Che esordio di Boniciolli sulla panchina di Pesaro

Matteo Boniciolli Foto Ciamillo-Castoria

Fonte: Ufficio Stampa Vuelle

 

Matteo Boniciolli, al suo esordio sulla panchina di Pesaro, commenta in sala stampa la fantastica vittoria arrivata all’overtime contro la Fiat Torino, diretta concorrente per la lotta salvezza.

“Faccio i complimenti a Torino per la grande partita che ha fatto. Avevo bisogno di questa partita per capire che squadra ho a mia disposizione, gli allenamenti mi hanno fatto capire che sono stato accolto bene e questa vittoria la condivido con Massimo Galli. La cosa importante che ho detto ai giocatori è che vinceremo e perderemo, ma dobbiamo uscire da tutti i campi con l’orgoglio di quello che abbiamo fatto. Mai più fischiati dal nostro pubblico, mai più. Credo che se anche avessimo perso dopo un supplementare qualcuno ci avrebbe fatto comunque i complimenti. Si combatte e questa è la base”.

“Nel primo tempo eravamo sotto di 8 punti, e il gap era dovuto ai canestri che abbiamo preso da ingenui con un allungamento della nostra difesa. Poi con molta energia e aiutati dal nostro pubblico abbiamo recuperato. Sarei molto contento se tra due settimane, al prossimo match che giocheremo qui, ci fosse una persona in più rispetto a quelle presenti oggi. Dobbiamo comprendere i nostri obiettivi, ora ci godiamo la vittoria ma proiettandoci sulla trasferta di Pistoia, che ha una squadra che non molla mai. Zanotti è stato un grande protagonista, gli allenatori devono avere coraggio di far giocare gli italiani e loro devono meritarselo. Gli americani arrivano dalla G – League ma non sanno cosa significhi lottare per la salvezza, hanno bisogno di tempo per capirlo. Ora ci attende una partita contro una squadra forte come Pistoia.”