Reyer Venezia, in arrivo il lituano Orelik, questione di ore

Sarà un lituano a sostituire Melvin Ejim nel roster di Walter De Raffaele: manca l’ufficializzazione da parte della Reyer, ma ieri all’ora di pranzo Sead Galijesevic, agente che lavora per il Wasserman Team, ha annunciato la firma di Gediminas Orelik, ventisettenne ala di Siauliai, sul contratto annuale con la Reyer. Galijesevic ha infatti twittato poco dopo l’una “Gediminas Orelik is the new player @REYER1872! He signed 1 year contract with Italian league champions”.

Il nome di Gediminas Orelik era già stato abbinato alla Reyer nei giorni scorsi: ala di due metri, il lituano è stato uno dei grandi protagonisti della prima edizione della Champions League, arrivando fino alla finale di Tenerife con i turchi del Banvit Bandirma. Orelik è stato anche inserito nel secondo quintetto ideale della coppa europea chiusa con 13,7 punti e 4,7 rimbalzi di media-squadra. Nella passata stagione il Banvit, con la quale Orelik ha vinto la Coppa di Turchia, ha chiusp al quinto posto la regular season in campionato, prima di venire eliminato nei quarti di finale dal Darussafaka: in campionato Orelik ha avuto 15,1 punti e 5,1 rimbalzi di media. Nato a Siauliai il 14 maggio 1990, ha giocato nella squadra della sua città natale, poi con Rudupis Prienai (2010-2012), Prienai (2012-2013) e Lietuvos Rytas Vilnius (2013-2016), prima di spiccare il volo verso la Turchia. Orelik, oltre alla Coppa di Turchia con il Banvit (2016), si è aggiudicato la Coppa di Lituania (2013) con il Prienai, anno in cui è stato anche MVP della Lega Baltica. Giocatore con un notevole bagaglio internazionale: Eurolega ed Eurocup con il Lietuvos nel 2013-2014, Eurocup con i lituani nel biennio successivo, Champions League con il Banvit nella passata stagione. Ha vinto la medaglia di bronzo con la Lituania alle Universiadi di Shenzhen nel 2011. Nelle prossime ore la Reyer potrebbe perfezionare anche l’accordo con Mitchell Watt, ventottenne pivot con ultima stagione giocata a Caserta dove è arrivato dall’Alba Berlino, ma che nella post season è andato a vincere il titolo degli Emirati Arabi con l’Al-Alhi a Dubai.