione hanno rivinto tutte le serie successive contro i Lakers, è dovuta soprattutto all'arrivo di Blake Griffin e di Chris Paul. Proprio l'arrivo di Paul, nella stagione 2012/2013, ha aumentato la rivalità tra le due squadre, poichè Cp3 era ormai un giocatore dei Lakers, ma il commissario NBA Adam Silver vietò questo trasferimento e Chris Paul fu ceduto all'altra squadra di Los Angeles. Rivalità infuocata nella città della California, rivalità che Blake Griffin ha provato a spiegare raccontando di due bellissimi episodi che lo riguardavano proprio sul tifo di Los Angeles; il primo sul suo arrivo nella città degli angeli, il secondo su un altro grande protagonista che ha fatto dei Clippers la prima città di Los Angeles: Doc Rivers.

"Ricordo quel giorno del 2009 come se fosse ieri. La prima volta che sono sceso da un aereo a LAX come giocatore dei Clippers ho iniziato a guardarmi attorno dentro all'aereoporto e ho notato qualcosa che non andava. Vedevo solo felpe dei Lakers, pupazzi dei Lakers, poster dei Lakers, carte di credito dei Lakers. Ero confuso, camminavo in mezzo a LAX e pensavo, "Ma dov'è tutta la roba dei Clippers?" Non c'era assolutamente niente. La prima volta che ho visto un logo dei Clippers è stata quando sono arrivato in palestra per l'allenamento. Far parte di una squadra partita da zero è estremamente esaltante, quando sono arrivato qua nessuno ci considerava minimamente. Per un sacco di tempo i tifosi dei Lakers non avevano neanche voglia di sprecare il loro tempo con noi. Ma le cose sono cambiate. Non abbiamo ancora raggiunto il nostro obiettivo primario, ma siamo riusciti a cambiare la percezione che LA ha dei Clippers. Adesso i loro tifosi ci considerano, adesso siamo meritevoli del loro odio."

"Un paio di giorni fa ero nello spogliatoio e stavo parlando con Austin Rivers, era nervoso perché doveva lanciare la prima palla a una partita dei Dodgers ed era la sua prima volta. Gli ho detto, "Preparati, ti fischieranno." Mi ha risposto, "Seriamente? Ma siamo a LA!" A quel punto gli ho dovuto spiegare che la maggior parte dei tifosi dei Dodgers sono anche fan dei Lakers. Ho rincarato, "Vedrai bello, vedrai." E' stato fischiato talmente forte che mentre camminava verso lo spot del lanciatore si è fatto scivolare di mano la palla. Per darvi un'idea di cosa accadeva nei giorni bui dei Clippers vi racconto di quando è toccato a me. Era subito dopo essere stato draftato, l'annunciatore ha esclamato: "E adesso date il benvenuto a Blake Griffin dei Los Angeles Clippers!" Silenzio di tomba. Mi sembrava di sentire il rumore dei grilli, nessuno ha reagito. Un paio di persone hanno applaudito per cortesia, probabilmente si sentivano dispiaciute per me."

 

Marco Mugnaini

 

 

Pubblicato in NBA

 

C'è poco da fare: l'età non intacca né la competitività di MJ né la sua precisione al tiro. Durante il recente camp, CP3 e The G.O.A.T. si sono sfidati mettendo in palio l'onore e la promessa di regalare delle belle scarpe da basket a tutti i partecipanti. Guardate come His Airness ha risposto alla sfida...

 

 

Pubblicato in NBA
Venerdì, 10 Giugno 2016 19:08

Glen Davis e la lesa maestà su Chris Paul

 

Glen Davis ha riassunto l'ars cestistica di Chris Paul con "palleggi, palleggi, palleggi". Chissà se CP3 avrà sorriso con sussiego o avrà esclamato fra sé e sé: "Shut the f*** up, Glen!"

 

 

Pubblicato in NBA
Martedì, 26 Aprile 2016 21:25

Ecatombe Clippers: out Griffin e Paul

 

Evidentemente non era destino: Chris Paul dovrà stare lontano dai campi dalle 4 alle 6 settimane, mentre Griffin potrebbe tornare già per la preparazione estiva o nel periodo di pre-stagione. Al momento, però, Doc Rivers si ritrova senza due titolari e senza il suo leader carismatico, con la prospettiva di affrontare i campioni uscenti (pur senza Curry). 

 

Pubblicato in NBA

 

 

Twitter, 14 marzo. Un cinguettio poco rassicurante sull'account di CP3:

Pubblicato in NBA

 

Magistrale festa per ringraziare e per prendere in giro Kobe Bryant, in occasione dell'All Star Game. Fra messaggi di stima, dunque, anche molto spazio agli sfottò e ai regali: venite a scoprirne qualcuno. 

 

 - Occhiali da vista

 - Un bastone da passeggio

 - Preparazione H

 - Caramelle da masticare al gusto Mamba

 - Un telecomando per la tv

 - Adesivo per dentiera

 - Calze contenitive

 

 

E tanti altri. Guardate uno spezzone della festa: 

 

 

Pubblicato in NBA
InizioIndietro12AvantiFine
Pagina 1 di 2

la storia degli europei di pallacanestro

playersprofile

mental2

copertina

Cerca

SB Copertina 31 FB

aquista ebook basketcoach

TOP100 2016 300bn

editoriale direttore basketnet

basketcoach website link

Le news del giorno

Prev Next

logo

 

 

 

 

DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd