Quale il futuro di David Blatt?

David Blatt Foto Ciamillo-Castoria

Fonte: Superbasket.it

David Blatt ha vinto dappertutto. Ha vinto un oro europeo con la Russia e un bronzo olimpico. Ha vinto le coppe minori a San Pietroburgo, ha vinto adesso l’Eurocup con il Darussafaka anche se i soldi del Dogus Group quest’anno sono andati al Fenerbahce (e sarà così per altri due anni almeno), ha vinto l’Eurolega con il Maccabi e cinque titoli israeliani con il Maccabi.

Da assistente di Pini Gershon (ma tutti sanno che era lui ad allenare la squadra) ha vinto l’Eurolega due volte e una volta anche la “famosa” Suproleague della Fiba.

Blatt ha allenato nella NBA arrivando alla finale con Cleveland. Tutti hanno giocato la finale NBA se hanno allenato la squadra di LeBron. E’ successo a Mike Brown, a Erik Spoelstra e naturalmente a Tyronn Lue che ha anche vinto il titolo con i Cavaliers. Ma i fatti sono questi.

Blatt ha quasi 59 anni ed è normale che pensi di tornare nella NBA. Il Darussafaka giocherà l’Eurolega ma non ha le ambizioni e i mezzi per vincerla. Sul mercato, Blatt potrebbe facilmente trovare una panchina importante tra le squadre che dovessero cambiare incluso il CSKA se Itoudis non dovesse vincere. Ma Blatt vuole allenare nella NBA. E potrebbe farlo. E’ nell’elenco degli allenatori considerati dai Knicks. Per la verità ce ne sono molti altri. Ma Blatt ha un rapporto forte con Steve Mills, il presidente del club, del quale è stato compagno di squadra a Princeton. Con loro c’era Craig Robinson, che ha allenato Oregon State, è il cognato di Barack Obama e anche il capo dello scouting dei Knicks. Nella NBA ci sono tante panchine aperte mentre un anno fa non ce ne fu alcuna. Charlotte, Phoenix, Memphis, Milwaukee e Orlando oltre ai Knicks sono in attesa di un proprietario. Forse succederà anche a Detroit e in altri posti dopo i playoff. Blatt andrà nella NBA quest’anno. Oppure mai più.