Carlos Delfino e le sirene della Mole

Carlos Delfino Foto Ciamillo-Castoria

Fonte: La Repubblica

Carlos Delfino si presenta a Torino, sponsorizzato da Larry Brown.

Spinta

«Un’opportunità unica per me, molto importante: l’Auxilium è una società che punta sempre a migliorare e lo scorso anno ha vinto la Coppa Italia. Inoltre gioca una coppa prestigiosa come l’Eurocup».

Italia

«Tornare in Italia è stimolante, un posto che ho conosciuto bene e ora a fine carriera, dopo e tanti anni, ritrovo. So che mi divertirò molto, spero di essere all’altezza delle aspettative».

Molla

«Ricevere una chiamata da coach Brown è stato detonante. Inoltre preparare la stagione dall’inizio è meglio che subentrare a campionato in corso: mi ritaglierò il mio spazio, farò vedere che sono pronto ad aiutare la squadra». Quanto ha inciso ritrovare Larry Brown in panchina per farle scegliere Torino? «Molto, sono legato alle persone e il fatto che Brown mi conosca e mi abbia allenato, che abbiamo già un rapporto, mi piace. Non amo farmi conoscere da qualcuno a 35 anni dopo tutto quello che ho sofferto».

Brown e la NBA

«Mi ha trasmesso molto in campo e fuori. Senza entrare nel personale, nei primi tempi in Nba a Detroit si sono trovati un Carlos Delfino molto giovane mentre coach Brown aveva una squadra reduce dalla vittoria del titolo. Mi dovevo adattare al nuovo gioco, è stata un’annata impegnativa ma è stato lì che abbiamo costruito il nostro rapporto che è proseguito anche quando eravamo in squadre diverse. Mi ha insegnato tanto, inutile dire quanto sia grande nel mondo della pallacanestro».