Adesso è ufficiale: Ponti nel CDA di Varese

Gianfranco Ponti è ufficialmente entrato nel CDA della Pallacanestro Varese: ieri infatti ha firmato il contratto di due stagioni, con opzione per altre due, che consegnerà all’imprenditore di Angera le chiavi del settore giovanile biancorosso, aprendogli contestualmente le porte della società di piazza Monte Grappa che lo ha inserito nel CDA a fianco del presidente Marco Vittorelli, del suo vice Monica Salvestrin e dei consiglieri Toto Bulgheroni, Fabrizio Fiorini e Riccardo Polinelli.

Come scrive Giuseppe Sciascia sul quotidiano “La Prealpina”, è stata una trattativa lunghissima, nata con i primi contatti informali durante l’inverno, poi decollata dopo la richiesta dell’assemblea di “Varese nel Cuore” di cercare un “socio forte” per superare il concetto di multiproprietà condivisa dopo 7 anni consecutivi di gestione interamente consortile (con la novità del Trust datata 2016). Il ruolo iniziale del nuovo consigliere biancorosso sarà quello di osservatore e “direttore” del settore giovanile, con un investimento personale di 250mila euro, per creare nel tempo una vera e propria scuola di basket in grado di rifornire la serie A di talenti. La prima e più scontata collaborazione sarà quella tra l’Open Job Metis e il Basket Ignis Varese 1960, il sodalizio fondato lo scorso anno da Dodo Rusconi e Aldo Ossola con il patrocinio di Gianfranco Ponti che sarà una sorta di “laboratorio” per il vivaio biancorosso. L’ex coach della Pallacanestro Varese sarà il referente tecnico del nuovo leader delle giovanili, e guiderà l’Under 18 rimasta scoperta dopo la partenza di Andrea Triacca alla volta della Robur et Fides. Il 71 enne tecnico varesino sarà l’unica aggiunta allo staff tecnico attuale: l’imprenditore di Angera ha ribadito anche in CDA il suo desiderio di dare continuità al parco allenatori del 2016-17 composto da Giulio Besio, Andrea Sterzi, Paolo Nicora e Gianfranco Pinelli. Il nuovo corso inizierà in palestra dalla mattinata di lunedì, anteprima della conferenza stampa indetta da “Varese nel Cuore” e dal trust “Il Basket Siamo Noi” per illustrare i dettagli. Al momento Ponti è totalmente concentrato sul ruolo di ministro delle giovanili biancorosse, che lo vedrà coinvolto in prima persona con una presenza fissa in città mettendo parzialmente da parte i suoi impegni lavorativi internazionali; dunque l’acquisto delle quote – inizialmente previsto un ingresso nel capitale societario nell’ordine del 20 per cento – non è all’ordine del giorno.