Claudio Pea introduce le sfide di questa sera in serie A

Amedeo Della Valle

Fonte: claudiopea.it

Piuttosto stasera si giocano tre anticipi dell’ultima giornata del girone d’andata che non sono neanche male: Trento-AvellinoPesaro-Sassari e Bologna-Reggio Emilia. E Mamma Rosa che fa? S’occupa del caso Goudelock neanche fosse la guardia di Atlanta il vero problema della squadra di Livio Proli e non l’ennesima scusa buona per spiegare il nuovo fallimento in Europa di una squadra che quest’anno costerà più di venti milioni di euro e che, dopo la vittoria di ieri sera dell’Efes sulla Stella Rossa, è rimasta sola all’ultimo posto della classifica d’EuroLega esattamente come l’anno passato. Quando era allenata dal Gelsomino piangente Repesa e la colpa di quel disastro era ovviamente tutta sua. Come adesso è di Andrew Goudelock e domani sarà magari di Simone Pianigiani. Ma per favore. Vincesse stasera la Sidigas a Trento, e non è detto, anzi sarà parecchio difficile, Avellino sarà campione d’inverno indipendentemente dalla sfida di domani al Forum tra l’EA7, o come cavolo volete chiamarla, che Carlton Myers non ci capisce più nulla e riesca pure lui d’impazzire, e i campioni d’Italia della Reyercome straordinariamente successe qualche tempo fa ad un altro club del sud d’Italia: la spensierata Brindisi di Fernando Marino. Ecco: non sarebbe stato più interessante sviluppare questo tema e gonfiarlo a tutta pagina? Spiegatelo voi ai sapientini della Gazzetta o agli Zapelloni Mazzanti Vien dal Mare. Che io sarei anche stufo. E caso mai vi dico che quest’anno con Avellino tutti dovranno prima o poi fare i conti: anche sino alla finale scudetto. Perché Pino Sacripantibus ci crede e Nicola Alberani ha costruito una squadra che ha un capo e una coda. Da Filloy a Fesenko. Aspettando il recupero di Shane Lawal. In più a Gianandrea De Cesare il giocattolo comincia a piacere e i soldi di certo non gli mancano per realizzare il grande sogno già riuscito a Napoleone Brugnaro.