Cantù batte Brindisi e fa tre di fila

Mia Cantù – Enel Brindisi 83-77

(24-26; 19-14; 21-22; 19-15)

La Mia vince la sua terza partita di fila con il duo Dowdell-Johnson sugli scudi, niente da fare per Scott e Goss che tornano in Puglia a mani vuote.

Cantù prova a prendere subito il largo con Calathes e Johnson ma M’Baye non ci sta e a metà periodo siamo sul 14 a 12 Brindisi. La sfida continua ad essere in equilibrio: la Mia arriva a +4 (massimo vantaggio per il momento) ma, al decimo, il tabellone luminoso del PalaDesio segna 26 a 24 per i pugliesi, grazie al fantastico canestro in step back di Phil Goss.
L’Enel inizia forte nel secondo periodo e arriva anche ad avere due possessi pieni di vantaggio, costringendo così Recalcati a chiamare un minuto di sospensione per rimettere a poste le cose. I suoi giocatori lo ascoltano e tornano a +1 a tre minuti dal termine del primo tempo con la pigiata di JJJ. All’intervallo lungo è proprio il numero 25 canturino a decidere il punteggio: canestro in arretramento, doppia cifra personale e 43 a 40 finale.
Anche al ritorno dagli spogliatoi è l’equilibrio a dominare il match, con Cantù che è in vantaggio 51 a 50 al giro di boa di questa terza frazione di gioco. Nella seconda metà si alza l’intensità dell’asse Dowdell-Johnson e i padroni di casa vanno a +5 ma Phil Goss non ci sta e pareggia subito i conti nel giro di due azioni. All’ultimo intervallo obbligatorio tutto è ancora in discussione perché i brianzoli sono in vantaggio di soli due punti: 64 a 62.
Inizio di quarto quarto che sorride ai canturini, i quali riescono ad eguagliare il massimo vantaggio della partita: + 5. Si vivono sprazi di pessimo basket, con le due formazioni che hanno paura di far canestro, poi però ci pensa Scott dall’angolo a togliere il tappo dal coperchio, piazzando la bomba del -2. A metà periodo siamo sul +3 Mia, 1/2 di Dowdell. A due minuti dal termine Cournooh fa urlare il PalaDesio con una bomba importantissima ma il solito Scott prova a rovinare la festa ai circa 5000 tifosi canturini presenti al palazzetto, riportando l’Enel a -2. Pilepic sistema i conti dalla linea della carità e la Mia vince la terza partita di fila con il risultato finale di 83 a 77.

Alessandro Saraceno