La mancanza di ricambio: ecco il vero problema dell’Eurolega

Euroleague

Fonte: Superbasket.it

Cinque squadre diverse di Eurolega hanno vinto il titolo negli ultimi cinque anni (Olympiacos, Maccabi. Real Madrid, CSKA e Fenerbahce). Questo sembrerebbe difendere la struttura dell’Eurolega attuale con un discreto ricambio al vertice. Ma la realtà è mascherata da questi dati. La girandola delle vincitrici è accettabile: negli ultimi 10 anni sette squadre differenti hanno vinto l’Eurolega (anche Barcellona e Panathinaikos) mentre nello stesso arco di tempo ad esempio sei squadre hanno vinto la Champions League di calcio e sono sempre sette differenti quelle che hanno vinto la NBA (Boston, Lakers, Dallas, Miami, San Antonio, Golden State e Cleveland).

Ma queste semplici considerazioni nascondono la realtà: le sette vincitrici di Eurolega in 10 anni si sono accaparrate 32 posti su 40 alle Final Four. Solo 11 squadre hanno conosciuto l’ebbrezza delle Final Four. Nello stesso periodo 18 squadre NBA hanno giocato la finale di conference (ovvero la semifinale), incluse Atlanta, Memphis, Chicago, Orlando e Phoenix che oggi sono tra le peggiori formazioni.

Questi dati sono sufficienti per suonare l’allarme: alla lunga l’Eurolega dovrà costruire un sistema che promuova l’equilibrio e contenga i budget delle supersquadre altrimenti, gira e rigira, alle Final Four arriveranno sempre le stesse. Come sta già succedendo.