L’ex Lollo D’Ercole torna al PalaRadi

Fonte: La Provincia di Fabrizio Barbieri

 

E’ stato un giocatore della Vanoli dal 2010 al 2012, arrivato da Siena come giovane play.

Lorenzo D’Ercole era solo un prospetto che negli anni si è costruito una grande carriera in serie A tra Roma, Sassari e Avellino.

Quel ragazzino è diventato uomo, e papà da pochi giorni, e domenica sarà un avversario con la maglia della Scandone all’esordio dei biancoblù al PalaRadi.

Che Avellino ci dobbiamo aspettare?: “Siamo una squadra dall’alto potenziale. Purtroppo ritirante il precampionato abbiamo avuto qualche problema tra infortuni e giocatori impegnati con le rispettive nazionali. Ovviamente lavorando senza il roster al completo non è stato facile trovare il miglior affiatamento e quindi queste prime giornate ci serviranno per crescere e dimostrare il nostro reale valore. Il nostro obiettivo è quello di arrivare tra le prime della classe.”

Nella prima giornata subito una vittoria però: “Contro Cantù abbiamo ottenuto due punti importanti. Sia per la classifica che per il morale. Lavorare dopo una vittoria aiuta parecchio, c’è più tranquillità e cresce la consapevolezza. Anche noi siamo curiosi di capire quando la nostra squadra possa essere competitiva.”

Domenica come vede la sfida con la Vanoli?: “Una partita parecchio complicata. Cremona ha vinto una gara davvero molto pesante all’esordio, su un campo difficile come quello di Trento. Il che significa che troveremo una squadra già in ottima forma. Vincere al PalaRadi sarà difficile, per farlo dovremo alzare il nostro livello difensivo rispetto alla prima gara contro Cantù. E’ ovvio che il nostro obiettivo sia fare i due punti.”

Che effetto le fa tornare a Cremona?: “La Vanoli è stata importante per la mia carriera, conservo un bellissimo ricordo dei due anni passati li. Ho ancora tanti amici e sarà come sempre speciale tornare al PalaRadi da avversario.”