It’s march madness

Ci siamo. Le prime partite di march madness si sono disputate nella notte targata NCAA e il tabellone si sta già muovendo verso il second round che dopo stasera sarà completamente delineato. 
A West sappiamo già chi saranno le squadre che si affronteranno: la prima sfida, in programma il 18 marzo, vedrà scendere in campo Gonzaga contro Northwestern. I primi hanno superato agevolmente il first round battendo South Dakota state col punteggio di 66-46 maturato nel secondo periodo (40-24) grazia alla solita prestazione di squadra. Dall’altra parte Northwestern ha battuto Vanderbilt 68-66 rischiando nel secondo tempo di gioco di farsi recuperare dalla formazione avversaria. 
La vincente tra queste due affronterà chi riuscirà a imporsi nella sfida fra Notre Dame e West Virginia; e se da un lato West Virginia l’ha fatta da padrone contro Bucknell gestendo il gap accumulato nella prima metà della pratica, dall’altro Notre Dame si è imposta di misura contro Princeton per 60-58 grazie al giro lunetta di Vasturia a 1 secondo dalla sirena. 
Per accedere all’altra semifinale Florida State dovrà affrontare Xavier e   St. Mary’s Arizona. La pratica dei first round per queste quattro squadre non è stata difficoltosa: infatti Florida State vince 86-80 contro FGCU grazie in particolare ai 25 punti di Bacon, Xavier 76-65 contro Maryland guidata nella rimonta dai 21 punti di Bluiett, St. Mary’s 85-77 contro VCU grazie alla sapiente gestione del vantaggio della prima frazione che ha permesso anche ai primi violini di riposarsi, Arizona 100-82 contro North Dakota. A proposito di Arizona attenzione al fattore madness che ha portato la squadra a fare 100 punti e ben due giocatori a toccare quota 20 punti: Alkins e Markkanen. 
L’unico second round deciso nella notte per il torneo South vedrà schierarsi per la palla a due il 18 marzo Middle Tennessee contro Butler; i primi superano Minnesota assicurandosi entrambii tempi e vincendo la partita per 81-72 grazie alla notevole prestazione di Reggie Uoshaw che ha chiuso con 9 rimbalzi e 19 punti in poco più di 30 minuti. Invece i Bulldogs, scelti come quarta testa di serie durante il selection Sunday, hanno dato il giusto benvenuto a Winthrop che accedeva alla fase finale del torneo per la prima volta: la partita finisce 76-64 grazie anche ai 28 punti di Woodson (top scorer per i vincenti, mentre in assoluto è Coocks con 23 punti) che ha segnato solo da oltre l’arco con un 6/10. 
Anche nella zona Midwest si è arrivati a delineare solo un second round, quello fra Iowa State e Purdue. I Boilermakers riescono a ribaltare i pronostici della vigilia battendo Vermont col punteggio di 80-70 grazie soprattutto al sapiente uso dei tiri da oltre il perimetro (più del 46%) e alla prestazione di Edwards che chiude con 21 punti (in stagione aveva una media di 12.2 a partita). Iowa State invece ha egregiamente superato 84-73 grazie alla oramai solita prestazione di squadra come dimostrano i 17 assist e anche grazie a una precisione al tiro non proprio tipica da march madness: 55.60% da due, 42.10% da tre, 88.90% dalla lunetta. 
Ad East i primi due posti nella Sweet Sixteen saranno contesi da Villanova contro Wisconsin, e Virginia contro Florida. 
I campioni in carica hanno praticamente passeggiato sul campo portando comunque a casa la vittoria contro Mt. St. Mary’s col punteggio di 76-56: grande prestazione della point guard DiVincenzo che fa segnare sul referto 21 punti (grazie al 9/15 da due e al 3/4 da tre), 13 rimbalzi (in campionato ne prendeva circa 5/6 a partita), 2 assist e 1 palla rubata. 
Wisconsin ha dovuto affrontare invece nel first round Virginia Tech per 84-74 grazie alla miglior prestazione della notte, quella di Bronson Koenig che chiude i suoi 37 minuti con 3 rimbalzi, 3 assist, 1 palla persa e 28 punti arrivati con il 9/21 da due, il 8/17 da tre e il 2/2 a cronometro fermo. 
Virginia ribalta i pronostici e vince contro UNCW per 76-71, vittoria maturata soprattutto nel corso della seconda metà di gioco dove la franchigia è stata guidata dai 24 punti di Perrantes e dai 23 messi a segno da Shayok.
Florida invece sbaraglia East Tennesse, dopo aver giocato un tempo praticamente alla pari, con una ripresa da 47 punti segnati e 33 subiti che hanno fissato il risultato sul 80-65; la forward David Robinson è stato il top scorer della partita e anche l’MVP grazie ai suoi 7 rimbalzi, 1 assist, 2 stoppate e 24 punti in 33 minuti. 
 
Stanotte si disputeranno i rimanenti firs round e a noi non resta che aspettare. 
 
Davide Maggioni