“Maretta” in Minnesota…

Jimmy Butler

Fonte: Superbasket.it

Jimmy Butler deve ancora trovare la propria conclusione, una buona notizia per i tifosi dei Twolves è arrivata sul fronte Karl-Anthony Towns.

Il centro ex Kentucky ha infatti firmato l’estensione contrattuale che lo legherà alla franchigia del Minnesota per i prossimi cinque anni e per un ingaggio complessivo di 190 milioni di dollari (il massimo previsto dalla cosiddetta Rose Rule).

Il fatto che la firma di KAT sia arrivata proprio in coincidenza dell’imminente trade di Butler non è certo un caso. Tra i due non è mai scoppiato l’amore né dentro né fuori dal campo, e la presenza dell’ex stella dei Bulls era stato proprio il motivo del tentennamento di Towns rispetto alla sua estensione contrattuale.

I dubbi estivi sono stati però diradati dal proprietario Glen Taylor che, proprio nella giornata di ieri, ha annunciato che – nonostante le resistenze di coach Tom Thibodeau – Butler doveva essere scambiato. Più prima che dopo.

La firma di Towns, che segue quella di Andrew Wiggins avvenuta lo scorso inverno, rende ancora più chiaro che in Minnesota hanno deciso che i volti della franchigia saranno proprio i due ragazzi “scelti” dal compianto Flip Saunders.

I cinque anni di contratto senza player option sull’ultimo anno fanno  intendere inoltre  che in Minnesota abbiano imparato la “lezione Kevin Love” e non vogliano ripeterla.

Quali compagni e quale allenatore troverà KAT all’avvio del training camp non è ancora chiaro, di sicuro ora toccherà a lui guidare la franchigia e caricarsi sulle spalle il peso delle aspettative e di un contratto pesante.