La rabbia di Buscaglia: “Serviva più attenzione”

Maurizio Buscaglia

Fonte: Trentino di Federico Fuiano

 

È un Maurizio Buscaglia letteralmente inviperito quello che si presenta davanti ai giornalisti alla fine della partita persa dalla sua Aquila contro Brindisi.

“Non è stata una buona partita per noi e questa sconfitta, al di là delle mancate Final Eight di Coppa Italia, non ci voleva proprio” – commenta un infuriato Buscaglia – “Per quanto riguarda Hogue, c’è da dire che non stava bene, aveva 39 di febbre e è stato bravo a provarci. Nella seconda parte del primo quarto abbiamo perso il ritmo del gioco, poi l’inizio di terzo periodo non è stato brillante e ha dato fiducia a Brindisi, visto che abbiamo perso diversi palloni. Avremmo potuto essere più attenti a livello di esecuzione, poi ci sono stati degli episodi nel finale, noi ad esempio non abbiamo gestito bene i falli da spendere. Non mi interessa se qualcuno ha la febbre o ci sono altre situazioni, dobbiamo essere più consistenti. Tra le note positive c’è sicuramente Pascolo. Oggi però non voglio parlare dei singoli, dobbiamo essere migliori come squadra ed essere più forti mentalmente.”

Non è certamente contento nemmeno Beto Gomes.

“È tutta colpa nostra, in determinate situazioni ci manca qualcosa” – commenta con delusione il portoghese – “Oggi eravamo anche in vantaggio di 10 punti e in quel momento sono mancate la difesa e la giusta presenza a rimbalzo. Adesso dobbiamo solamente pensare alla prossima partita. Per quanto riguarda la mia prestazione, non ho segnato dal campo e allora ho cercato di aiutare la squadra difendendo e prendendo rimbalzi. Ogni tanto capita di non segnare, ovviamente non sono contento, ma sono convinto che reagirò nel modo giusto.”