Pesaro ospita Sassari; Leka:”Ci manca maturità ed esperienzam ma saremo pronti”

Spiro Leka

Spiro Leka ha presentato così la delicata sfida della Vuelle Pesaro di questa sera, ore 20.30, contro il Banco di Sardegna Sassari, per uno dei tre anticipi dell’ultima giornata di andata di Serie A.

“Li ho visti in Coppa, avevano iniziato forte con Murcia, poi gli avversari sono rientrati. Nel terzo quarto Murcia ha piazzato un break ed è arrivata sino a +18, poi c’è stata una bella reazione con l’ingresso di Spissu: a metà dell’ultimo quarto Sassari è tornata a -3 per poi perdere di 6.”

“Sono davvero un’ottima squadra, perché hanno il secondo attacco del campionato come efficacia offensiva e non mollano mai sotto l’aspetto mentale. In Coppa si giocano tutto a Monaco martedì prossimo, ma sono certo che comunque verranno a Pesaro ben determinati a vincere, per guadagnare la migliore posizione per le Final Eight di Coppa Italia. Bamforth nelle ultime cinque partite ha realizzato una media di 22 punti a partita, Jones, Planinic e Polonara fanno un ottimo lavoro sotto canestro e Randolph è un tiratore micidiale. Saranno privi di Stipcevic, ma hanno in organico dieci giocatori molto validi. Della loro forza in attacco abbiamo detto, ma più volte, come nell’ultima giornata con Trento, hanno dimostrato di sapere anche difendere duro. Noi abbiamo lavorato con impegno per tutta la settimana, ben consapevoli del fatto che dobbiamo crescere di efficacia offensiva e di lucidità nei finali punto a punto, trovare più pulizia in attacco e migliorare nei tiri liberi. Ci manca ancora un po’ di maturità e di esperienza, ma a Venezia la difesa ha tenuto duro e la nostra zona match-up è stata utile per farci restare in partita fino alla fine. Contro Sassari dovremo soprattutto fare scelte intelligenti in attacco, per non sprecare occasioni importanti di andare a canestro, e dovremo anche controllare bene il ritmo della gara per evitare di subire il contropiede degli avversari. Little è in crescita, dovrebbe giocare lui. Giochiamo alla pari con tutte la avversarie, ma non pensiamo al mercato anche se siamo un po’ frustrati dai pochi punti guadagnati in classifica. Abbiamo perso tre partite su quattro all’ultimo tiro e dovremo far tesoro proprio di queste tristi esperienze per alzare il nostro livello di maturità e coesione di squadra, così da riuscire a gestire al meglio i finali di gara.”