Le nostre pagelle su Avellino

RANDOLPH 7: Il terzo quarto è tutto suo, dove colleziona 11 punti. Ma la sua bravura è nel dare continuità per tutto il tempo che rimane in campo. Micidiale nell’affrontare la zona avversaria.

LOGAN 7: Bene nel primo quarto con 10 punti, poi si spegne e si riaccende nell’ultimo dove trova ottime conclusioni e sfodera una intensa difesa. Con questo match ha decisamente dimostrato cosa può fare per il gruppo.

OBASOHAN 7: Concentrato e lucido sia in attacco che in difesa. Si fa trovare pronto sia per servire i compagni che per ricevere lui la palla scegliendo sempre la cosa giusta. Suo il pallone recuperato che manda Logan ad inchiodare la canestro.

GREEN 7,5: Leader in campo e decisivo nel dettare il ritmo di gioco. Preziosissimo in difesa soprattutto nel sporcare qualche passaggio. Era il suo compleanno, ma è lui a fare un regalo a tutti prendendosi sulle spalle la squadra.

ZERINI 5: Non trova la sua vera dimensione in campo, sbagliando qualche conclusione semplice. 

LEUNEN 6: Coach Sacripanti di minuti gliene concede un buon numero e alla sufficienza arriva, ma da l’idea di giocare con il freno a mano tirato. In sostanza una partita dove fa quello che deve ma nulla di più.

THOMAS 6: Abbastanza piatto nella prima parte di gara. Nonostante questo qualche mattone lo mette insieme. Nella seconda parte di gara la sua prestazione diventa più evanescente.

FESENKO  7: Solita sicurezza in campo dove vince lo scontro con Lydeka, a cui comunque va dato il merito di reggere bene l’urto con l’ucraino. Cattura rimbalzi, spinge  e occupa allargando le braccia l’area che con la sua presenza diventa un posto veramente pericoloso per Sassari. Sfiora di un soffio la Doppia doppia.

CUSIN 6: In altre situazioni non sarebbe valutabile, ma è un piacere rivederlo in campo, anche se solo per pochi minuti in modo da far rifiatare Fesenko.