Coach Carter…ah no Lebron James. Quanto c’è di vero?

Non ce la faccio, guardo, riguardo e penso… una scenetta messa in piedi ad arte.

Sono io sbagliato, nel senso mi sento condizionato da preconcetti evidenti: lo spazio attorno a Lebron James a favore di telecamere, il modo teatrale di esporre le questioni, la fissità delle “comparse” con la spalla (allenatore) a replicare ma con i tempi e le pause giuste. Sapendo poi quanto l’AZIENDA Lebron James condizioni l’ambiente di Cleveland, allora la recitazione ha ancora più i tratti di una messinscena.

Ne ho viste di diatribe giocatore-allenatore o sfoghi di un giocatore verso la squadra…e non sono così composte.

Direttore Raffaele Baldini