Kenny Lawson fa arrabbiare la tifoseria virtussina

Lawson Kenny

Fonte: Corriere dello Sport – Stadio

Prima dell’annuncio di Sacripanti, il segnale era stato l’addio ufficiale ad Alessandro Ramagli. Seguendo un destino già noto, e comune a quello della passata gestione tecnica, il coach della promozione ha risolto il contratto che lo legava alla Virtus fino al 2019, incassato l’in bocca al lupo della società, che nel comunicato ne ha ricordato la vittoria del campionato e della Coppa Italia in A2, e ha firmato un biennale a Pistoia. Due stagioni davvero intense, con il ritorno in serie A e nelle Final Eight di Coppa Italia, e qualche incompiuta che ha fatto perdere il treno playoff. Il livornese ha comunque segnato una pagina di storia della società bianconera, nel gruppo che a Trieste ha riportato nel massimo campionato le V nere, dopo un solo anno di inferno, una vera impresa. Di quel gruppo ha fatto parte anche Kenny Lawson, che ieri però ha scatenato l’ira dei tifosi bianconeri sui social, mettendo il suo like ad alcuni post della tifoseria fortitudina, contenenti offese alla Virtus. Un dispiacere per i tifosi che tanto lo hanno apprezzato. Lawson ha dato, oltre a un segnale difficilmente equivocabile sul suo futuro, una dimostrazione di scarso stile, dopo aver condiviso le stesse stagioni di cui si parlava per Ramagli, vincendo il torneo al piano di sotto e guadagnandosi così la sua prima stagione in serie A. Non esattamente esaltante per il californiano di Oceanside.