CAPOBIANCO CANDIDATO CT PER IL DOPO MESSINA?

Andrea Capobianco è stato il grande protagonista dell’estate, prima pilotando la Nazionale femminile ad un risultato superiore a quello reale: ha fatto innamorare la gente del suo spirito, del suo modo di stare in campo e di Cecilia Zandalasini. Poi ha completato l’opera con un argento mondiale Under-19 ovvero la più importante competizione giovanile al mondo. Un risultato all’italiana ovvero ribaltando i rapporti di forza attraverso carattere e organizzazione soprattutto difensiva. Una lezione anche per la nazionale maggiore. Occorre riconoscere al Presidente Petrucci di aver visto giusto, assegnando a Capobianco la nazionale femminile, nella decisione atipica di non sottrarlo alla guida della nazionale giovanile chiave, la Under-18 che poi è diventata Under-19 per i Mondiali. Un’intuizione vincente che potrebbe fare da apripista ad una mossa successiva ovvero nominare Capobianco capo allenatore della nazionale del dopo Messina. Un allenatore maturato in Federazione che ricorderebbe quanto fatto altre volte nel calcio con Bearzot e Vicini ma mai nel basket.

Fabrizio Carcano