Gheorghe Muresan, il gigante rumeno

La Nba è un’entità vivente, in costante mutamento nei 28×15 metri che delimitano il campo di gioco. Il cronometro dei 24 secondi, la linea dei tre punti, niente di tutto ciò esisteva al tempo della prima palla a due Nba, nel 1946, e l’impatto di queste novità ha rivoluzionato e cambiato il modo in cui si gioca a basket. Lo stile di gioco, e dei giocatori stessi, è sempre mutato nei corsi dei decenni Nba, sviluppando ipotesi di gioco immaginabili pochi anni prima. Guardie e ali piccoli hanno, da sempre, bombardato il canestro da dietro la linea dei tre punti; ma cosa succede quando si parla di lunghi? Nella Nba moderna i veri centri dominanti si sono quasi oramai estinti, per lasciar posto ai lunghi letali dalla distanza, in grado di costringere le difese avversarie a modificare le proprio tattiche. Anche solo una trentina di anni fa, in una Nba dallo stile fisico e roccioso, un’ipotesi del genere avrebbe fatto sorridere tutti gli addetti al lavoro. I lunghi erano in campo per far guizzare i muscoli e conquistare i rimbalzi, rimandare al mittente i tiri degli avversi e fare il lavoro sporco nel pitturato ( basti pensare a giocatori come David Robinson, Bill Russel, Wilt Chamberlain, Kareem Abdul Jabbar, ecc.). Ma alla fine degli anni ’80 e inizi anni ’90, la lega ha modificato il proprio gioco andando verso uno stile sempre più fluido, con lunghi capaci di colpire anche in sospensione dal perimetro con grande efficacia. Tutto ciò ha portato le squadre sempre di più ad “aprire il campo”, nella metà campo offensiva, portando spesso gli allenatori a giocare con un quintetto senza pivot, ma composto da “5 piccoli”.

Ma chi è stato “il gigante” più alto di tutti mai visto in Nba? E’ rumeno, e si chiama Gheorghe Muresan. Gheorghe Muresan, soprannominato Big Ghita o semplicemente George, è un ex giocatore professionista della Nba ed è stato l’atleta più alto che la Nba abbia mai avuto. Con i suoi 231,4 cm supera di qualche millimetro un altro gigante della Nba, Manute Bol. Oltre ad essere l’uomo più alto in Romania, Muresan è il secondo uomo più alto in Europa, dopo l’attore e giocatore di basket Neil Fingleton. Nasce il 14 Febbraio 1971 in un distretto di Cluj, Tritenii de Jos, in una famiglia povera. Non eredita la sua altezza dai genitori; suo padre era alto 173 cm, mentre sua madre 170 cm. Secondo alcuni reperti medici la sua incredibile altezza era dovuta all’ipofisi o ghiandola pituitaria, ovvero una ghiandola endocrina situata alla base del cranio, nella fossa ipofisaria della sella turcica dell’osso sfenoide. La sua esperienza col basket inizia grazie a una visita dal dentista; il dentista di Gheorghe, che era un arbitro di pallacanestro, rimasto sbalordito davanti all’incredibile altezza del giovane ragazzo (aveva 14 anni), decide di reclutarlo per la squadra locale. Frequenta l’Università di Cluj e diventa il perno della squadra universitaria. Nel suo primo anno all’Università, Gheorghe riesce a mettere in luce tutte le sue doti, tanto che arrivano talent scout da tutta l’Europa per osservare da vicino questo ragazzone che domina, anzi stradomina ogni partita. Nella stagione 1992-1993 decide di diventare un giocatore professionista, firmando per l’Élan Béarnais Pau-Orthez, squadra che militava nella massima competizione del campionato francese. Diventa subito un idolo per i tifosi. Fin da piccolo il suo “eroe” è Arnold Schwarzenegger, e lo stesso Muresan lo conferma in un’ intervista a fine partita, quando un giornalista gli pone la classica domanda su chi fosse il personaggio a cui si ispirava e che idolatrava. La possibilità di conoscere il suo idolo l’ha l’anno seguente, quando la Nba vuole portare negli Stati Uniti quello che sarà il giocatore di basket più alto in assoluto nella sua storia. Infatti Gheorghe fu selezionato dai Washington Bullets con la scelta numero 30 al Draft del 1993. Gioca nella Nba dal 1993 al 2000 e nonostante la sua carriera sia costellata da infortuni , nel complesso fa registrare una discreta media in carriera di 9.8 punti, 6.4 rimbalzi, 0.5 assist e 1.48 stoppate a partita con una percentuale dal campo del 57%. Nella stagione 1995-1996, dopo essere tornato in Francia per circa due mesi e dopo aver giocato alcune partite nel Pau-Orthez, ritorna a Washington e a fine di quella stagione viene eletto Most Improved Player (giocatore più migliorato in quella stagione) grazie a una media di 14.5 punti, 9.6 rimbalzi e 2.26 stoppate a partite. Inoltre, in quell’anno e nella stagione seguente, guida la classifica dei giocatori con la maggior percentuale di tiri dal campo, 58.4% e 60.4%. Il centro rumeno nel 1998 firma con i New Jersey , ma a causa dei continui infortuni riesce a giocare una sola partita. Conclude la sua carriera l’anno seguente, nella stagione 1999-2000 giocando 30 partite con i Nets. La sua ultima partita a basket è datata 7 Marzo del 2007, quando gioca per i Maryland Nighthawks; incredibile ma vero, quella è stata l’unica partita in assoluto in cui Muresan non era il giocatore più alto in campo. A superarlo? Sun Mingming, giocatore cinese alto 236 cm. Oltre ad essersi costruito una discreta carriera in Nba, Gheorghe se nè costruita un’altra fuori dal campo. Muresan è diletto nella recitazione, e quando recita al fianco di Billy Cristal nel film “My Giant” del 1998, riceve ottime critiche e recensioni. E’ lui a recitare nella parte del ventriloquo nel video musicale di Eminem “My name is” e inoltre è stato per tempo testimonial delle tavolette di cioccolato Snickers. Nel 2004 fonda la “Giant Basketball Academy” (GBA), un’accademia devota ad insegnare i principali fondamentali della pallacanestro ai ragazzi e alle ragazze di tutte le età. Cosa fa oggi Muresan? Oltre a comparire qualche volta in programmi della tv rumena e oltre aver commentato qualche partita degli Washington Wizards, ha molto più tempo libero, da passare con i suoi figli George e Victor. E ha molto tempo per pescare!! Una delle sue più grandi passioni è la pesca e spesso esce in mare col suo amico Billy Brener per dilettarsi con lenza e canna in mano; uno alto 231 cm, l’altro 160 cm. La moglie di Billy confessa: “Gheorghe seduto è più alto di Billy in piedi”. Un grande uomo, dentro e fuori dal campo, che è sempre stato orgoglioso della sua nazionalità e della sua incredibile altezza; chissà se rivedremo mai un gigante del genere in Nba….

Marco Mugnaini