Gianni Petrucci: “Non sarà penalizzata la squadra uscita dal campo”

Giovanni Gianni Petrucci

Fonte: Giornale di Brescia a cura di Cristiano Tognoli

Dalla sua plancia di comando a Roma, il presidente della Federazione italiana pallacanestro Gianni Petrucci ha seguito tutta la vicenda di Carpenedolo documentandosi e restando in contatto con i suoi uomini sparsi sul territorio. Come prima cosa ci tiene a dare una notizia e a sgombrare il campo da possibili equivoci: «Ho letto da qualche parte che la partita verrà omologata con lo 0-20 ai danni del Carpenedolo perchè è uscito dal campo. Niente di più falso. Per ora dico che la partita è da considerarsi solamente sospesa. Ci sono prima di tutto regole etiche e poi vengono le regole scritte. Ci mancherebbe anche che il Carpenedolo venisse penalizzato – argomenta amaramente Gianni Petrucci -. Figuriamoci…».

Quindi la partita verrà rigiocata ? «Questo verrà deciso a breve dal Giudice Sportivo, ma per ora mi sento di poter dire con certezza che i ragazzi offesi e usciti dal campo non subiranno un’ulteriore mortificazione vedendosi data la partita persa». Il rapporto di Petrucci con la provincia di Brescia si è rafforzato proprio in questi anni di pari passo con la crescita del Basket Brescia Leonessa ed è sfociato a fine novembre quando il presidente della Fip ha deciso di far giocare all’Italia il match di qualificazioni Mondiali al PalaLeonessa contro la Lituania: «Apprezzo molto la vostra terra che sta dando lustro al basket italiano – dice Petrucci – e in questa vicenda ovviamente mi schiero totalmente dalla parte dell’allenatore Marco Giazzi, condivido il suo gesto di sensibilizzazione».