Allarme Steph Curry: le caviglie tornano a far male?

Steph Curry

Fonte: Tuttosport

Ogni Achille ha il suo tallone. E per Steph Curry, lo sanno, tutti, risiede nelle caviglie. Proprio quella fragilità gli aveva impedito di firmare un super contratto (il secondo, perché quello da debuttante ha cifre precise stabilite dalle lega) on i Golden State Warriors. Motivo che poi è stato la fortuna sua e della franchigia, che è potuta arrivare a offrire un contratto degno aKevinDurant. Ma ogni piccolo infortunio o scricchiolio è vissuto come un incubo dai californiani. E ieri Steph è uscito con il tutore per la caviglia destra girata in partita e con le stampelle. Le radiografie hanno dato esito negativo, ma i Warriors aspettavano nella notte e attendono anche oggi italiana ulteriori esami, per l’esattezza una risonanza magnetica. Di sicuro il due volte Mvp Nba non giocherà stanotte. Per la sua fragilità Curry aveva giocato solo 26 partite nel 2012-13. Nel frattempo Steph era appena diventato il più giovane della storia a superare le 2000 triple Nba e i Warriors erano riusciti per la seconda volta in stagione a rimontare oltre 20 punti di scarto e vincere,. Klay Thompson dice: «E’ un brutto infortunio, ma Steph tornerà più forte di prima. Non c’è bisogno però di avere fretta: deve prendersi tutto il tempo necessario». Ma se la fragilità dovrebbe ripetersi Golden State tremerebbe.