Pistoia non molla e allunga la serie: Venezia ko

 

Ottima prova della The Flexx Pistoia, che con una prova di carattere riesce a superare i più quotati avversari della Reyer Venezia, con il punteggio di 89-75. Mattatore della serata Petteway, che va a referto con ventisei punti, ma la differenza l’ha fatta la difesa, che ha arginato i tiratori veneti (pur essendo partiti bene nel primo quarto) e i lunghi, che si sono rivelati un rebus per i pariruolo orogranata. Gara-4 venerdì, con il secondo matchpoint per la truppa di De Raffaele.
Parte benissimo Venezia, sospinta dai suoi tiratori scelti, che mandano a segno le prime quattro bombe, permettendo alla truppa di De Raffaele di condurre con lo score di 5-12, con Peric a fare il bello e il cattivo tempo, siglando otto punti nelle battute iniziali. Sale di ritmo con il tempo Pistoia, che riesce a correggere il tiro e a recuperare punti su punti, trovando il sorpasso con un parziale di 12-0, nato dai canestri di Petteway, ben coadiuvato da Magro e Antonutti. Viggiano nell’ultima azione riporta avanti la Reyer sul 22-24 alla prima sirena.
Nel secondo periodo, la Reyer fatica a trovare il ritmo giusto in attacco, perdendo troppi palloni e ne approfitta Pistoia, che vola sul +6, grazie a Petteway e Boothe (36-30) a quattro minuti dall’intervallo. Bramos cerca di suonare la sveglia ai suoi con una tripla, ma è l’unico che va a referto, con Peric impreciso dalla lunetta e la difesa di Pistoia fa la differenza, permettendo ai toscani di andare agli spogliatoi con sette punti di vantaggio (41-34), con la tripla di Boothe nell’ultimo minuto.
Si torna sul parquet del PalaCarrara e Pistoia riesce a raggiungere la doppia cifra di gap, sospinti dal proprio pubblico, con Magro e Moore (46-36). Venezia prova a rientrare in gara con i lunghi, ma viene tradita proprio da Batista, che perde due palloni e commette falli ingenui, affossando i suoi sul -12, con Magro e Petteway, mentre Ejim e Ress impediscono la fuga definitiva, con un buon ultimo minuto e la Reyer insegue a sette punti alla terza sirena (60-53). Pistoia tocca subito il +10, con Boothe e Jenkins, mentre le speranze di Venezia sono tutte nelle mani di Bramos, che manda a segno altre due triple, ma il risultato non cambia. La Reyer cede colpo su colpo, di fronte ai punti di Magro e Petteway, mentre Boothe firma l’ipoteca di Gara-3 con la tripla del +15 a tre minuti dalla sirena (81-66). I lagunari gettano i remi in barca e si arrendono, con il punteggio di 89-75 a favore dei biancorossi di Esposito.

Giorgio Giovannini