La Dinamo Sassari travolge il Leicester

Fonte: La Nuova di Andrea Sini

 

Un biglietto per la seconda fase in tasca, la capolista Venezia nel mirino.

L’Europa sorride ancora alla Dinamo, che pialla senza pietà i britannici del Leicester Ridere per 95-60 e conquista matematicamente la qualificazione al Second Round della seconda competizione Fiba Europe Cup.

I ragazzi di coach Vincenzo Esposito ottengono la quarta vittoria in quattro gare di coppa (6, se si considera il turno preliminare col Benfica) e ora possono concentrarsi sulla delicatissima sfida di campionato in programma sabato, quando al PalaSerradimigni arriverà la corazzata Reyer.

Ancora una valanga di punti, ancora cinque giocatori in doppia cifra e un grande lavoro fatto con il cronometro e e rotazioni, che ha permesso di tenere tutti sotto i 23 minuti e Scott Bamforth addirittura a riposo assoluto.

Il quarto match del primo turno resta vivo soltanto per un quarto, perché l’approccio delle due squadre è opposto.

Ma dal secondo quarto in poi è esistita soltanto la Dinamo, che ha messo in mostra un favoloso Polonara e un Pierre in grande ripresa.

Esposito tiene Diop in tribuna e manda dentro Parodi. Nel quintetto di partenza ci sono Smith, Gentile, Pierre, Polonara e Thomas.

I britannici partono decisamente meglio e piazzano un break di 0-7, la Dinamo resta a guardare per un paio di minuti, poi si accende: la difesa inizia a lavorare, Smith indica la via in attacco e i verdi di coach Esposito ripagano i britannici con un immediato controbreak di 9-0.

Gli errori però si sprecano e gli ospiti restano col vento in poppa, con Thomson che fa due volte centro da oltre l’arco ( 13 -16). Per rimettere il Banco in partita servono 8 punti consecutivi di Polonara, ma alla prima sirena i Riders sono avanti 19-21.

Si fa poco canestro ed è un’altra fiammata dell’ala marchigiana a regalare il +4 (27-23) alla Dinamo, che finalmente si accende.

L’attacco inglese viene imbrigliato, le triple di Pierre e Smith scavano il primo solco importante, 38-26 al 17 minuto.
Leicester si tiene vivo con le triple di Thomson e Whashington, il Banco sfrutta le idee chiare di Smith e chiude il periodo sul +14, 43-29. Dopo il riposo la Dinamo esce alla grande dagli spogliatoi: difesa e transizioni valgono l’immediato +20 (49-29), con Cooley che viene finalmente messo in moto dai compagni.

Leicester si riavvicina bombardando da oltre l’arco (58-46), i sassaresi riordinano le idee e si piazzano a zona, Polonara si infiamma ancora e alla terza sirena il tabellone dice 69-49.

Devecchi tiene le marce alte, Pierre attacca il ferro alla grande, Thomas e Spissu colpiscono da oltre i 6,75. Il divario si dilata a dismisura ed è Spissu a firmare il +35 finale, 95-60.