Ferdinando Marino va in controtendenza rispetto alle idee di Tanjevic

Fonte: La Repubblica

Il presidente della New Basket Brindisi, Ferdinando Marino, dice la sua sulla possibile rivoluzione in atto nel movimento italiano:

“Costringere una squadra a far giocare sempre degli italiani fa crescere a dismisura il loro potere contrattuale quindi le società, per far quadrare i conti, sarebbero costrette a risparmiare sugli stranieri, firmandone molti di scarso valore che non farebbero crescere il movimento. La liberalizzazione degli stranieri, invece, aiuterebbe di più a coltivare i nostri talenti, darebbe respiro ai club e consentirebbe di fornire alla Nazionale giocatori veri, già pronti. La FIP predica bene ma non ci aiuta, serve il mercato libero con premi alle squadre che operano bene con il vivaio.”