NBA: è finalmente finita la vicenda Patrick McCaw

Dopo settimane di discussioni e di atteggiamenti non poco consoni alla filosofia NBA, il caso Patrick McCaw sembra essere risolto.

Nativo del Missouri, McCaw fu selezionato alla 36° scelta del Draft del 2016 dai Bucks, per poi essere scambiato ai Golden State Warriors: prima dell’approdo in NBA, McCaw frequentò per due anni l’Università del Nevada, con medie molto interessanti (12.2 punti, 4.2 rimbalzi e 3.3 assist a partita).

Negli ultimi giorni era stata messa sotto osservazione la “mossa di mercato” da parte dei Cleveland Cavaliers, che dopo aver firmato a cifre elevate McCaw, così da non permettere un pareggio di offerta da parte dei campioni NBA, hanno decciso di tagliarlo, per renderlo free agent senza alcuna restrizione.

McCaw però ha deciso di non rifirmare con i Cavs; anzi porterà il suo talento in una squadra che sta lottando per le prime posizioni ad Est, con molte possibilità di arrivare alle Finals Conference: i Toronto Raptors.

Sicuramente un innesto importante per la franchigia del Canada, non solo perchè si tratta di un elemento con ottime capacità difensive, ma perchè McCaw è un giocatore che già ha disputato partite playoff e sicuramente potrà dare una mano anche nello spogliatoio.