La Reyer Venezia ha bisogno di 3 giocatori per completare il proprio roster

Otto giocatori sono già presenti nel roster, ora mancano gli ultimi tre per completare l’Umana Reyer 2017-2018: sono sei gli orogranata confermati visto che, ai già contrattualizzati Stefano Tonut, Hrvoje Peric e Tomas Ress, si sono aggiunti i rinnovi di Michael Bramos, Marquez Haynes e Julyan Stone. Del roster campione d’Italia hanno salutato Ortner, Batista, Hagins e Viggiano per scelta della società (l’ala naturalizzata era nel mirino di Caserta, che però rischia di non iscrivere alla prossima A dopo la bocciatura della Comtec con ripescaggio di Cremona, e ora è stata accostata a Cantù), mentre gli addii di Ariel Filloy e Melvin Ejim sono stati voluti dai giocatori che hanno preferito Avellino e i russi dell’Unics Kazan.

In ballo resta ancora il futuro di Tyrus McGee, al quale il presidente Federico Casarin ha fatto una chiara offerta che, tuttavia, la guardia dell’Oklahoma non pare intenzionato ad accettare, corteggiato da Reggio Emilia e Avellino. A rimpolpare il roster sul fronte italiani sono arrivati il play Andrea De Nicolao e il centro Paul Biligha. Ipotizzando che il dodicesimo sia un giovane, come l’anno scorso Visconti che ora andrà a Verona in A2, o un rientro, forse l’ex scaligero Tote visto che Simioni ha firmato ad Imola in A2 e Michele Ruzzier ha rescisso andando a Cremona, all’appello mancano tre giocatori con la Reyer che può attingere al mercato statunitense visto che Haynes e Bramos hanno dei preziosi passaporti georgiano e greco. Per il sostituto di Ejim si è fatto il nome di Gediminas Orelik, ala lituana del Banvit, che però sembra avere parametri elevati, mentre per il centro sostituto di Hagins e Batista l’entourage di Dustin Hogue avrebbe proposto il 25enne americano ora a Trento.