Lo sfogo di un istruttore: “Se non si capisce l’importanza di un impegno preso…”

Pallone sgonfio

Lo sfogo di un istruttore di Varese, emblematico di una situazione:

“Ieri affrontavo in allenamento, con i bimbetti di 10/11 anni, il problema del saltare gli allenamenti.. per un motivo o per l’altro. Quando avevo 12/13 anni… mi allenavo 6 volte a settimana. A 14 anni d’estate, mi allenavo 12 volte a settimana. Più o meno 48/54 volte al mese.
Noi chiediamo un impegno di 12/14 allenamenti AL MESE.. e riusciamo a saltarne per.. malattia.. studio.. compleanni.. feste.. messe.. beatificazioni… calamità… cavallette.. giudizi universali… scioperi.. manifestazioni… equinozi e solstizi.
Se non si capisce adesso l’importanza di un impegno preso.. e dell’impegno in allenamento.. sarà davvero dura capirlo in seguito.”