Non guardate sempre il dito… di Raffaele Baldini

Siamo sicuri che il problema del nostro movimento sia solo nel “manico”, oppure nella politica gestionale o ancora in un sistema sbagliato?

Guardando le nostre realtà, spaziando in campetti desolatamente vuoti, con troppi ragazzi rincoglioniti fra cellulari e videogiochi, chiediamoci se le nuove generazioni sono ancora in grado di SACRIFICARSI. Esiste ancora nei giovani il senso epico di di emulare un grande campione non per le gesta ma per il percorso fatto per diventare tale?

Io vedo tanti ragazzi che fanno fatica a presenziare a tutti gli allenamenti, vedo ancor meno cestisti in grado di trovare godimento nel lavoro duro in palestra, troppi scelgono la strada facile…

Fino a che il sacro fuoco non tornerà ad ardere come prima, ogni soluzione prescritta sarà un’aspirina per un malato terminale.

Direttore Raffaele Baldini