Le tre criticità nella Dinamo Sassari

Stefano Sardara

Fonte: L’Unione Sarda

Le criticità sono tre. In una squadra che difende pochino con le ali, si potrebbe pensare a sfoltire il reparto guardie (Hatcher è più sacrificabile di Bamforth e Spissu) per avere un’ala modello Hosley che dia energia e fisicità. La seconda riguarda il doppio ruolo di Pasquini, inevitabilmente esposto alle critiche dei tifosi: se il giocatore è buono ma non va, colpa dell’allenatore; se non ha le caratteristiche giuste, colpa del gm. Non va poi trascurata la crisi dei tifosi, spaccati in tante fazioni: i catastrofisti, chi rimpiange il passato, chi difende qualsiasi scelta della società, chi predica pazienza visti i precedenti positivi della gestione Sardara. Occhio, perché l’entusiasmo dei tifosi è stato fondamentale non solo per arrivare a vincere, ma pure per sopportare con equilibrio le sconfitte.